Editoriale

Perche' KitShow?

  Gli assi dell'aviazione

Aldo Buvoli
Aldo Buvoli New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Vittorio Minguzzi
Giulio Reiner
Mario Visintini
Lydia Litvyak

  Quick Articles...

Il bivio (Sd.Kfz. 222)
"Il bivio" (Sd.Kfz. 222)
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cameron Highlanders 79th Rgt
Cameron Highlanders 79th Rgt
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Aeritalia-Aermacchi-Embraer AMX A-11 "Ghibli"

Ezio Bottasini

Kit Kinetic scala 1/48




Cari amici ecco venuto il momento anche per il mio "Topone" in 48 di essere presentato, dopo un’attesa dall’acquisto di circa 24 mesi, questa è l’unica triste storia di questo modello, nessun regalo per un alto ufficiale dell’AMI, purtoppo.
Innanzi tutto voglio ringraziare l’amico Vito De Palo (che tutti conosciamo per i suoi pregiati modelli), perchè senza i suoi consigli, esempi e sostegno, non avrei potuto presentare in questa veste questo modello.
Non mi soffermo a ripresentare l’aereo, se l’aveste perso trovate le informazioni sull’AMX, sul mio articolo dello stesso aereo in 72 oppure più semplicemente su Wikipedia.




Il kit Kinetic è un buon modello, anche se non in tutte le sue fasi di semplice montaggio, vedi gruppo carrello principale, prese d’aria ed altri particolari; inoltre alcuni pezzi non sono segnalati durante le fasi di montaggio, come la volata del cannone Vulcan che va montata prima di unire le semifusoliere e, non è riportata sullo schema di montaggio o come l’antenna conica ventrale, per la versione ACOL, che non è numerata; in una parola bisogna porre molta attenzione.
Altre cose da sistemare prima del montaggio sono lo scarico del reattore che va notevolmente assottigliato, rispetto allo stampo originale, alcune pannellature da reincidere prima dello stucco ed eventualmente riprendere dopo e un po’ di auto costruzioni sul seggiolino, visto che non mi risultano fotoincisioni per gli interni; anche le rivettature in coda sarebbe meglio abbassarle un pochino.
Per il resto è un modello abbastanza piacevole.


L’abitacolo l’ho mantenuto da scatola, verniciandolo avendo a disposizione buone immagini (sulla scatola c’è una discreta immagine del pannello strumenti), il seggiolino di buona fattura, va arricchito con cuscini e cinture in scratch, inoltre, vanno aggiunti alcuni particolari al cupolino: fili per l’impianto di anti-appannamento, maniglia sul lato sinistro, ganci di blocco ed altri piccoli particolari che si possono ricavare da buone fotografie che si trovano in rete.




Sui vani carrelli ho evitato di lavorarci troppo, tanto una volta chiusi i portelli si vede ben poco dell’interno, invece ho aggiunto i tubetti dell’impianto idraulico.




Per il pod Orpheus, visto che i due inseriti in scatola, sono piuttosto sottodimensionati, ho usato quello contenuto nel kit DACO per F-104, molto bello e di misure corrette, dallo stesso kit ho recuperato le "cuffie" di protezione per le testine infrared dei missili AIM-9L posti alle estremità delle ali.




Per la colorazione, ho seguito la procedura usata da Vito per il suo SPETTACOLARE AMX; cioè, non ho dato il primer, ma ho eseguito un lavaggio diretto su tutto il modello con il Panel Liner nero Tamiya, evitando così di eseguire il preshading, ho invece, ad aerografo, spruzzato del bianco puro, sulle zone di maggior luce delle varie superfici e pannellature; per il grigio ho usato l’H64 light grey ad aerografo diluito al 70% con successive velature fino ad arrivare ad una tonalità che soddisfaceva i miei gusti; ho ripreso poi alcuni pannelli con il panel liner.
Dopo due mani di cera, ho applicato le decal, usando quelle di scatola ad eccezione delle coccarde tricolori, in quanto un po’ troppo grandi.




Vista la scelta di un esemplare del Task Group "Black Cats" del 51° Stormo rischierato in Afghanistan nel 2009, al pilota Plusmodel AL4011, ho "tolto" il giubbetto salvagente, ricolorandolo con la tenuta di volo usata in quel teatro operativo.






I tappi anti-FOD, l’estintore e i "tacchi" blocca ruote sono auto costruiti; la basetta è formata dal solito pezzo di multistrato da 2 cm di misura 33x25.
Ho voluto metter il pezzetto di rete per poter appendere l’insegna dei "Black Cats", come si vede in una foto a pag.29, del N°29 agosto-settembre 2013 della serie "I grandi aerei moderni" Delta Editrice.






Un grazie va a mia figlia per le foto e a voi per la pazienza di seguirmi.
Buon modellismo a tutti.

Ezio Bottasini

[Gallery]

22.04.2018




Commento di giampaolo bianchi [03/05/2018]:
CARO EZIO SPLENDIDA REALIZZAZIONE.UN PLAUSO VA AGLI INTERNI E ALLE AUTOCOSTRUZIONI-GRAZIE PER LE NOTE DI TECNICA PITTORICA.
UN ABBRACCIO
GIAMPAOLO

Commento di Valter vaudagna [03/05/2018]:
Bello il "Topone".

Commento di Marco Vergani [03/05/2018]:
Bello .... come al solito visto dal vero!
Un caro saluto a tutti.
Marco

Commento di Enrico Calanchini [03/05/2018]:
Ciao Ezio, esecuzione mirabile della relica del nostro "Ghibli", sotto ogni aspetto, specialmente gli interni.
Complimenti strameritati
Enrico

Commento di michelangelo galli [03/05/2018]:
Ezio hai fatto un diorama da 10 e lode!

Commento di Alby Starkiller [04/05/2018]:
Caro Ezio,
Stai raggiungendo di volta in volta un livello di dettagli impressionante! ...realizzando modelli sempre più vicini alla realtà.
Complimenti.
Un salutone.
Alby.

Commento di Massimo M. De Luca [04/05/2018]:
Ciao Ezio
Acciderbolina!!!! Ma è splendido!!!
Colorazione davvero azzeccata...mi segno subito il codice del grigio perché rende davvero bene come tonalità.
Ottimo!
Massimo "Pitchup"

Commento di Lauro Bonfà [04/05/2018]:
Bellissimo modello, ricco di particolari molto realistici, molto interessante l'ambientazione che rende l'insieme Spettacolare. Che dire di più caro Ezio, al prossimo Capolavoro.

Commento di Dino Dall'Asta [04/05/2018]:
Complimenti, è sempre un piacere ammirare le tue realizzazioni...
Dino

Commento di ezio bottasini [07/05/2018]:
Ciao Ragazzi, i vostri commenti mi stanno impressionando, potrei illudermi di essere diventato bravo......comunque ribadisco che senza il tutoring di Vito, sia in tempo quasi reale che grazie al suo illuminante articolo non sarei riuscito a finire un lavoro del genere. Vi ringrazio di cuore del sostegno che mi date.
A presto Ezio

Commento di giovenco giuseppe [08/05/2018]:
arrivo tardi, ma devo dire che mi piace un sacco, anzi un container!!!!! .... che dovizia di particolari, ... che dovizia!!!! Giuseppe

Commento di Gianni [14/05/2018]:
Molto molto bello Ezio, estremamente realistico, verniciato divinamente ed il diorama con il figurino completano questo splendiodo lavoro.
Gianni

Commento di Massimo Pregnolato [31/10/2023]:
Buongiorno, realizzazione veramente bella, complimenti!!! Se posso, vorrei solo fare una precisazione, in Afghanistan gli AMX del Task Group "Black Cats" non montavano il POD Orpheus ma il POD RecceLite. Ancora complimenti!!!


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No