Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Rapa Nui – L’uovo di Pasqua - Pietro Ballarini

Nella sperduta isola in mezzo al Pacifico Meridionale un guerriero avanza di fianco ad un Moai.
Ha da poco concluso vittoriosamente la prova annuale che darà alla sua Tribù la disponibilità delle risorse migliori dell’isola.
In una mano porta l’uovo di sterna che ha raccolto sullo scoglio di Moto Nui in competizione con gli atleti degli altri Clan.

F-86 Sabre - Thierry Reverdin

Il kit in scala 1/48 della Esci ha buone pannellature, certo non ai livelli dei modelli asiatici, ma molto meglio di quelle in rilievo del kit della Monogram.
Pur datato, non se la cava niente male, anzi!
Il montaggio è stato effettuato da scatola, con pochi problemi salvo qualche stuccatura qua e là.

"The eyes of the tiger" - Luca Navoni

Per questo Sherman M4A3, versione dotata di benna M1 in scala 1/35 dell’Accademy, mi sono voluto ispirare durante il "cat period" nato durante la Guerra di Corea.
Come di consueto, per realizzare questo modello, mi sono servito dell’aiuto di foto storiche e di un piccolo volume in mio possesso, riguardante proprio quel periodo specifico.

M.T.M. - S.L.C. - M.T.L. - Dino Dall'Asta

Ho realizzato questi due diorami in scala 1:35 circa otto anni fa, con l’intento di evidenziare quei mezzi d’assalto navali della nostra Marina, originali e poco conosciuti, che, grazie all’ingegno di pochi e all’eroismo di molti, hanno compiuto imprese eccezionali durante l’ultimo conflitto mondiale.

Ardenne 1944 - Riccardo Casati

Ho realizzato questo piccolo Diorama con l'intento di rappresentare il contrattacco americano nelle Ardenne dopo l'arrivo del Generale Patton e della 3ª Armata.
Nelle Ardenne non mi risulta ci fossero dei Super Pershing ma Tamiya propone ugualmente il kit con questo carro.

Spilloni sull'Ellade - Alessandro Gennari

C’era grande attesa attorno all’uscita del kittone Italeri in 1/32 e, finalmente, lo scorso dicembre la casa italiana ha fatto il grande passo, buttando fuori la scatola.
Un kit che ha fatto discutere, soprattutto i puristi dello Starfgihter...

5-Ton, 6X6 "Born to Kill" - Luca Navoni

Per realizzare questo diorama, sono partito da un vecchio kit di montaggio Italeri versione trasporto truppe e dal mio interesse sulla Guerra del Vietnam e dei mezzi convertiti a gun truck.
Dopo aver montato il modello da scatola, ho iniziato ad apportare le opportune modifiche supportato dall’aiuto di alcune immagini storiche e foto di rievocazioni.

Rassegna modellistica IPMS Verona 2014

Che ci si possa ancora divertire col confrontare le nostre realizzazioni vicino a casa, senza girare l’Italia a caccia di coppe e premi è assodato e con questi chiari di luna riscoprire gli eventi modellistici dietro l’angolo è anche economico e rassicurante; è il caso dell'appuntamento dello IPMS Verona con una rassegna che sta crescendo in qualità e partecipazione.

"L’ombra del colosso" - Alby Starkiller

Ho voluto ritrarre un’ipotetica scena ambientata nel periodo della seconda guerra mondiale dove un carro armato tedesco il Panzerkampfwagen VI Ausf. B, conosciuto anche come Sonderkraftfahrzeug 182 (Sd. Kfz. 182), attende ordini per un miglior piazzamento

Messerschmitt Me 262 - Ezio Bottasini

Il Me 262 fu un bimotore a getto da caccia con ala a freccia sviluppato e prodotto dall’azienda tedesca MesserschmittAG durante la seconda guerra mondiale; impiegato dalla Luftwaffe durante le fasi finali della guerra.
Detiene il primato di essere stato il primo caccia operativo della storia con motore a getto, nonché il primo caccia bireattore.

56th Infantry Brigade - Giuseppe Giovenco

La 56ª brigata indipendente (56th Infantry Brigade), formata da tre battaglioni, ciascuno appartenente a tre diversi reggimenti di fanteria inglesi (2nd Essex, 2nd Gloucestershire e 2nd South Wales Borderes) è sbarcata in Francia per la campagna di Normandia nel giugno ’44 e, fino alla liberazione di Parigi del 25 agosto ’44, è rimasta tale come condizione.

P-47D-27RE "Thunderbolt" - Marco Vergani

Il Republic P-47 Thunderbolt, soprannominato "Jug" era un cacciabombardiere statunitense impiegato durante la seconda guerra mondiale.
A causa delle sue oltre sette tonnellate di peso e delle notevoli dimensioni, è considerato il monomotore monoposto più grande e pesante costruito durante il conflitto.

Capitano degli ussari - Mauro Rota

L'ottima documentazione contenuta nella confezione, mi ha aiutato nella scelta del 4° reggimento, che mi piaceva per l'accostamento dei colori dell'uniforme, blu e rosso, con alamari e ricami vari in oro.
Non mi sono accontentato di fare il soggetto in uniforme da parata, che già di suo, ha comportato il dover aggiungere numerosi ricami supplementari...

U.S. Marine in Fallujah - Alby Starkiller

Dopo aver acquistato l’eccellente Kit di montaggio in scala 1/35 della Tamiya del carro armato M1A1 Abrams, la mia intenzione iniziale era quella di eseguire solo e soltanto il veicolo con i due figurini compresi nella scatola, posizionarlo su di una semplice base e niente più.

Prima del fuoco - Dino Dall'Asta

Ho realizzato questo diorama ambientandolo sul fronte orientale nell’inverno del ‘44: una postazione di lanciarazzi Nebelwerfer, immaginandola facente parte di una linea scaglionata di difesa per contrastare o quantomeno rallentare la progressiva avanzata dell’esercito russo.

Messerschmitt Me 163 - Ezio Bottasini

Il Me 163 "Komet" fu un caccia intercettore con motore a razzo prodotto dall’azienda tedesca Messerschmitt AG.
Fu l’unico aereo razzo operativo ad adottare questa soluzione propulsiva durante la seconda guerra mondiale.
Costruito in circa 300 esemplari, riuscì ad abbattere una decina di aerei alleati.

Corazzata Roma - Franco Corti

La Regia Nave Roma è stata la più straordinaria unità navale italiana della Seconda Guerra Mondiale; varata il 9 giugno 1940 e completata nei due anni successivi durante i quali subì anche un bombardamento americano.
Rimase in servizio per 15 mesi ma non partecipò a scontri navali.

Chaos Daemon - Alby Starkiller

Si narra che nell’antica terra, gli esseri umani avidi e bramosi di potere, inneggiarono a violenze e sanguinolente guerre, ignorando e rinnegando la benevolenza degli Dei. Alcuni di loro si ritennero così potenti da eguagliarsi alle divinità. Fu così che gl’esseri umani scatenarono l’ira degli Dei a tal punto che quest’ultimi decisero di liberare ed inviare sulla terra i DEMONI del CHAOS.

Messerschmitt Bf 110 - Marco Vergani

Durante il secondo conflitto mondiale la Regia Aeronautica ricevette dalla Luftwaffe alcuni suoi aerei, tre Bf. 110 C-3, sei Do.217J usati per la caccia notturna, oltre agli Stuka usati nel bombardamento a tuffo.
Nella maggior parte dei casi erano aerei logori, provenienti da reparti di 2º linea oppure di addestramento della Luftwaffe.

Street Art - Pietro Ballarini

Con il termine Street Art si indica l’arte che vediamo espressa nelle strade urbane.
A differenza dei graffiti quest’ultima non sempre ricorre all’uso della bomboletta spray e non è auto celebrativa.
Essa trasmette messaggi di protesta, politici, sociali ecc. sotto una forma più artistica.

WWII Bicycle - Giuseppe Giovenco

Nel secondo conflitto mondiale, la bicicletta veniva utilizzata spesso e volentieri dai soldati e naturalmente veniva depredata così come gli altri mezzi di spostamento; non era difficile notare jeeps guidate da appartenenti al terzo reich oppure autoblindo tedesche con sovraimpressi i marchi delle varie unità alleate.

Maschinen Krieger - Ezio Bottasini

Il kit Hasegawa è confezionato in una scala piuttosto inusuale (1/20), ciò dovuto probabilmente anche alle piccole dimensioni che la macchina avrebbe nella "realtà", circa 6 metri di lunghezza per 4 di larghezza; è stampato in fine negativo con una ricchezza di particolari che solo una scala grande può permettere.

Gunther e Dieter - Stefano Deliperi

Gunther e Dieter sono due artiglieri di un plotone contro-carro del 67º Reggimento fanteria della Wehrmacht (della componente terrestre, lo Heer).
Il loro reparto è inquadrato nella 23ª Divisione fanteria, a sua volta componente del III Corpo d’Armata della XII Armata.

Merkava Israeli MBT - Alby Starkiller

Progettato e costruito in Israele, il Merkava, che tradotto in ebraico significa "carro", ha la peculiarità di avere il blocco motore, cambio e trasmissione posizionati nella parte anteriore dello scafo, garantendo così una maggiore protezione all'equipaggio e di utilizzare quindi il vano rimasto nella parte posteriore per l’immagazzinamento di munizioni.



< Inizio 1 ... 12 13 14 15 16 17 18 ... 21 Fine >