Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Gondola Veneziana (I Parte) - Pietro Ballarini

- Costruzione dello scafo -




In occasione di un diorama su Venezia ho effettuato delle ricerche sul web per acquistare un kit di una gondola in scala 1/35 e sono rimasto un po’ dispiaciuto di non avendo trovato niente.
La gondola potrebbe essere un soggetto molto interessante per i modellisti di tutto il mondo a cui piace evadere dai soliti soggetti militari in aggiunta del fatto che si possono fare diverse scenette con vari sfondi veneziani e in varie epoche.
Non mi sono perso d’animo, un amico mi ha procurato i piani navali della gondola in scala 1/10 che ho debitamente riportato nell’1/35.
Per la mia scarsa conoscenza dei legni ho scelto di realizzarla in plasticare e Milliput, più versatili ed adatti alla piccola scala.
Nelle fasi che seguono proverò ad illustrare come ho proceduto.

Con la sezione multipla del piano di costruzione ho ricavato le ordinate usando il programma Autocad; per comodità; si può altresì usare la carta carbone.






Da ogni sezione ho segnato 1mm in meno nell’ingombro esterno per lasciare lo spazio al fasciame (2 strisce di plasticare da 0.5mm)




Con carta carbone riporto la posizione numerata di ogni ordinata sul fondo della barca






Il fondo viene ritagliato ed incollato sul traverso curvo che ricavo dal disegno della sezione e che rinforzo con aste di legno










A questo punto rifilo le ordinate lasciando però la parte di collegamento superiore per dare rigidità quando incollerò il fasciame.










In un primo tempo toglievo il materiale col trapanino e rifinivo con limetta, poi ho scoperto che facevo meglio col cutter (grazie plasticard!).




Si incollano le ordinate con colla liquida sul fondo; tra una e l’altra rinforzo l’incollaggio con spessori di plasticard






Le ordinate delle due testate le lascio piene in quanto non visibili e utili a rinforzare la struttura












Attenzione ad inclinare il traverso di dette ordinate perché la gondola vera considera il peso e la posizione del gondoliere su un lato. Anche la pianta della barca è asimmetrica (un po’ a ‘banana’) per lo stesso motivo.










Incolliamo ora una striscia di plasticard che funge da bordo superiore. In questa occasione bisogna correggere gli errori di allineamento.








Poso ora il fasciame da 0.5 con strisce di varie misure. Siccome ho notato che i bordi di contatto non sono sempre precisi decido che una sfoglia di Millput sostituirà il secondo strato di fasciame.












È la decisione giusta in quanto irrobustisce notevolmente il modello e consente aggiunte per correggere le imperfezioni.






Uso ancora il Milliput per irrobustire lo spigolo interno di contatto col fondo. Il tutto verrà nascosto dal pavimento che incollerò sopra alle ordinate sa cui avrò tolto la parte superiore.






Irrobustisco ulteriormente il bordo con una striscia a cui ho fatto gli incavi per evitare le ordinate. Scusate ma non so come si chiama nei termini tecnici.






Ora incolliamo il ‘cielo’ superiore che risulta piatto; con specchi triangolari di plasticard mi raccordo al traverso di poppa e di prua dandogli la forma a capanna.




Seguendo i disegni e le molte foto raccolte applico i vari pannelli nella parte superiore della gondola.






La striscia decorativa longitudinale in centro la riproduco con un semitondo segnato con una riga blu che mi aiuterà a vedere i vari segni che lascio col seghetto.






Le tre lamine metalliche che corrono a protezione del bordo le imito con un profilo ad ‘u’ della evergreen nel quale incollo un ulteriore striscia centrale.






I decori complessi li riproduco con filo di stagno da 2mm. Per quelli semplici invece uso lo sprue che attacco con colla liquida Tamiya.












I piccoli particolari sono fatti col plasticare sottile da 0.1. Il ferro di prua con lo 0.5. Il ferro di poppa anche , ma poi l’ho cambiato con filo di stagno da 0.5 appiattito in un secondo tempo.








Lo scafo è finito e lo porto in carrozzeria da un amico che gli applica una vernice bicomponente Nera lucida (NON IN FORNO , mi raccomando!!).
Ci sono esempi di finiture semilucide o anche opache ma io la volevo a specchio!





Seguirà la descrizione degli accessori…

Pietro Ballarini
04.05.2015

[Gallery]


Gli altri articoli dedicati al diorama:
Gondola Veneziana (II Parte)
Lo "Sciopòn"
Il ponte
La Palazzina
Il Palazzo
Assemblaggio e Figurini

Commento di Fabrizio [06/05/2015]:
gran lavorone!!!!!!!!!!!!!!

Commento di Luca Navoni [06/05/2015]:
Ciao Pietro,

davvero spettacolare il lavoro che hai svolto per l'autocostruzione della gondola, dalla foto iniziale sono davvero curioso di vedere tutto il corso dell'opera.....

davvero complimenti...!!!

un saluto, Luca

Commento di ezio bottasini [07/05/2015]:
Ciao Pietro, siamo alle solite, altro stupore ed altra meraviglia, sei unico. Aspetto con ansia il seguito.
Bravissimo Ezio

Commento di Riccardo casati [07/05/2015]:
Spettacolo !!!!!!!!!!!

Commento di Vito [08/05/2015]:
Ciao...... Lavoro invidiabile di auto costruzione.
Davvero eccezionale.
Complimenti vito

Commento di maurizio ugo [09/05/2015]:
.....ciao Pietro, gran bel lavoro, dettagliato bene, mi fa venire voglia di fare una gondola.... ma le gondole non volano, quindi.... aspetto con tepidazione la seconda parte!!!!! complimenti!!!!
un salutone.... maurizio

Commento di Enrico Calanchini [10/05/2015]:
Ostregheta!!!! Lavoro spettacolare di grande manualità e precisione.
Essendo innamorato di Venezia mi intriga molto vedere il seguito e il finale.
Complimenti vivissimi.
Ciao Enrico

Commento di riccardo [20/05/2015]:
sono un pensionato ho visto il tuo lavoro è stupendo piacerebbe iniziare anch'io cosa mi consigli



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No