Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo New
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Austin Armoured Car
Austin Armoured Car
Michelangelo Galli

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

Messerschmitt Me 163 Komet - Ezio Bottasini

Kit Meng scala 1/32




Dopo aver montato l’analogo kit della Hasegawa, con tutti i suoi difetti congeniti di uno stampo vecchio, con pannellature in positivo ecc. (vedi articolo), per il Natale 2013, i miei figlioli mi hanno regalato questo kit, immaginatevi la sorpresa, aprendo la scatola, nel trovare stampate su stampate di pezzi in fine negativo, con tutti quei particolari del motore-razzo, che avevo realizzato in scratch, nel precedente modello, presenti; l’abitacolo ricco di tutti quei particolari che nel precedente avevo dovuto acquistare in aftermaket; ho acquistato e utilizzato solo le mask dedicate al kit Meng 1/32, Eduard JX 161.




L’unica pecca, se così si può dire, è il foglio decal, un po’ scarno, che permette la scelta solo per tre versioni (vero è che se ne può fare una sola), un esemplare dello JG 400, l’esemplare pilotato dal Maggiore Späte e un esemplare inglese di preda bellica.
La scelta è caduta ovviamente su quello dello JG 400, anche perché quello di Späte lo avevo fatto in precedenza.




Nel kit è contenuto anche una lastrina di fotoincisioni utili per la strumentazione, le cinture di sicurezza, gli aerofreni e i blocchi sia del trasparente principale che dei pannelli presenti sulla parte superiore della fusoliera che, lasciati aperti, danno modo di vedere la tramoggia con i nastri dei proiettili dei cannoni alari e il bocchettone del propellente T-stoff.










Malgrado la presenza dei numerosi particolari, qualcosa in scratch si è costretti a farla, i cablaggi dei cannoni e, inoltre non sono presenti quei due-tre colpi che dalla fessura della tramoggia arrivano ai cannoni stessi; questo particolare, vista la presenza di due diverse armi e quindi del relativo munizionamento, l’ho ricavato dai colpi avanzati che in verità sono più piccoli ma, visto che sono proprio pochi, la differenza passa abbastanza inosservata.




Il montaggio fila via piuttosto "liscio", con un utilizzo limitato di stucco, solo la chiusura delle due semi-fusoliere richiede un po’ di lavoro di aggiustamento di tutto ciò che deve essere in esse contenuto. Il tronco di coda può essere lasciato aperto con la costruzione dei due longheroni nei raccordi alari e la piastra inferiore (a meno di acquistare la lastrina di fotoincisioni in commercio), in quanto nel kit sono contenuti i pannelli interni la fusoliera, nonché i supporti in legno, che riproducono quelli che nella realtà permettevano di effettuare la manutenzione del motore Walter HWK 109-509º, che purtroppo resta parzialmente nascosto dalla fusoliera.



La verniciatura è stata ottenuta:
per gli interni:

  • abitacolo H32 grigio scuro desaturato con il bianco e "drybrushato" con l’H 31
  • gli interni dei vari altri pannelli con l’H86 "drybruschato" sempre con l’H31 che ben simula l’RLM02.
Le superfici esterne invece:
  • le superfici superiori con l’H117 che ben simula l’RLM82 e con l’autentic colours HG16 (RLM81), desaturati con il giallo
  • le superfici inferiori con l’H127 che è un po’ chiaro per essere un RLM76, però teniamo conto di un minimo di usura
  • alla parte mobile del timone verticale, è stata simulato l’effetto tela, schiarendo maggiormente il fondo verde, applicando sulla struttura metallica una mascheratura e spruzzando verticalmente ad essa il colore di fondo scurito.




Lo stacco tra i due verdi superiori è stato ottenuto applicando rotolini di patafix, in quanto gli splinter di fine guerra non erano netti; dopo due mani di cera sono state applicate le decal, di buona fattura, ulteriore mano di cera opacizzazione con trasparente opaco.




Il figurino è un gentile omaggio dell’amico Marco a cui ho aggiunto una mappa, le foto sono state eseguite da mia figlia Sara.


Ezio Bottasini

[Gallery]

08.10.2015




Commento di Giampaolo Bianchi [03/11/2015]:
Bellissimo Ezio aereo raro ma riprodotto in maniera superba.
Veramente tanti complimenti ad un maestro in questo genere.
Giampaolo.

Commento di Enrico Calanchini [03/11/2015]:
"GRANDE" prova di manualità Ezio, montaggio perfetto e colorazione ottima, trovo il tutto ben calibrato, il soggetto ruba la scena, ma non troppo al figurino anch'esso ben realizzato.
Hai ricevuto davvero un bel regalo che riceviamo anche noi nel vedere il tuo bellissimo lavoro.

Complimenti Ciao Enrico

Commento di fabio [03/11/2015]:
Fantastica realizzazione. La colorazione è stupenda.

Commento di Riccardo casati [03/11/2015]:
Grande Ezio ...bellissimo modello ben verniciato e molto belli i particolari ...si vede che di aerei te ne intendi ..mi sembra molto buona la verniciatura del figurino ...e bella anche l'idea di mettergli in mano la cartina ...complimenti

Un saluto Riccardo

Commento di Vito [03/11/2015]:
Ciao Ezio
Ennesima prova di altissima maestria modellistica
Spero di vederlo a varedo anzi no perché poi mi porti via qualche medaglia sicuramente :-))
Davvero complimenti Vito

Commento di Lauro Bonfa' [03/11/2015]:
Ciao Ezio e complimenti per lo splendido lavoro di superdettaglio che hai saputo realizzare nel modello.Il diorama poi e molto accattivante, ottimo il figurino. Bravo,mi piacciono molto questi aerei particolari e poco conosciuti ma non per questo meno interessanti. Lauro

Commento di Marco Vergani [04/11/2015]:
che dire ..... BRAVO!!
Marco

Commento di giuseppe giovenco [04/11/2015]:
e pensare che ai giorni nostri gli americani hanno i famosi aerei invisibili, frutto di collaborazioni aliene!!! basta ricercare i velivoli dell'aviazione tedesca dell'ultimo periodo, per rendersi conto che più che tecnologia aliena è tecnologia tedesca dei vari ingegneri del regime trasbordati in America alla fine del secondo conflitto mondiale - grazie, Ezio - è veramente splendido , sapendo la scala, è ancora più bello!!! giuseppe

Commento di Gianni [04/11/2015]:
Un bellissimo lavoro Ezio mi piace moltissimo, condivido il pensiero di Giuseppe in merito alla tecnologia tedesca ...poco terrestre...ma questo è un'altro discorso; ancora i miei complimenti
Gianni

Commento di Massimo "Pitchup" [05/11/2015]:
Ciao Ezio
che dire???? Un lavoro davvero stupendo soprattutto perchè è sempre difficile, in un diorama, riuscire a mantenere il velivolo al centro dell'attenzione. Davvero molto bello e ben verniciato. Prendo appunti sui colori che hai utilizzato.
Ottimo lavoro!
Max "Pitchup"

Commento di maurizio ugo [05/11/2015]:
....ciao Ezio, bellissimo modello open, interessantissimo velivolo, innovativo quanto pericoloso, comunque molto ben realizzato, come sempre, aspetto un altro spillone però, mi raccomando!!!!!
un salutone maurizio

Commento di Mario Bentivoglio [05/11/2015]:
Gran bel lavoro Ezio !!!!!!! Complimenti !!! Molto originale! un salutone ciaoo mario

Commento di ezio bottasini [06/11/2015]:
Ragazzi grazie dei vostri pregevoli commenti anche se come sempre un po' esagerati.
A Maurizio dico che per un altro "Spillo" non dovrà aspettare moltissimo, sempre che gli innumerevoli impegni di Giaba non ritardino troppo le pubblicazioni.
Grazie ancora Ezio

Commento di Roberto [06/11/2015]:
Ottimo lavoro Ezio,

Bella la mimetica, con sfumature delicate, così come i chiariscuri sui pannelli. Ottimo anche l' effetto tela sul direzionale e i lavaggi nei pannelli.
Ma siccome sono un criticone, ti segnalo anche tre punti docve c' è qualche margine di miglioramento:

.- Nell' abitacolo avresti potuto lavorare un po' di aerografo schiarendo il centro delle superfici più grandi, tipo i fianchi delle consoles, lucido acrilico e qualche lavaggio scuro per far risaltare i particolari. Le cinture sono decisamente flotanti a mezz' aria, vanno incollate prima della colorazione al seggiolino, cercando di riprodurre qualche piega un po' naturale, una mano di smalto ad aerografo, e via di Valleio a pennello. Infine gli strunmenti, non ho verificato quelli del ME 163, ma generalmente erano quasi tutti neri con indici e lancette bianche. Se non vuoi comprare gli appositi set fotoincisi, procurati almeno delle decal ( fogli dedicati agli strumenti o anche di recupero) tagli ogni singolo strumento, meglio se con una punzonatrice ( punch and die) li posi in sede e con una goccia di lucido riproduci il vetrino.

Continua......

Commento di Roberto [06/11/2015]:
.-Ho notato che hai cercato di creare delle colature dai pannelli sul dorso dell' ala. Ti suggerisco due metodi, simili, ma con il primo meno rischioso. Prima di dare la mimetica, maschera bene il pannellino ovale, crea una bel preshading con del nero, portando il getto di colore dalla mascheratura verso il bordo d' uscita creando la colatura della lunghezza desiderata. In sede di realizzazzione mimetica non coprire troppo. Il preshading si può estendere anche a tutto il bordo esterno del pannellino. Facendolo apparire più chiaro. Il secondo metodo è analogo, ma si procede sopra la mimetica. Qui bisogna avere mano ferma e un po' di pratica, magari esercitandosi su una cavia.
.-Per finire la basetta. le giunture delle piastre non mi piacciono molto. Sembra che hai usato una cornice, allora tanto vale renderla stagna con del vinavil sul retro, colare del gesso ceramico e incidere le giunzioni tra le piastre con una punta. Poi si colora con acrilici, cercando di differenziare qualche piasrtra, e si applica qualche lavaggio a olio diluitissimo. Rapido semplice e molto realistico.

Spero di non averti torturato troppo, me visto che diventi sempre più bravo, perchè non spingere un pochetto sull' acceleratore?

Un abbraccio, Roberto.

Commento di Luca Navoni [07/11/2015]:
Ciao Ezio,

davvero complimenti.....!!! .....bella realizzazione di tutto l'insieme e ben realizzato anche il figurino....

Un saluto, Luca

Commento di Francesco Sasso [07/11/2015]:
Ciao Ezio.. bellissima scenetta, l'aereo e la mimetica mi piacciono molto!
Un salutone
Francesco

Commento di riccardo casati [23/11/2015]:
Grande Ezio ....modello visto dal vero al Varedo Model Show ...veramente bello come del resto gli altri modelli che hai portato ..veramente bravo ..complimenti mi ha fatto piacere conoscerti ...

Riccardo ...


Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No