Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

A.V.I.A. LM 02 - Enrico Calanchini

Un "Picchiatello" silente




Il modello di questo velivolo è un pò al di fuori della tipologia di quanto ho realizzato finora, trattandosi di un aliante.
Progettato nel 1942 dall'Ing. Pieraldo Mortara per l'Azionaria Vercellese Industrie Aeronautiche (A.V.I.A.) fu realizzato in due soli esemplari privi di matricole e denominato LM 02; era un progetto interessante e insolito all'epoca, ma che non fu mai reso operativo a causa di pianificazioni rimaste, (nonostante l'esito positivo dei collaudi) come altre solo nell'immaginario strategico.
Pur non essendo io un fan degli alianti, mi è sembrato doveroso trovare al modello un posto nella mia collezione affiancandolo ad altri soggetti della Regia Aeronautica rimasti allo stadio di prototipo.
Di conseguenza avendo il kit in resina della siciliana SEM Model in scala 1/72, ben stampato e con la possibilità di scegliere tra due versioni, una per il bombardamento l'altra come prototipo privo dell'armamento, ho deciso di cimentarmi nella sua costruzione.




Ho scelto di realizzare la versione offensiva che anche se ipotetica è per me più accattivante, fu pensata (solo pensata) all'epoca per bombardare con più esemplari la rada di Gibilterra senza essere intercettati dagli aerofoni britannici, gli alianti sarebbero stati in grado di trasportare due ordigni subalari, ciascuno da 820 Kg, decollando dalla Sardegna, il traino verso l'obiettivo sarebbe avvenuto mediante velivoli non dichiarati.




Avvenute le operazioni di sgancio in picchiata con l'ausilio di aerofreni, sfruttando il veleggiare residuo, si sarebbero dovuti allontanare dall'obiettivo tornando indietro e una volta ammarati, i velivoli venivano abbandonati, i piloti sarebbero stati recuperati nella Baia di Algesiras della neutrale Spagna da un sommergibile della Regia Marina, questo prevedeva il loro impiego mai avvenuto.
Singolare il fatto che i collaudi del prototipo (privo di bombe) furono effettuati con esito soddisfacente al traino dal caccia Fiat CR 42.




Il montaggio del kit, è relativamente facile, essendo le stampate principali in resina di numero ridotto, l'attenzione va posta soprattutto nel fissare la velatura, poiché la fusoliera in un sol pezzo è priva di riferimenti, quindi la messa in squadro dei timoni e il diedro delle ali vanno eseguiti, fornendo gli elementi di perni metallici nella giusta posizione, in merito alle stuccature, sono limitate al q.b.
Al cockpit già parzialmente dotato dell'essenziale sono state aggiunte le cinture di sicurezza e la pedaliera.






La colorazione è quella tipica continentale della R.A. eseguita ad aerografo in verde oliva e grigioazzurro chiaro.








Enrico Calanchini

[Gallery]

10.01.2020



Commento di Dino Dall'Asta [10/01/2020]:

E' davvero accattivante questo esemplare della R.A. e naturalmente ben realizzato...
Dino


Commento di giampaolo bianchi [11/01/2020]:

Complimenti Enrico per il lavoro e la ricerca storica.
grazie
Giampaolo


Commento di ezio bottasini [14/01/2020]:

Caro Enrico, modello pulito, nuovo, la cosa interessantissima per me che, pur non frequentando pi¨ assiduamente la Regia come una volta, Ŕ sempre nel mio cuore, mi fai scoprire velivoli che difficilmente trovi sui volumi canonici. Ho acquistato l'Hurricane dell'Hairfix, tenter˛, spero con successo, di emulare il tuo magnifico lavoro; purtroppo ormai ho quasi esaurito lo spazio in vetrina.....
Complimenti per la spiegazione di questo regio aliante.
A presto Ezio


Commento di Massimo De Luca [14/01/2020]:

Grande lavoro di cesello in questo caso visto il kit davvero terribile. Tecnicamente ben realizzato.
Interessante la nota storica poi: la affiancherei a quella del ridicolo progetto di bombardare il porto di New York con idrovolanti...
Massimo "Pitchup"


Commento di Gianni [14/01/2020]:

Un kit semplice ma ben fatto, ho trovato interessante la spiegazione storica... chissÓ se fossero stati impiegati.... gli ingelsi hanno cannoneggiato Genova e noi con i nostri alianti gli avremo sorpresi.


Commento di giovenco giuseppe [15/01/2020]:

UNA CHICCA ELLA BOMBONIERA DEI TUOI MODELLI - SENZA CONTARE IL BAGAGLIO DI CULTURA CHE HAI ACCUMULATO CON LA STORIA DELLA REGIA - SE QUALCUNO PENSAVA CHE L'AERONAUTICA ITALIANA AVESSE POCHE TIPOLOGIE DI VELIVOLI, QUESTO ENNESIMO INEDITO, LO HA DEFINITIVAMENTE SOTTERRATO - GIUSEPPE


Commento di Angelo Battistelli [15/01/2020]:

Modello ben realizzato da un bravo modellista condivide come me la passione per i velivoli Italiani della Regia Aeronautica.
Saluti Angelo


Commento di Enrico Calanchini [17/01/2020]:

Grazie infinite per gli apprezzamenti gratificanti e un augurio di un proficuo 2020 per il nostro Giaba e tutti gli amici di kitshow.

Enrico



Puoi inserire un commento su questo articolo

      Nome

      E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No