Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

La Battaglia di Yavin - Ezio Bottasini

Star Wars Episodio VI

"Y-Wing Attack Starfighter vs TIE Advanced X-1"

Kit Bandai scala 1/72




L’episodio IV della Saga di Star Wars, come tutti, compresi i non adepti della Forza, ormai dovremmo sapere, è l’episodio iniziale, quello con cui Lucas ha iniziato questa lunga storia galattica.
Questo episodio si conclude con la distruzione della prima Morte Nera, durante quella che è stata chiamata "Battaglia di Yavin", perché combattuta in prossimità di questo pianeta.




Durante le fasi di questa battaglia si sono visti mandare all’attacco insieme ai più famosi X-Wing, questi caccia stellari denominati Y-Wing, per la loro particolare architettura; prodotti originariamente dalla Koensayr Manufacturing per la flotta della Repubblica durante la guerra dei Cloni, il BTL Y-Wing è una combinazione tra un caccia stellare e un bombardiere leggero ed è molto numeroso nella flotta dell’alleanza Ribelle.




La Koensayr, ne produce diverse differenti versioni, adatte a differenti missioni, incluse le versioni mono e bi-posto; la maggior parte degli Y-Wind Ribelli sono privi del rivestimento esterno e volano con tubature e cablaggi a vista, ciò è dovuto alle ripetute riparazioni ed alla difficoltà di reperire parti di ricambio da parte dei tecnici della Ribellione.




La robusta costruzione di tale velivolo permette di sopportare duri colpi durante i combattimenti e si è meritato la reputazione di "cavallo da tiro" delle forze da combattimento dei ribelli.




Contrapposto all’Y-Wing, durante le scene di battaglia, oltre ai TIE fighter imperiali standard, durante le fasi culminanti dell’attacco, nel tentativo di arginare le forze ribelli, si vede entrare in azione il TIE Advaced X-1, un prototipo sperimentale con ai comandi Lord Darth Vader in persona; rispetto ai TIE standard, questo modello è dotato di sistemi di sopravvivenza nello spazio e di iperguida che gli permettono spostamenti a velocità luce; ancora più maneggevole rispetto agli altri TIE, nelle mani di un eccellente pilota quale è Darth Vader, l’X-1 miete numerose vittime tra le forze ribelli, soprattutto tra gli Y-Wing, meno veloci e maneggevoli.




La scenetta propone appunto un momento prima che questo accada.




I due modelli proposti della pregevole ditta giapponese Bandai, riproducono nei minimi particolari i due velivoli sopra descritti, montati scrupolosamente da scatola, permettono di vedere il differente grado di manutenzione attuato dai due schieramenti contrapposti, all’immacolate superfici dell’X-1, si contrappongono le superfici senza pannelli di rivestimento e con notevoli sedimenti di sporcizia, nonché precedenti colpi di laser (la realizzazione di questi è stata ottenuta con un ago ipodermico scaldato), presenti sull’Y-Wing, la verniciatura ed invecchiamento di questo modello mi ha preso più di 15 ore di lavoro totale, direi che questa fase è stata la più impegnativa e lunga della realizzazione di questo modello.






Il kit è composta di pannellature già colorate, i fregi gialli ai lati dell’abitacolo e le parti in grigio azzurro chiaro del tettuccio e delle carenature dei motori, al fine di evitare di dover riverniciare queste parti ma dovendo smorzare la brillantezza dei colori, in vista dell’invecchiamento e dell’usura che avevo in mente di applicare al modello, nella fase iniziale della verniciatura ho steso ad aerografo delle velature leggere con un grigio chiaro H147, compreso sulle decal gialle che hanno Dopo questa prima fase, ho praticamente coperto il modelli di polvere di grafite, insistendo in modo particolare sulle parti non pennellate, successivamente ho fatto rinvenire i punti più sporgenti, prima con l’H147 a dry brusch, poi con del bianco puro, sempre con la stessa tecnica, sui punti più in vista, insistendo ancora con dell’H113 ruggine mischiato con polvere di grafite o con grafite pura in alcuni punti per dare risalto a sporcatore e/o colature varie, nonché alcune scrostature arrugginite.


Entrambi i modelli hanno ricevuto un finale lavaggio con colori ad olio, il TIE con grigio di Payne, mentre l’Y-Wing con marrone ombra.




L’ambientazione l’ho realizzata fissando su due pannelli di legno fogli di plasticard da 0,25mm, su cui ho incollato, oltre alle due basette originali in dotazione ai modelli, tutto ciò che mi è sembrato opportuno... da pezzi di scheda elettronica: circuiti stampati, transistor, condensatori, ecc.; una tastierina di un vecchio telecomando in disuso; pezzi di LEGO; pezzi di plasticard tagliati in scratch; pezzi di avanzo di vecchi modelli; piccoli pezzi di cartoncino ondulato... ed altro che la fantasia (leggi la Forza), mi ha suggerito.




Una volta finito questo assemblaggio, una generosa spruzzata di primer fine grigio, per uniformare tutto, una successiva generosa spruzzata di nero opaco e successive spruzzate leggere di varie tonalità di grigio progressivamente più chiare.






I modelli sono stati fissati con tubetti trasparenti Tamiya da 3mm.

Le notizie sui velivoli e sulla Battaglia di Yavin sono note dell’autore, mentre le foto sono come di consueto realizzate da Sara; la pazienza di sopportare ancore le mie storie di Star Wars è solo Vostra...

"...che il modellismo sia con Noi..."


Ezio Bottasini

[Gallery]

26.10.2020

Ultimi modelli pubblicati




Gli altri articoli della saga:
Commento di Dino Dall'Asta [28/10/2020]:

Un diorama spaziale molto accativante e ben realizzato, come al solito, dal maestro Obi Wan Bottasini...
Complimenti!!
Dino


Commento di giampaolo bianchi [28/10/2020]:

grandiosa realizzazione spaziale... complimenti per il riciclo e la fantasia.
un abbraccio
Giampaolo


Commento di Massimo M De Luca [28/10/2020]:

Ciao
Grande Ezio!!! Mi sono davvero sentito come proiettato nel "canale" durante il film!!! Ottima impresa e diorama fantastico! Ora il gioco interessante è riuscire ad individuare nella sezione del canale tutti i pezzi usati che hai elencato.
Bravo.... se poi riuscissi a rappresentare i fasci colorati dei laser del TIE sarebbe il Top!
Massimo "pitchup"


Commento di Angelo Battistelli [28/10/2020]:

Bravo Ezio, bel lavoro. Molto originale e interessante la realizzazione della basetta.
Al prossimo
un saluto Angelo


Commento di Alby Starkiller [29/10/2020]:

Carissimo Ezio!... Sai che con STAR WARS sfondi una porta aperta per me... Anzi un PORTONE 😜.
Da appassionato del genere non posso far altro che inviarti i miei migliori complimenti. Bellissima scenetta. La basetta è geniale, il TUTTO realizzato MAGISTRALMENTE!

barvo davvero! ✌️😉
Un salutone da Alby.
E che la forza del modellismo sia SEMPRE Con te! 🤟😁🤟


Commento di ezio bottasini [10/11/2020]:

Ciao Ragazzi, grazie dei positivi commenti; per Massimo, ho visto dei tutorial su come fare i colpi laser, ma sono sicuro di non avere le capacità elettrotecniche per realizzarli, ho in mente però su come potrei simularli in altra maniera... vedrò se riuscirò a fare qualcosa.
A presto.

Ezio "Sparviero"


Commento di Gianni [10/11/2020]:

Gran lavoro veramente, mi piace moltissimo, sporco e bruciature sono molto realistiche, un gran lavoro di fantasia per la basetta bravissimo Ezio.
Gianni



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No