Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  I prossimi eventi

AMP


Hobby & Model Show a Forlì
12-13 maggio 2018


Milano Scale Model 2018


Milano Scale Model
12-13 maggio 2018

Tanto tempo fa in una galassia lontana... IX

X-34 Landspeeder - Ezio Bottasini




Il Landspeeder di Luke Skywalker, è un vecchio modello costruito dalla Sorosuub Corporation, progettato per veloci viaggi planetari, ha una velocità massima di 250 Km/h.
Il due posti è poco adatto a trasportare oggetti, infatti è un po’ come le nostre moderne auto sportive con pochissimo se non nullo, bagagliaio; lo spazio disponibile è limitato allo spazio per le gambe ed un piccolo bagagliaio semicircolare posto dietro i sedili.
Sotto il cofano ci sono i repulsori di gravità, che permettono al mezzo di stare sollevati da terra fino ad un metro di altezza, mentre tre turbine esterne poste: due alle estremità di due corte alule laterali e una posta su una corta pinna verticale dietro l’abitacolo, danno spinta e velocità.
Le due turbine esterne, inoltre, in base alla potenza erogata, permettono le virate a destra e sinistra durante la marcia; la pedaliera permette di accelerare e frenare, inoltre i sensori sul cofano misurano velocità ed accelerazione, trasmettendo i dati sui display presenti sulla consolle.
Il pilota, siede a destra; entrambi gli occupanti sono protetti da un ampio parabrezza ad alta resistenza, trasparente che protegge efficacemente da sabbia e pietre.
La turbina di sinistra ha sempre causato diversi problemi, tanto che Luke Skywalker decise di lasciare il motore scoperto per permettere velocemente le riparazioni.




Il Landspeeder appare ufficialmente durante le prime fasi dell’Episodio IV "Una nuova speranza", durante le fasi di ricerca di R2-D2, diventato C1-P8, dopo l’azzeramento della memoria avvenuta alla fine dell’Episodio III; quindi durante la ricerca di C1-P8, andato a cercare Obi-Wan Kenobi, come da mandato della Principessa Leila.
Una fugace apparizione, però, vi è anche nell’Episodio II, quando Anakin tornato con i resti della madre Smi, dopo aver sterminato e distrutto l’accampamento di predoni Tusken, sta in officina a riparare "cose": "... sono sempre stato bravo a riparare ma non ho potuto fare niente per lei..."; sullo sfondo, semi abbandonato si intravede l’X-34, a dimostrazione degli anni che questo mezzo ha.




La scena si colloca alla partenza di Luke e C3-PO, per la ricerca di C1-P8.
Il kit è il Revell Easy Kit 06685, in scala 1:14, che, come tutti i kit di questa serie, è fatto fondamentalmente per bambini (8+), preverniciato e ad incastro, quindi se si vuole ricavarne un modello decente ci si deve lavorare un po’.




Ho iniziato dall’abitacolo, aggiungendo un display sulla consolle centrale, con strumenti e indicatori, ho aggiunto strumenti ed indicatori anche sui due display posti sopra il cruscotto davanti ai due passeggeri; aggiunte sono state fatte anche sul ponte che divide i due sedili, aggiungendo un raccordo alla leva centrale come pure due piccole consolles con tasti ed interruttori; il volante è stato completamente autocostruito, del volante rotondo di scatola, ho tenuto solo il piantone a cui ho praticato due fori a circa 240° per inserire due pezzi di ottone sagomato; anche il blocco dello sterzo è stato ricostruito e aggiunto. Tutto l’abitacolo è stato ridipinto e invecchiato.



v







Al motore scoperto sono stati aggiunti fori sulle centine di sostegno della copertura; rifatti cablaggi e tubature, come pure sono stati aggiunti i tubi e cablaggi di raccordi che fuoriescono dalla fusoliera; al motore centrale sono stati aggiunti i blocchi di supporto e aggancio nella parte inferiore.








I sensori posti davanti al parabrezza sono stati autocostruiti; anche il parabrezza è stato danneggiato per simularne l’usura e gli anni, come se avesse preso diverse sassate; la carrozzeria è stata danneggiata nella parte frontale con un ferro caldo così come appare nella "realtà", come pure le ampie scrostature e graffiature.




Tutto il mezzo è stato riverniciato, dopo una mano di primer fine, è stata stesa una mano di alluminio lucido Tamiya TS-17, mascherate alcune zone irregolari con Maskol, ad aerografo è stato dato l’H61 flesch, colore che maggiormente si avvicinava al colore base dell’X-34; successivamente previa mascheratura, è stato dato sempre ad aerografo l’H107 WWI purple, che ben si avvicina al rosso dei fregi posti sul mezzo; il grigio usato per i motori è l’H32 black grey.




Un trattamento per un maggior realismo è stato dato anche ai due figurini che completano il mezzo: Luke Skywalker e C3-PO che è alla guida.






Il vaporatore e gli annessi di controllo, sono stati realizzati con materiale vario di recupero, pezzi sempre di recupero e profilati Evergreen per i raccordi.

La basetta è orami il classico pezzo di multistrato da 2cm di spessore, misura 30x20, cosparso in parte di sabbia che poi è stata aerografata con H63 sand, drybrushata con H28 camouflage gray e contornata di nero lucido per dare maggior risalto alla scena.




Le notizie sono liberamente tradotte dal libretto di istruzioni del kit e, in parte sono n.d.a.; le foto sono come di consueto eseguite da mia figlia Sara a cui vanno i miei ringraziamenti, come ringrazio tutti voi che sopportate e seguite ancora la mia personale Saga (non è ancora finita) di Star Wars.
"...Che il modellismo sia con noi..."


Ezio Bottasini

[Gallery]

15.02.2018

Gli altri articoli della saga:
I   - T-65 X-Wing Fighter "Rosso 5"
II  - T-65 X-Wing Fighter "Il restauro"
III - AT-AT
IV  - T65 X-Wing Fighter "Escape from Death Star"
V   - Millenium Falcon
VI  - Airspeeder T-47
VII  - TIE Fighter
VIII  - Slave I
X-Wing "Rosso 3" e Jedi Starfighter




Commento di Massimo M. De Luca [18/02/2018]:
Ciao Ezio
l'ho appena vista!!!
ECCEZIONALE!! La Forza modellistica scorre davvero potente in te.
Il lavoro di invecchiamento è stupendo e rende magnificamente l'idea del mezzo ed il suo ambiente.
L'unico appunto che posso fare è che Luke non avrebbe mai fatto guidare un "robot protocollare" anche se questi conosceva almeno 20000 tipi di idiomi diversi!!
Massimo "Pitchup"

Commento di Giampaolo Bianchi [18/02/2018]:
CARO EZIO LA TUA GENIALITA' E BRAVURA STANNO NEL FATTO CHE NON SEI MAI BANALE E RIESCI SEMPèRE A STUPIRE..COMPLIMENTI PER IL MODELLO MA IN SPECIAL MODO PER L'USURA E AUTOCOSTRUZIONI.
UN CARO ABBRACCIO.
GIAMPAOLO

Commento di Dino Dall'Asta [18/02/2018]:
Una bellissima realizzazione del Maestro Jedi Obi-Wan Bottasini...
Dino

Commento di marco vergani [19/02/2018]:
Se non ricordo male l'ho visto in fase di costruzione, infatti mi torna in mente la basetta dove hai usato il materiale più disparato .... un altro pezzo pregevole che si aggiunge alla saga di Star Wars.
Un caro saluto, Marco.

Commento di Enrico Calanchini [19/02/2018]:
Come fan di Star Wars non posso che apprezzare il tuo ennesimo splendido lavoro sul tema.
Complimenti galattici

Enrico

Commento di ezio bottasini [20/02/2018]:
Carissimi, grazie dei vostri esagerati complimenti, ne ho in serbo ancora altri di lavoretti "galattici", il buon Marco ne sa qualcosa ma giustamente tace......
Grazie, alla prossima e "...Che il modellismo scorra in noi..."

Commento di michelangelo galli [20/02/2018]:
Che la forza sia con te Ezio! ma vedo che è già con te...Bravo ...sai rendere un capolavoro anche la saga Star Wars!
Stai attento che non ti venga a trovare Darth Wader per un Autografo!
Ciao Ezio!

Commento di Gianni [20/02/2018]:
Complimenti Ezio un bellissimo lavoro di usura, il soggetto non è tra i miei preferiti ma il tuo lavoro diorama compreso li valorizza moltissimo

Commento di giovenco giuseppe [20/02/2018]:
devo dire che star wars ti è penetrato letteralmente nelle ossa fino alla produzione di midollo spinale ( il che è essenziale per la vita ) - questo tuo ennesimo lavoro è il ritorno a una tua malattia incurabile e destinata a peggiorare con l'avanzare dell'età - ma come sai, ognuno di noi ha la sua malattia e come vedi questo ospedale, il san Giaba, ha le corsie piene!!! ti auguro una lunga permanenza, così come a me ed a tutti gli altri - grazie Ezio per questo rinnovato revival per la saga!! Giuseppe

Commento di marco vergani [20/02/2018]:
Caro Ezio, sai bene che Star Wars fa parte di quella "branchia" del modellismo che non mi esalta ma so riconoscere il modellismo di classe. BRAVO!
Ciao, Marco.

Commento di Gerry [20/02/2018]:
C'è poco da dire...
Che la Forza modellistica sia sempre con tutti noi. :-)

Commento di Lauro Bonfà [20/02/2018]:
Da carrarmataro cigolante ti faccio tanti Complimentoni per questo ennesimo ottimo spaziale lavoro.
Grande Ezio, Avanti Tutta.

Commento di Luca Navoni [22/02/2018]:
Ciao Ezio....!!!....come fanalino di coda ma sono sempre presente....non posso fare altro che farti i complimenti anche io, davvero bella realizzazione e lavorazione....!!!

un saluto, Luca.

Commento di Alby Starkiller [27/02/2018]:
Caro Ezio,
Ho visto soltanto ora il tuo ultimo capolavoro.
Causa lavoro, e quindi, pochissimo tempo a disposizione, sono un tantino assente dalle scene...
Come tu ben sai, da appassionato di STAR WARS, tempo addietro realizzai pure io questo stesso modellino, ma debbo ammettere che tu lo hai eseguito molto ma molto meglio rispetto al mio.
Con moltissimi particolari in più, e molto più curato in quanto a dettagli/pittura.
Bravissimo! I miei migliori complimenti.
Un caro saluto.
ALBY.

Commento di ezio bottasini [28/02/2018]:
Carissimi amici, sono commosso dai vostri commenti, mi danno la carica per andare avavnti ad annoiarvi con i miei modelli, ma soprattutto a tentare qualcosa di più dal punto di vista modellistico. Grazie.
"...Che il modellismo sia con noi..."
Al prossimo Ezio


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No