Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo New
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Austin Armoured Car
Austin Armoured Car
Michelangelo Galli

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

The Clone Wars - II parte - Ezio Bottasini

Intercettore leggero Delta-7


The Clone Wars


L’intercettore leggero Delta-7, più comunemente conosciuto come "Jedi starfighter", in quanto i Cavalieri dellìOrdine Jedi, lo hanno ampiamente usato durante le guerre dei cloni nel 22 BBY, era costruito dalla Kuat System Engineerig.
Questo caccia stellare era altamente avanzato per l’epoca in cui fu progettato ed equipaggiato con sofisticate apparecchiature ma, la sua produzione era molto costosa.
Il caccia era armato con una coppia di doppi cannoni laser (gli ultimi modelli furono modificati per volere del Maestro Jedi Saesee Tiin con l’adozione di due ulteriori doppi cannoni laser) ed era dotato di un avanzato impianto di comunicazione e sensori a lungo raggio che permettevano al pilota di essere ben preparato in caso di combattimento come pure in tempo di pace.




Il Delta-7 fu un mezzo importante durante la guerra dei cloni, come detto fu principalmente usato dai Jedi.
Uno dei più famosi combattimenti fu quello sostenuto dal Maestro Jedi Obi-Wan Cenobi contro il cacciatore di taglie Jango Fett attraverso il campo di asteroidi in prossimità del pianeta Geonosis (Episodio II).




Il Delta-7 è esternamente simile al più vecchio Aurek-class starfighter, da cui è stato sviluppato, era un piccolo e slanciato intercettore usato dall’Ordine dei Cavalieri Jedi per missioni di ricognizione.
Generalmente era armato con due coppie di cannoni laser, usati dal pilota per combattere in caso di necessità.




Questi caccia stellari facevano parte del Dipartimento Giudiziario della Repubblica; gli starfighter in dotazione agli Jedi erano colorati in rosso e bianco, colori che rappresentavano l’immunità diplomatica di cui gli Jedi godevano, similmente alle navi della Repubblica; con il progredire della guerra, questi colori vennero cambiati da alcuni di loro.
Il progetto del Delta-7 è riconducibile all’ingegnere Walex Blissex, che più tardi progettò il caccia stellare ala-V Alpha-3 classe Nimbus e lavorò all’intercettore ala-A RZ-1 dell’Alleanza Ribelle con Jan Dodonna.
A causa delle limitazioni tecnologiche al tempo dello sviluppo del caccia stellare, non fu possibile dotarlo di iperguida interna, per cui i Delta-7, come altre astronavi, erano dotati di un’iperguida esterna alloggiata in un anello per i viaggi iper-luce; comunque i Delta-7 avevano dei potenti motori sub-luce che permettevano velocità di 5000G .




Inizialmente non era stato previsto un alloggiamento per un droide navigatore e astromeccanico, come nelle successive generazioni di caccia stellari, come per esempio il T-65 ala-X che comunemente ne è dotato; in questo tipo di caccia l’astro-droide era integrato direttamente nel velivolo, con solo la parte terminale della "testa" visibile.
Solamente due modelli di questi droidi era utilizzati: gli R3-D, che erano principalmente usati per l’acquisizione dei bersagli (in quanto il caccia era così veloce che la maggior parte dei piloti non era in grado di sparare correttamente e/o accuratamente), e gli R4-P, che erano usati più per la navigazione che per l’acquisizione dei bersagli.
Più tardi con il nuovo modello Delta-7B, ci fu la possibilità di dotarsi di un astro-droide rimovibile tipo R2-D2 (che sarà alloggiato sul Delta-7B di Anakin Skywalker.




I modelli illustrati in questo articolo sono:
Il Delta-7 del Maestro Jedi Obi-Wan Kenobi, con l’anello Iperluce in scala 1/72 della giapponese Fine Molds, colorato con i colori diplomatici della Repubblica, usato da Kenobi per la missione sul pianeta Kamino, dove si stava allestendo il grande esercito di droidi e, per l’inseguimento di Jango e Boba Fett fino al pianeta Geonosis.
È stato montato da scatola e verniciato senza usare le decal allegate.
A questo modello, è stato assegnato l’argento al Monza Models 2012.




I Delta-7B di vari maestri Jedi impiegati durante la guerra dei cloni.
Sono stati decorati dai vari piloti con schemi e colori riferiti ai loro pianeti o a episodi della loro vita:
Il giallo e grigio del Cavaliere Jedi Anakin Skywalker, i colori risalgono al ricordo dello sguscio da corsa con cui vinse la gara su Tatooine; il suo astro-droide è il famosissimo R2-D2. I colori usati sono stati il giallo H24 e il grigio H128, desaturati.




Il bianco e rosso con la stella della Padawan Ahsoka Tano, apprendista di Anakin Skywalker, appartiene al popolo Togruta, caratterizzato dalle imponenti code sulla testa, la sia nave è chiaramente differenziata dalle navi di Anakin e Obi-Wan per verniciatura in rosso scuro e la decorazione a forma di stella sulla parte superiore.




Il bianco e blu del Maestro Jedi Plo Koon, membro dell’Alto Consiglio Jedi, proveniente dal pianeta Dorin che è senza ossigeno, appartiene alla specie Kel’ Dor, per respirare deve indossare una speciale maschera; il suo Delta-7B è decorato con bande bianche e blu. I colori usati sono bianco H34 e blu H25.




Il rosso, bianco, verde del Maestro Jedi Kit Fisto, dalla caratteristica pelle verde è membro dell’alto Consiglio Jedi. Originario del pianeta Glee Anselm è un anfibio Nautolan. Le protrusioni simili a tentacoli sul suo capo gli permettono di captare le emozioni dei suoi avversari.




Questi modelli sono dei Revell easy-kit, come quelli dell’articolo inaugurale di questa sotto-serie di Star Wars; li ho montati con la stessa metodologia, quindi colla, stucco, riverniciato gli interni e i personaggi ed infine la verniciatura è stata eseguita ad aerografo mascherando, verniciando e desaturando in appropriata misura.
Le decal sono state tratte dal WEB, opportunamente dimensionate e stampate con stampante laser su fogli Experts-Choice bianchi.




Ezio Bottasini

[Gallery]

28.09.2014

Nota: I miei ringraziamenti vanno a mia figlia Sara per le foto, le notizie sul Delta-7 e 7B sono state liberalmente tradotte dai libretti di istruzioni dei modelli come pure le notizie sui piloti.




Gli altri articoli della saga:
The Clone Wars - I parte
The Clone Wars - Armamenti dell’Esercito dei Cloni

Commento di Dino Dall'Asta [09/10/2014]:
Al Maestro Jedi Ezio, complimenti stellari e che la Forza sia con te...

Commento di maurizio [09/10/2014]:
...."mi piace".... bravo Ezio....

Commento di Massimo "Pitchup" [10/10/2014]:
Ciao Ezio, davvero dei bei colori complimenti!!! La resa cromatica è eccezionale.

Commento di Alby Starkiller [12/10/2014]:
caro Ezio, io "commento" di parte, in quanto come te sono un appassionato di guerre stellari. hai creato 5 bellissimi modellini, curatissimi come solo tu sai fare!
davvero tantissimi complimenti!!! :-)
Un salutone.
Alby.

Commento di ezio bottasini [14/10/2014]:
Grazie a tutti ma, io un "maestro", mi sembra esagerato, penso di essere un discreto "padawan".

Salutoni a tutti Ezio



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No