Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo New
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Austin Armoured Car
Austin Armoured Car
Michelangelo Galli

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

FIAT G.91 "Il piccolo Sabre" - Ezio Bottasini




Il Fiat G.91 ha costituito un programma importante per l’industria italiana che con esso ha conseguito anche un discreto successo economico.
Sul piano militare, invece, i risultati dimostrati dalla macchina sono stati un po’ diversi dalle aspettative iniziali.
Subsonico, armato (nella versione monomotore), con quattro mitragliatrici o due cannoni e 680 Kg di bombe, con un raggio di azione di 320 Km, non poteva certo avere un grande valore tattico.








In effetti il G.91 ha svolto un suo ruolo in quanto, come il pari classe supersonico Northrop F-5, ha contribuito a mettere fine ad alcune delle illusioni legate al concetto di caccia leggero, con le quali si è scontrata la maggior parte dei progetti rientranti in questa categoria.
Ad esempio la capacità di operare da aeroporti d’emergenza semipreparati in Europa non si è mai concretizzata, anche perché, a causa del pericolo di ingestione di corpi estranei, nessun aviogetto viene fatto operare al di fuori di piste pavimentate, se non in circostanze eccezionali.










Presso la Luftwaffe, che ne ha avuti in servizio un gran numero, si è visto come l’unica vera utilizzazione di questa macchina, fosse l’attività di volo dei piloti ad un costo contenuto rispetto a quello degli aviogetti da combattimento avanzati.
In fondo nella NATO il G.91 ha inaugurato quel concetto di "hi-lo-mix" che è in uso tutt’ora in diverse forze aeree, nelle quali i più sofisticati Mirage, Phantom, Tornado ecc., sono affiancati dai più economici Jaguar, F-5 e G.91.
Con tutto ciò, il Gina (come era chiamato soprattutto in Germania), ebbe una carriera bellica nelle fila della FAP Portoghese che se ne servì nelle guerre coloniali in Africa mentre dal punto di vista operativo, la permanenza nell’AM e nella Luftwaffe fu senza storia, come pure in Grecia.






G.91Y © Ezio Bottasini

G.91Y © Ezio Bottasini

La radiazione, però fu accompagnata da una grande nostalgia da parte dei piloti.
Infatti così come il G.91T era giudicato "molto formativo" (eufemismo per dire che aveva un... pessimo carattere) ed il G.91Y è passato senza lasciare tracce di rilievo nel cuore di chi ha volato con esso, il G.91R è stato un "pilot’s plane", cioè una macchina dal comportamento in volo affidabile e piacevole.






G.91Y © Ezio Bottasini





Con il G.91Y l’Aeronautica Militare ha affrontato la formula bimotore, considerata più valida in termini di probabilità di successo della missione e ha ottenuto una macchina onesta ma sempre con possibilità di impiego limitate.
Il suo ruolo è stato ripreso, pur con una formula costruttiva piuttosto differente, dall’attuale AM-X (anch’esso non scevro da critiche).

I modelli fotografati rappresentano, in sequenza, le seguenti versioni:

  • G.91R portoghese presentato al Tiger Meet 1991; modello Revell, scala 1/72
  • G.91 PAN del 313° Gruppo Addestramento Acrobatico dell’AMI "Frecce Tricolori"; modello Revell, scala 1/72.
  • G.91Y dell’8° Stormo "Gino Priolo" dell’AMI; modello Matchbox, scala 1/72.
  • G.91R del 2° Stormo "Mario D’Agostini" dell’AMI 1990; modello Ocidental, scala 1/48.

Ezio Bottasini

[Gallery]

13.03.2012



Commento di Bruno [15/02/2013]:
Analisi corretta e esaustiva per il ruolo svolto dai velivoli presi in esame.

Commento di luciano sosa [19/08/2016]:
hello excelent models!! congratulations !! am building the gr91 pan and i like to know te blue color do you use to the model and the other colors of the g91 pan please what mark of and number of blue do you use to paint the g91
thank you very much
 
ls

Commento di ezio bottasini [25/08/2016]:
Dear Luciano, I used a mixed colors:
10 parts of Humbroll H15 gloss midnight blu and 
1 part of Humbroll H14 gloss France blu.
I think the best and more realistic mixture.
Best regards. Bye Ezio
P.S.: there is another article that regards Italian Acrobatc Team, look it there are many indications.



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No