Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

FIAT G.55 "Centauro" Serie 1

"7 nero" pilota Cap. Ugo Drago

Ezio Bottasini

Kit Special Hobby scala 1/48




Cari Amici, come la maggior parte dei miei modelli anche questo ha una piccola storia; malgrado sia nota a tutti la mia passione per gli aerei della Regia Aeronautica e in genere italici di quel periodo, l’acquisto di questo modello è stato in parte forzato dall’assegnazione alla mostra di Giussano 2015 di un premio speciale Sky Model, per gli aerei di Giuseppe Cenni, già comparsi su queste pagine (che si sono aggiudicati anche l’oro a Monza e il bronzo a Varedo), consistente nel foglio decal SKY 48-013, appunto dedicato al nostrano Fiat G.55; cosa fare quindi se non acquistarne il kit? All’epoca fui battuto sul tempo dall’amico Marco, che si aggiudicò il "Serie 0", mi rimase in negozio a Monza, il "Post War Service" che contiene i particolari per realizzare tranquillamente un esemplare bellico, tanto le decal io già le avevo...
Avendo l’amico Marco realizzato un esemplare con schema mimetico continentale di base a Bresso, pur amando quel campo di aviazione per diversi motivi, si trova vicino a dove sono nato ma, principalmente perché papà lì provava gli strumenti di bordo degli MC202, di produzione Breda, prima della consegna ai reparti, fino al 1943 anno in cui fu chiamato alle armi, dovendo decidere che livrea dare al mio 55, la scelta non poteva che cadere sullo schema sperimentale a tre colori ed ovviamente al "7 nero" del Capitano Ugo Drago (Drago di nome e di fatto); ma partiamo dall’inizio.
Il Fiat G.55 "Centauro" fu il migliore dei tre caccia della serie 5 (gli altri erano il Macchi C. 205 e il Reggiane Re 2005), di conseguenza lo si può considerare come il miglior caccia italiano del 2° conflitto ed uno dei migliori tra tutti i belligeranti.
Potente, ben armato, veloce, finalmente i nostri piloti potevano combattere ad armi pari con gli avversari; peccato che ormai si era alla fine, troppo pochi e troppo tardi.




Malgrado questo modello sia confezionato dalla ditta della Repubblica Ceca Special Hobby in short run, risulta piuttosto preciso e di non difficile montaggio, anche se alcuni particolari è meglio rifarli.
L’abitacolo è abbastanza dettagliato, grazie alla presenza di due pezzi laterali a cui basta aggiungere qualche tubetto e cavetto per completare i particolari e, anche grazie alla presenza di una lastrina fotoincisa per cruscotto, cinture di sicurezza, manette e levette varie; personalmente ho aggiunto anche la bombola dell’ossigeno a fianco del seggiolino che, però, a montaggio avvenuto risulta invisibile.




Il dettaglio delle superfici, è fine e piuttosto preciso nelle pannellature in negativo, queste vanno solo riprese dopo aver effettuato alcune operazioni di stuccaggio.
I particolari che mi sono sentito di rifare sono:

  • le canne dei cannoni alari,
  • il tubo di pitot
  • le mitragliatrici in caccia sul cofano motore
  • la canna del cannone nel mozzo dell’elica
  • i traguardi di mira posti davanti al parabrezza
  • le bocchette delle prese d’aria ausiliarie poste sotto il muso sono state aperte e rifinite con la Tamiya tappo verde.






Ho aggiunto inoltre:

  • i tubetti dell’impianto idraulico del carrello principale sia sulla gamba che sul martinetto di ritorno del carrello,
  • i flap solidali all’ala sono stati sezionati e dettagliati
  • le parti mobili dei piani di coda orizzontali e verticale, sono stati tagliati e riposizionati con la ricostruzione delle cerniere,
  • al filo dell'antenna, ho aggiunto i dielettrici e la molla di tensione posteriore, questa è stata ottenuta con un filo di rame sottilissimo, avvolto a spirale attorno ad un ago e fatto scivolare sul microfilo usato per l'antenna; i dielettrici sono due pezzetti di evergreen di diametro 0,88, forati al centro e anch'essi fatti scivolare e fissati sul filo con la colla 21.







La parte più impegnativa, se non altro in termini di tempo è stata indubbiamente la fase di verniciatura; dopo aver dato una spruzzata di primer fine grigio Tamiya, ed effettuato un preshading nero ad aerografo, ho iniziato con le superfici inferiori dando ad aerografo l’H 64 grigio chiaro, con le debite desaturazione; dopo aver effettuato "l’effetto tela" sulle parti mobili di alettoni e piani di coda orizzontali, sono passato alle superfici superiori, delimitando di volta in volta le aree da verniciare; prima il giallo mimetico 3, usando l’H 63 leggermente schiarito, poi desaturato in mezzo alle pannellature ed infine l’effetto tela dove necessario; tale operazione è stata ripetuta per il verde mimetico 1, per il quale è stato usato l’H 102 ed infine per il marrone mimetico 2, per il quale è stato usato l’H 133.
Per la fascia bianca è stato usato l’H34.
Gli interni sono stati ottenuti con il verde anticorrosione acrilico della Lifecolor poi sporcato con una velatura di marrone molto diluito.










Finita la verniciatura, ad essiccazione avvenuta, con una punta di matita sottile a becco di flauto, sono state ripassate le pannellature poi leggermente sfumate con un pennello piatto con le setole corte.
Le decalcomanie, una volta applicate, essendo troppo brillanti, sono state smorzate nei colori con una passata drybrusch, col l'H28 grigio chiaro mimetico.
I piloti ed il bidone derivano dal set CMK F48061 "italian pilots WW II", per la loro verniciatura, potete rifarvi agli articoli dedicati al Messerschmitt Bf 110 italiano o ai già citati velivoli di Giuseppe Cenni, articoli entrambi apparsi su queste pagine.






Devo dire che ero partito con la voglia di fare un modello tranquillo, in quanto reduce da una serie di modelli discretamente impegnativi (G91, AMX, X-34 Landspeeder), poi la voglia di migliorare alcuni particolari migliorabili ha avuto la meglio... ormai sono stato definitivamente contagiato.










Un ringraziamento dovuto va agli amici Marco, Giacomo (il nostro Giaba) e Vito, per il supporto e l’incoraggiamento che mi hanno dato durante la realizzazione di questo modello; e a mia figlia Sara per le foto che accompagnano queste righe.




è stato bello tornare a fare dopo tanto tempo un aereo della 2° G.M., tanto più con i colori e le insegne di un nostro Asso; sullo scaffale in attesa tra gli altri ho ancora un paio di italici velivoli di quel periodo, ma queste saranno altre storie.


Ezio Bottasini

[Gallery]

10.09.2018




Commento di Enrico Calanchini [10/09/2018]:
Non posso che plaudere a questa tua opera molto ben eseguita, auspicando di vederne ancora sull'argomento.
Ciao Enrico

Commento di marco vergani [10/09/2018]:
Bello ..... ma ormai ci siamo quasi abituati ai tuoi piccoli capolavori!
Complimenti vivissimi.
Un abbraccio ... Marco V.

Commento di giampaolo bianchi [11/09/2018]:
CARO EZIO LAVORO STUPENDO.. SPECIE I PICCOLI PARTICOLARI.. SPERO CHE IL TUO CONTAGIO SIA INFETTIVO E NON CI SIA CURA.. AHAHAHA GRAZIE E COMPLIMENTI GIAMPAOLO

Commento di giovenco giuseppe [11/09/2018]:
..... e gira gira l'elica, avvia il motor, questa è la bella vita, la vita bella dell'aviator!!!! - bravo Ezio, altra pagina della Regia indiscutibilmente di grandi pregio e fattura

Commento di Massimo M. De Luca [11/09/2018]:
Ciao Ezio
Bellissimo!!! La livrea è magnifica... il "vissuto" ottimo... l'hai interpretato benissimo secondo me! Complimenti davvero.
Massimo "Pitchup"

Commento di michelangelo Galli [11/09/2018]:
Ciao Ezio
Bellissimo lavoro Ezio.... vorrei esser bravo quanto te nel fare gli aeroplani! 10 e lode

Commento di Alby Starkiller [12/09/2018]:
...magistrale realizzazione!!!
Ì miei migliori complimenti.
Un caro saluto.
Alby.

Commento di LAURO BONFA' [12/09/2018]:
Molto bello questo Italico modello, preciso fin nei minimi dettagli, Complimenti Carissimo detto da un Carrarmataro Cigolante.

Commento di Dino Dall'Asta [14/09/2018]:
Ennesimo, splendido lavoro...!!
Dino

Commento di Vito [24/09/2018]:
Ezio amico mio ....
essendo il mio primo commento dopo tanto tempo sarò buono .....
Scherzi a parte come sai io faccio solo jet quindi non ho una grande conoscienza del soggetto per quanto famigerato...
Però modellisticamente pariando e promosso a pieni voti Un piccolo appunto sul terreno.... dagli un po' di variazioni di colore a quel erba "ferroviaria" che sembra troppo finta 😜

Commento di Roberto [26/09/2017]:
Bellissimo soggetto, e interessante mimetica. Ben fatto
Ezio, complimenti.

Commento di Gianni [13/11/2018]:
Complimenti Ezio un lavoro molto bello fa un figurone, si apprende molto leggendo e guadando le foto dei tuoi modelli e di tutti quelli bravi come te.
Prima o poi terminerò anche io con il mio Spit in 1/48 iniziato mesi fa ed abbandonato per una improvviso ritorno ad un vascello in legno anche lui lasciato da parte.
Ancora i miei compolimenti
Gianni


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No