Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Giuseppe Giovenco - Gallery


Sono un 60enne nostalgico dello sbarco in Normandia da parte alleata; fin dall'infanzia ho sempre avuto uno smodato piacere nel vedere le jeeps Willys, sebbene non ne possieda una (è il mio sogno nascosto ed irrealizzabile).
Colleziono action figures in scala 1/6 che puntualmente riealboro su basi uniformologiche attendibili.

Giuseppe Giovenco

Cameronians Rifles

Al principio della loro storia, erano noti come i Covenanters, soprannominati così per la loro devozione sia al Patto Nazionale, redatto nel 1638, sia alla Solenne Lega e Alleanza, istituita nel 1643, in favore dei presbiteriani per l’unione delle chiese inglese e scozzese.

Royal Welch Fusiliers

Tutto è cominciato con l’acquisizione delle immagini, rintracciate sul web, relative al casco coloniale inglese del Welch Regiment, il cui contrassegno, inequivocabile, è dato dal distintivo in stoffa tricolore posizionato sul lato sinistro che la rappresenta la bandiera del Galles, formata da due bande orizzontali, con il dragone centrale.

Manovre congiunte prima del D-DAY

Ho immaginato il mio figurino, qualche giorno prima del D-Day, a bordo della corazzata Nevada (BB-36 come catalogata dall’US NAVY), con tanto di giubbotto di salvataggio ed elmetto di corredo, senza tralasciare il tipico berretto con lo stemma di Sua Maestà, in un’operazione congiunta anglo-americana tra le truppe di terra e le navi di appoggio.

Cyrenaica 1942

Tutto è cominciato con l’acquisizione delle immagini, rintracciate sul web, relative al casco coloniale inglese del Welch Regiment, il cui contrassegno, inequivocabile, è dato dal distintivo in stoffa tricolore posizionato sul lato sinistro che la rappresenta la bandiera del Galles, formata da due bande orizzontali, con il dragone centrale.

Banchina di Dunkerque 1940

Dunkerque, che ha segnato la ritirata del BEF (tradotto in italiano come Corpo di Spedizione Britannico), organizzata dagli stati maggiori di Sua Maestà, di concerto con altrettanti comandi alleati per recuperare le truppe francesi, del Regno Unito e belghe, fu riportata dai cronisti tedeschi, come una rovinosa impresa del Regno Unito ed un trionfo delle truppe del Reich.

Queens’ Own Rifles

La particolarità delle unità del reggimento Queen’s Own Rilfles, sbarcata il 6 giugno ’44 sulla spiaggia di Juno, è quella di portare i distintivi di grado con colorazione diversa da quella degli altri corpi dell’esercito di Sua Maestà – in particolare il colore tipico delle unità Rifles è il verde scuro, sia per i gradi dei sottufficiali che per quelli degli ufficiali.

Sabotage - France 1944

Questo diorama dal sapore decisamente ferroviario, è iniziato casualmente con delle assicelle di multistrato da 3 mm. ricavate dallo smantellamento, a scopo di riuso, di una confezione di cioccolatini belgi al liquore.

Sharpshooters

Il figurino ristrutturato è un capitano in forza alla 7ª divisione corazzata, sbarcata il 7 giugno 1944 sul fronte della Normandia.
Nella campagna di questa parte dell’Europa occidentale subì gravi perdite, fino al punto che venne fusa con il 3º dopo la battaglia del Bocage, in altra formazione già esistente, sempre in un’unità di cavalleria.

Harley-Davidson WLA

La Harley-Davidson WLA "Liberator", è stata prodotta dall'azienda americana Harley Davidson per essere impiegata dall'esercito degli Stati Uniti durante il secondo conflitto mondiale.
Il kit, prodotto nel 1990 per il Gi Joe, dalla casa Hasbro, era ben lungi dal rappresentare quanto di realistico c’era nel mezzo dell’US ARMY nel 1942, per cui ho deciso di renderlo modellisticamente accettabile.

Caen Libera

Questo diorama, prende spunto dal precedente soggetto Caen luglio 1944, presente nella mia galleria.
Nulla di nuovo, se non l’ambientazione e l’aggiunta di un personaggio inedito, volutamente inserito per sottolineare la impercepibile differenza tra i reparti del genio e quelli di artiglieria di sua Maestà.

La buca

Un fante inglese, accovacciato nella sua buca di fortuna, scambia qualche parola con un suo commilitone nell’attesa dell’azione.
Siamo già ai principi dell’autunno francese, verso il Reno, e le turbolenze dell’Atlantico cominciano a formare gli sbalzi di temperatura, per cui le sciarpe ben proteggono i colli del nostri fanti.

Capitano Royal Artillery

Questo soggetto è un capitano della Royal Artillery in posa per verificare i movimenti delle linee opposte, grazie al binocolo telescopico tedesco SF 14, requisito durante l’avanzata del fronte occidentale in Normandia.
Il binocolo telescopico è stato volutamente ossidato; è prodotto dalla Dragon e assemblato nella confezione del personaggio Rommel.

Caen, luglio 1944

La scena raffigura un sottotenente dei parà ed un paracadutista semplice armato di PIAT, alle porte di Caen.
Quello che ho voluto riportare in scala 1/6 altri non è che il cartello stradale plurifotografato e promosso dalla propaganda alleata, rintracciabile su parecchi siti che parlano del D-Day.

Bagpipes Argyll & Sutherland

Per quel che riguarda le uniformi dell’esercito del Regno Unito, quella del cornamusiere è sempre stata, in assoluto, la mia figura preferita
Con mio rammarico non so suonare la cornamusa, ma il suono che scaturisce dalla sue canne mi ha sempre affascinato anche se alcune melodie sono decisamente laconiche...

56th Infantry Brigade

La 56ª brigata indipendente (56th Infantry Brigade), formata da tre battaglioni, ciascuno appartenente a tre diversi reggimenti di fanteria inglesi (2nd Essex, 2nd Gloucestershire e 2nd South Wales Borderes) è sbarcata in Francia per la campagna di Normandia nel giugno ’44 e, fino alla liberazione di Parigi del 25 agosto ’44, è rimasta tale come condizione.

WWII Bicycle

Nel secondo conflitto mondiale, la bicicletta veniva utilizzata spesso e volentieri dai soldati e naturalmente veniva depredata così come gli altri mezzi di spostamento; non era difficile notare jeeps guidate da appartenenti al terzo reich oppure autoblindo tedesche con sovraimpressi i marchi delle varie unità alleate.

Regina & Winnipeg Rifles Regiments

Le truppe britanniche sbarcarono su 3 (Gold – Sword - Juno) delle 5 spiagge, individuate dal comando alleato, nel famoso 6 giugno 1944; al contingente canadese assegnarono la lingua di sabbia distinta con il nome di Juno, interposta tra le altre due : Gold e Sword; i canadesi si distinsero spesso per azioni di coraggio, salvando la situazione (e la pelle) alle consorelle formazioni inglesi.

M.P. 49^ divisione fanteria

Il soggetto è un sottufficiale della polizia militare identificato nella 49^ divisione di fanteria, impiegata in Normandia nel 1944.
Ogni divisione di fanteria inglese aveva una compagnia di M.P. (c.d. provost company), a tutela delle eventuali diserzioni, non infrequenti, tra le fila dei vari corpi impeganti nelle campagne di guerra.

Argyll & Sutherland Highlanders

Il tenente realizzato è del reggimento Argyll & Sutherland Highlanders, aggregato alla 51^ divisione di fanteria (HD), operante all’epoca dello sbarco in Normandia e nelle successive campagne nel nord ovest Europa.
La 51^ higland infantry division era composta da 3 brigate di fanteria; il figurino appartiene alla 154^ brigata (junior).

British jeep R.E.M.E. H.Q.

La scena è uno spaccato di giornata nelle retrovie e affigura l'approvvigionamento di viveri e munizioni per le divisioni britanniche di stanza nel nord della Francia dopo la presa di Parigi del 25 agosto 1944.


Verona Model Expo 2015

Quest’articolo, sebbene di parte, vuole semplicemente offrire una panoramica di quello che si è visto a Verona nel padiglione 7, esattamente nell’angolo dei carri 1/6 radiocomandati.
La mia partecipazione si è limitata a fornire alcuni diorami al nutrito gruppo di carristi, provenienti da mezza Italia, oltreché dei figurini per il settore americano.

Mostra Montecassino e Normandia

La mostra del 70º anniversario della battaglia di Montecassino e dello sbarco in Normandia, ha dato la possibilità ai mantovani, ed ai turisti, di potersi godere gli elaborati di chi, con tanta pazienza e tenacia, ha cercato con una ricerca storica a corollario del suo pezzo, di portare all’attenzione del pubblico quanto si poteva vedere all’epoca.