Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Ezio Bottasini - Gallery


Gli Starfighter


Tanto tempo fa in una galassia lontana...


The Clone Wars


Battlestar Galactica



Mi chiamo Ezio Bottasini,
sono un neofito di questo sito, anche se mi sono avvicinato al modellismo all’età di 13 anni, quasi per scherzo, ma l’entusiasmo per le “cose” che volano che mi ha trasmesso mio papà (arruolato in aeronautica durante l’ultimo conflitto mondiale), è progredito fino a diventare una passione.
Costruire i miei modelli, a prescindere dalla bellezza o meno della realizzazione modellistica, è generalmente frutto di una ricerca iconografica e storica che in taluni casi è stata impegnativa e non priva di difficoltà nel reperire il materiale necessario.
La mia predilezione va ai caccia della II G.M. (ed in genere agli aerei di quell’epoca, soprattutto Italiani e tedeschi), e agli aerei dell’A.M.I. di tutte le epoche.

La mia collezione è suddivisa in tre parti:

  1. I modelli in scala 1/72, quelli che all’inizio del nostro hobby, rappresentavano la maggioranza dei kit allora disponibili (parlo dell’inizio degli anni 70); oggi mi affido a questa scala solo per la rappresentazione storica dell’evoluzione del mezzo aereo (a parte il Flyer dei fratelli Wright che non mi risulta esistere in questa scala).
  2. Gli F-104, che avendone collezionati 50 (sia in 72 sia in 48), li considero una collezione nella collezione.
  3. I modelli in 48, che vista ormai l’età che avanza, mi cimento sempre più a realizzare, avendo delle dimensioni più consone ad un “vecchietto”. Unica controindicazione il limitano numero di esemplari a causa del nostro nemico: lo spazio, sempre esiguo, anche per chi come me ha la fortuna di poter destinare la mansarda a museo.
In conclusione, visto che sono aperto a commenti, critiche e suggerimenti che servono sempre per migliorare, vi invito a contattarmi a seguito delle pubblicazioni dei miei lavori.

Ezio Bottasini