Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis New
Lorenzo Evangelista
Lauro Bonfà
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  I prossimi eventi

M.S.C.


Open Day MSC a Ivrea (To)
20-21 maggio 2017

  Mostra Modellistica

Verona 2016


Mostra Verona 2016
I modelli premiati

  Editoriale

Perche' KitShow?

Ultimi articoli pubblicati...

Leonida - Cristiano Montagnani

Per la realizzazione del busto di Leonida in scala 200 mm, ho utilizzato la tecnica in acrilico e olio; il procedimento è sostanzialmente lo stesso utilizzato per il Signifero già recensito in questo sito.
Dopo una mano di primer grigio, come prima operazione, mi sono concentrato sulla realizzazione degli occhi...

Carro Armato pesante KV-2 - Lauro Bonfà

Verso la metà degli anni 30 del secolo scorso i Sovietici progettarono e costruirono mezzi corazzati di enormi dimensioni e peso, armati con cannoni di grosso calibro.
Questi mastodontici corazzati vennero impiegati per la prima volta in combattimento durante la cosidetta "Guerra d'Inverno" contro la Finlandia nel 39/40.

Semovente M40 da 75/1 - Francesco Sasso

Nell'articolo andrò a descrivere le varie fasi di realizzazione del Semovente M40 da 75/18, un componente del diorama "Il corriere" in fase di realizzazione raffigurante la consegna di un messaggio a un'unità corazzata del Regio Esercito da parte di un bersagliere motociclista, ambientato in Libia durante l'anno 1942.

Soviet Torpedo Boat G-5 - Dino Dall'Asta

La G-5, il cui progetto fu sviluppato dal noto ingegnere aeronautico Andrei Tupolev, era una motosilurante costiera della Marina sovietica in servizio nel secondo conflitto mondiale, dall’aspetto così inconsueto da renderla più simile ad un piccolo sommergibile che a una unità veloce di superficie.
Lo scafo, lungo 18 m e largo 3,5 m, era costruito in duralluminio e poteva raggiungere la velocità di 45 nodi.

F-4 J Phantom II - Maurizio Ugo

Lo Spitfire Mk IX dell'aeronautica militare in scala 1/32 deriva da una scatola Hasegawa dello Spitfire Mk VI, scatola datata con dettagli in positivo ma sostanzialmente precisa nelle forme e con un abitacolo discretamente dettagliato.

Spitfire Mk IX - Valter Vaudagna

Lo Spitfire Mk IX dell'aeronautica militare in scala 1/32 deriva da una scatola Hasegawa dello Spitfire Mk VI, scatola datata con dettagli in positivo ma sostanzialmente precisa nelle forme e con un abitacolo discretamente dettagliato.
A dire il vero l'idea originale era di fare un classico Spit IX inglese ma ho ceduto all'amore per gli aerei della nostra aeronautica militare.

Blowing in the wind - Pietro Ballarini

Negli anni 70 la tecnologia permise la realizzazione di piccole barche in grado di fare crociere d’altura a basso costo; da allora questa classe di scafi non più lunghe di 6.5m è divenuta l’arena di sperimentazione tecnologica per le barche a vela.
L’ispirazione mi è venuta leggendo un’enciclopedia su questo soggetto.

Portastendardo d'Alviano - Francesco Sbarile

Bartolomeo D’Alviano fu un condottiero vissuto a cavallo fra il XV ed il XVI secolo e partecipò, al servizio di Venezia, a tutte le maggiori battaglie nel nord Italia fra il 1503 ed il 1515, anno della sua morte durante l’assedio di Brescia.

Royal Welch Fusiliers - Giuseppe Giovenco

Con questo figurino/giocattolo in piombo dell’antica fabbrica Jo Hill & Co. di Londra, interamente ridipinto e rielaborato dal sottoscritto, intendo portare a conoscenza del panorama modellistico italiano un reggimento, di Sua Maestà, con delle caratteristiche uniche non riscontrabili negli altri reparti.

MIG-21J - Marco Manzo

Il kit Academy in scala 1/48 è senza grosse pretese; nonostante sulla confezione vi sia scritto che l'abitacolo è super dettagliato, nella realtà è fatto malissimo; sarebbe necessario un nuovo cockpit tipo quelli della Pavla.
L'unica cosa positiva è che si possono montare i freni aerodinamici in posizione aperta o chiusa.

Aquila 1 Transporter - Ezio Bottasini

Il kit MPC in scala 1/72 di semplice montaggio, necessita però di molto tempo per togliere imperfezioni e bave; il montaggio è articolato in sottoinsiemi che vanno poi uniti a formare la struttura dell’Aquila.
Il modulo può comunqueessere mantenuto staccato.

Caproni Chiodi CH 1 - Enrico Calanchini

L'aspetto del CH 1, caccia sperimentale progettato dall'ingegner Antonio Chiodi, riportava ai Racer americani dell'epoca; era dotato ottime qualità velocistiche e ascensionali.
Il kit in scala 1:72 è quello della scomparsa ditta d'oltralpe Dujin, privo di decals con istruzioni che comprendono però un utile trittico in scala.

Bearcat F8F-2 - Giuseppe Penna

Ho fotografato il Grumman Bearcat F8F-2 nella versione "Post War".
In questo intervento, mi limiterò semplicemente a dare qualche suggerimento, al fine di non far commettere qualche errore (come è successo al sottoscritto durante la costruzione di questo kit).

Hellcat crash - Giampaolo Bianchi

Il diorama prende spunto dal film Midway, dove un Hellcat si schianta sul ponte della portaerei Yorktown.
Il modello è un kit della Otaki degli anni 70 trovato in un negozio a Roma.
Le stampate sono poche ma di ottima fattura considerata l’epoca e anche il dettaglio è discreto.

"R.I.P. Rust In Peace" - Alessandro Tulli

Per questo diorama mi sono ispirato guardando le foto delle innumerevoli basi militari abbandonate in giro per il mondo stracolme di mezzi ormai decrepiti e lasciati al loro destino.
Si tratta per la maggior parte di residuati post-bellici e di sbiaditi ricordi dell'era più calda della "cold war": l'America e la Russia ne sono piene.

F4U-4 Corsair - Valter Vaudagna

Il kit Academy rappresenta abbastanza dignitosamente il caccia americano, le forme sono reali, con piccole modifiche si può realizzare un modello sufficientemente fedele,
Siccome il modello è presentato come F4U-4B versione evoluta con armamento di quattro cannoni ma la pannellatura delle armi rimane quella delle sei mitragliatrici da 12,7 mm, la scelta era tra modificare la pannellatura delle armi o realizzare la versione a sei mitragliatrici.

Dassault Mirage 5F - Marco Vergani

Lo stampo è Kinetic, ma inscatolato dalla Wingman Models; all’interno della scatola troviamo dettagli in resina dell’intero abitacolo con sedile, vano carrello anteriore, ruote, bombe, scarico motore, dettagli foto incisi con tubo di Pitot della Master, foglio mask, un grande foglio decal stampato Cartograf nonché un libretto per le istruzioni di montaggio.

Signifero - Cristiano Montagnani

La pittura del busto in scala scala 1:10 è stata effettuata utilizzando una tecnica mista acrilico e olio.
Dopo una mano di primer grigio sono passato alla realizzazione del viso dando una mano di incarnato e creando le ombre e le luci in modo molto grossolano ad acrilico; successivamente ho creato una mescola con gli oli di colore base, due luci e due ombre.

Jeep Willys MB - Luca Navoni

Per la realizzazione del modello, ho scelto per un classico, portando però alcune modifiche per cercare un realismo migliore: per prima cosa, aiutandomi con il calore, ho schiacciato leggermente gli pneumatici per dare l'impressione del peso del mezzo sugli stessi, poi mi sono dedicato al mezzo; servendomi di tondini in ottone, ho sostituito i tubi di sostegno del telino della cappotta e ricostruito gli agganci.

"Il corriere", Libia 1942 - Francesco Sasso

L'articolo che segue è la prima parte del diorama in fase di realizzazione, raffigurante la consegna di un messaggio a un'unità corazzata del Regio Esercito da parte di un bersagliere motociclista, ambientato in Libia durante l'anno 1942.
Il kit in resina è della Model Victoria, in scala 1/35: sono rimasto veramente soddisfatto per l'elevata qualità e il dettaglio di ogni singolo pezzo, comprese le fotoincisioni incluse nel kit.

Full-Track Prime Mover M35 - Lauro Bonfà

Questo interessante e inconsueto trattore fu usato dagli Americani per il traino dell'artiglieria pesante nel 1944/45 e più precisamente dal D-DAY fino alla fine del 2° conflitto mondiale.
In pratica era un cannone semovente M10A1 con cannone da 76 MM a cui le officine campali avevano tolto la torretta e aggiungendo nel vano vuoto un compressore e delle tubazioni per l'aria usate per frenare maggiormente durante il traino dei cannoni.

U.S.S. Spuyten Duyvil - Dino Dall'Asta

L’USS Spuyten Duyvil era una torpediniera corazzata semisommergibile, appositamente progettata per avvicinare una nave nemica e rilasciare una carica esplosiva galleggiante direttamente sotto il suo scafo, per poi allontanarsi e farla esplodere a distanza di sicurezza.
A questo scopo, poteva immergersi parzialmente per presentare così un bersaglio minimo al fuoco nemico.

Macchi 200 Saetta - Maurizio Ugo

Il kit Italeri, in scala 1/48, è semplice e piacevole da assemblare; sono soddisfatto del risultato finale in quando le dimensioni permettono una visione migliore delle linee del velivolo.
Il montaggio, è stato integrato da una piccola lastrina in fotoincisione disponibile nel kit, utilizzata per gli interni dell’abitacolo e i carrelli principali.

F-4B Phantom II - Massimo De Luca

Sperando di non tediare troppo i miei lettori eccomi qua ad affrontare nuovamente la creatura di Saint Louis, questa volta nella versione "B", la prima operativa ed entrata in servizio nell’US Navy e nei Marines; questa versione differisce esternamente dalle successive per lo spessore dell’ala (ed i relativi portelli dei carrelli principali) che non aveva i tipici "rigonfiamenti".

T6 Texan - Valter Vaudagna

Tra i modelli di Texan disponibili in scala 48, preferisco il Monogram all'Ocidental - Italeri (migliore solo nella rappresentazione del motore); infatti il vero Texan non ha pannellature, ma file di rivetti che legano alla struttura le lamiere sovrapposte, quindi una fine pannellature in positivo con annessa rivettatura è la miglior soluzione per rappresentare questo storico velivolo.

Pilota Giapponese - Ezio Bottasini

Il kit Tamiya in scala 1/16 raffigura un pilota da caccia della Marina Imperiale Giapponese del primo periodo di guerra, che indossa la tenuta di volo completa di giubbetto di salvataggio; può essere assemblato o a braccia conserte oppure con la katana impugnata nella mano destra. La dotazione si completa con gli occhialoni e i guanti da pilota.

Cohors II Sardorum - Stefano Deliperi

La Cohors II Sardorum era un reparto militare romano di epoca imperiale, esistente con sicurezza fra il I e il III sec. d. C.; si trattava di un reparto di auxilia, cioè di truppe ausiliarie che andavano a supportare l’organizzazione militare romana basata sulle Legioni, reclutate esclusivamente fra cittadini romani.

Belly Tank - Pietro Ballarini

Nel 1946 Bill Burke realizzò la prima auto ‘Belly Tank‘ della storia utilizzando come carrozzeria il serbatoio di un P-51; ben presto si utilizzò il più capiente serbatoio del caccia P-38 (o anche del P-47) che riusciva a contenere tutti gli elementi di un auto (abitacolo, serbatoi, motore) senza avere sporgenze vistose.

Cobra Platoon - Giampaolo Bianchi

Mi è stato regalato uno splendido modello del 1995 di UH-1C "Huey" Heavy Hog, della MRC; per me, studioso e appassionato fin dalla più tenera età, della guerra del Vietnam, è stata l’occasione per mettere in evidenza una particolare compagnia di elicotteristi denominata: "Cobra Platoon".

Filippo I d'Acaja - Francesco Sbarile

Filippo I, figlio di Tommaso III di Savoia, ereditò dal padre i territori di Pinerolo e Torino; è il capostipite del ramo dei Savoia-Acaja; assunse questo titolo sposando, nel 1301, Isabella di Villehardouin, figlia di Guglielmo II di Villehardouin, Principe di Acaia.
Il figurino di Filippo di Acaja è un vecchio kit avuto anni fa mentre il balestriere è un pezzo dell'Aitna, entrambi sono in scala 54mm.

Ragnar Lothbrock - Cristiano Montagnani

Il figurino, prodotto dalla Scale 75, è un 75mm; per la pittura, oltre all'acrilico, ho adottato una nuova tecnica utilizzando colori ad olio solamente per il volto e le parti in cuoio.
Per il viso, dopo aver dato una base di incarnato e abbozzato le ombre, ho creato con gli olii della Windsor & Newton tre sfumature di colore (base, luci e ombre).

HEMTT M1120 LHS - Luca Navoni

L’HEMTT (Heavy Expanded Mobility Tactical Truck) identifica una serie di veicoli pesanti ad elevata mobilità prodotti, a partire dalla metà degli anni ’80, per l’U.S. Army. Caratterizzati da 8 ruote motrici e da significative prestazioni off-road, i veicoli della serie HEMTT possono soddisfare il bisogno di trasporto pesante in condizioni ambientali estremamente difficili.

F.104 Vs MC 202 Folgore - Giuseppe Penna

Da sempre ho avuto un debole per il nostro caccia italiano della 2ª Guerra Mondiale, il Macchi MC 202 Folgore, e relativo "camouflage" ad "anelli di fumo" ed ho pensato di trasferire la mimetica del MC 202 sul caccia Loocked F.104 Starfighter che tanti crediti ha avuto, tra i suoi piloti e non solo.

Bradley M2A2 - Lauro Bonfà

Esattamente alle ore 2:00 del 2 Agosto 1990 centomila soldati irakeni effettivi di una dozzina di Divisioni Corazzate e Meccanizzate assieme a reparti d'elite di commandos elitrasportati invadono il piccolo Stato del Kuwait.
Sono un numero di uomini cinque volte superiore agli effettivi dell'esercito Kuwaitiano e in pochissime ore si impadroniscono del Paese...

Sommergibile "Turtle" - Dino Dall'Asta

Non potevo lasciarmi sfuggire questo originale e incredibile modellino, per cui non ho esitato ad acquistare il kit dalla statunitense Cottage Industry Models.
Lo scafo, in resina di color bianco, si presenta in due pezzi tagliati in asse orizzontalmente che si uniscono perfettamente a incastro, senza bisogno di aggiustamenti o stuccature varie.

Mirage 2000-5F - Marco Vergani

Il modello è inscatolato Kinetic; il coperchio della scatola del kit è dotato di una bella box art, raffigurante il disegno di un Mirage 2000 in volo.
Si compone di circa 170 parti in due toni di grigio, e 12 parti di trasparenti, decal e stencil per marking, nonché un libretto istruzioni con i profili in bianco/nero.

M3A1 Stuart - Riccardo Casati

Il carro è un M3A1 stuard della Academy, il kit e fatto bene e molto particolareggiato, non mi ha dato particolari problemi nell'assemblaggio ad eccezione dei cingoli che vanno montati maglia per maglia, incollati e adattati alle ruote del carro prima che la colla si secchi, se no risulterebbero rigidi e non più adattabili ad esse.

Manovre prima del D-DAY - G. Giovenco

Ho immaginato il mio figurino, qualche giorno prima del D-Day, a bordo della corazzata Nevada (BB-36 come catalogata dall’US NAVY), con tanto di giubbotto di salvataggio ed elmetto di corredo, senza tralasciare il tipico berretto con lo stemma di Sua Maestà, in un’operazione congiunta anglo-americana tra le truppe di terra e le navi di appoggio.

Westernstar - Australian truck - Luca Navoni

La costruzione di questo kit risale a un bel po' di tempo fa, alle mie "prime armi" da modellista; giaceva in uno scatolone semicostruito con decals attaccate alla meglio-peggio e una scatolina con i pezzi più piccoli e i vari accessori.
Ho voluto riprenderlo in esame e dopo una bella pulita e recuperato quasi tutti i suoi pezzi, mi sono messo all'opera.



< Inizio 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 ... Fine >