Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Arado Ar 196 - Paolo Tarantino




L'Arado Ar 196 era imbarcato sulla Bismarck con compiti di ricognizione e pattugliamento, faceva parte del 1/Bordfliegerstaffel 196.




L'idrovolante monomotore era molto robusto e pesantemente armato, per risparmiare spazio le loro ali venivano piegate, il lancio avveniva su una doppia catapulta estesa telescopicamente oltre i lati della nave.
Il pilota era un membro della Luftwaffe, l'osservatore della Kriegsmarine.




Il kit della Italeri è in scala 1/48





Paolo Tarantino

10.03.2024

Ultimi modelli pubblicati


Condividi questo articolo su WhatsApp





Commento di Ezio Bottasini [10/03/2024]:

Ciao Paolo, ben atterrato (o meglio ammarato visto il soggetto), tra noi. Che dire, ci sono margini di miglioramento, tira di più antenna e tiranti, devono essere tesi, inoltre sullo staccho dei colori, devi stare attento a che non si formi il "gradino" tra un colore e l'altro, si può fare in due modi, uno è orientare il getto dell'aerografo non contro il nastro adesivo, due tenere leggermente alzato il bordo del nastro adesivo ed orientare il getto perpendicolare al nastro,  si formerà una leggera sfumature ma non lo scalino. Per il resto mi sembra un modello onesto, l'ambientazione e forse un po estrema così nell'acqua di uno stagno...
Al prossimo.
Ezio


Commento di PIETRO [11/03/2024]:

Ciao Paolo.
Ma galleggia davvero? ah ah.
scherzi a parte, oltre ai consigli di Ezio, dovresti stuccare i giunti delle ali e rifinire meglio la linea per ogni bulbo della naca.
le foto non perdonano... per il resto sei sulla buona strada.


Commento di Roberto [14/03/2024]:

L'Ar196 mi è sempre piaciuto e mi sembra che hai fatto un buon lavoro.
Con il tempo e la pratica sicuramente migliorerai i difettucci che ti hanno fatto notare, io non potrei consigliati perchè sono messo peggio.
Le foto ambientate sono un po' da "missione pericolo" e ne ammiro il coraggio..



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No