Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

"Time for break" (Work in Progress - III)

M-ATV MRAP (Mine Resistant Ambush Protected)

Luca Navoni

Eccoci qua con la terza parte di "Time for break" dove il soggetto in esame è il mezzo M-ATV del quale vi avevo accennato nella parte precedente.
La Oshkosh M-ATV è un veicolo sviluppato dalla Oshkosh, Wisconsis per il programma MRAP All Terrain Vehicle.
È stato progettato per fornire gli stessi livelli di protezione come i MRAP precedenti più grandi e pesanti, ma con una migliore mobilità ed è stato destinato a sostituire l'Humvee.
I primi veicoli sono arrivati in Afghanistan nel mese di ottobre 2009.






Passiamo al kit...
Il kit di montaggio è della Panda Model art.35001 in scala 1/35; gli stampati non presentano una definizione molto curata e sono presenti un sacco di "sbavature" da ripulire con molta attenzione sopratutto nelle parti più piccole.
Nelle istruzioni ci sono alcune corrispondenze invertite e mi sono dovuto servire delle foto del veicolo reale per essere sicuro dell'alloggiamento di alcuni pezzi.
Il kit presenta comunque dei punti a favore come i tre stampati di fotoincisioni e i pneumatici di gomma e non le due classiche metà da assemblare fra loro, quindi con un po' di pazienza si arriverà ad ottenere un buon modello.

Costruzione
Dopo la breve introduzione, passiamo all'assemblaggio e modifiche apportare a questo kit; per iniziare, ho voluto sostituire i pneumatici della scatola con quelli della Def Model in resina art. DW35054 più definiti.




Con l'intenzione di "ritrarre" in questo diorama un momento di "stacco/pausa", ho deciso di lasciare il cofano del mezzo aperto ma, il kit non prevede la presenza del motore e in commercio non esiste un vero kit apposito per questo mezzo; dopo qualche ricerca, e grazie all'aiuto del mio socio Danilo, sono riuscito a trovare un kit di un motore che più si avvicinava al vero e, con qualche modifica, si apprestava alle caratteristiche di questo mezzo. Il motore è della ditta CMK art. 3004 in resina per la versione dell'M939 dell'Italeri; con una foto del motore originale sotto mano mi sono messo all'opera.




Ecco come il motore si presenta nella sua scatola originale...






...mentre nelle foto successive potete osservare il motore modificato e colorato per avvicinarsi il più possibile all'originale.






L'assemblaggio del mezzo è partito dalla parte inferiore, dove ho apportato piccole migliorie sostituendo alcuni perni in plastica con altri di stessa misura ma in metallo, poi con del filo di metallo molto sottile ho aggiunto alcuni cavi di collegamento che si estendono dalle ruote fino alla parte sottostante. Per finire, sempre con del filo di ferro però un po' più grosso, ho riprodotto le molle delle sospensioni sostituendole a quelle del kit in plastica.






Sono poi passato all'interno della cabina: quasi tutto da scatola a parte il kit radio non incluso per il quale mi sono servito dei pezzi trovati nella mia "scatolina magica"; i vari cavi di collegamento che si notano, sono sincero, li ho posizionati a piacimento; per la loro realizzazione ho utilizzato del filo di metallo sottile facile da lavorare a mano con l'aiuto di un paio di pinzette.












I sedili sono stati arricchiti con delle striscioline di carta per riprodurre le cinghie di sicurezza.




Passiamo ora alla parte esterna della cabina, dove sono intervenuto con piccole migliorie visto che è già arricchita da fotoincisioni incluse del kit; l'assemblaggio ha richiesto molta pazienza, perché, come accennato nell'introduzione, le parti da assemblare presentavano un sacco di imperfezioni e alcuni fori li ho dovuti ricavare perché non presenti. Da come si osserva nelle immagini, con del filo metallico morbido ho riprodotto il supporto degli specchietti laterali; quelli del kit è stato impossibile recuperarli dallo stampo!






Per la realizzazione delle antenne ho utilizzato gli scarti degli stampi del kit tirati a caldo e nella parte inferiore li ho inspessiti inserendo un pezzetto di guaina elettrica svuotata precedentemente dai fili di rame.






Colorazione
Una volta completato il montaggio, al di sotto del mezzo e all'interno dei passaruota, ho applicato qualche residuo di terriccio, poi ad asciugatura avvenuta sono passato alla stesura del primer Tamiya per uniformare il tutto; successivamente ho steso il colore base desert RAL 1019, utilizzando le bombolette spray della Fosco impiegate nel soft-air.
Sono poi intervenuto con acrilici Tamiya e Maimeri per i vari lavaggi e lumeggiature; in alcuni punti, come per gli sportelli, sono intervenuto con pastelli e matita per accentuare l'effetto lamiera e usura, non molto eccessiva visto che si tratta di un mezzo abbastanza recente e con tecniche di costruzione migliori rispetto ai mezzi precedenti al suo impiego.
(Nelle ruote noterete che ho lasciato volutamente la parte eccedente dello stampo; la utilizzerò per il fissaggio del mezzo al diorama)










Con due striscioline di carta ho riprodotto due fasce da carico, una posta davanti sotto al paraurti per necessità di traino, mentre l'altra posta dietro come fascia di sicurezza per sorreggere la ruota di scorta.






Nella parte posteriore del mezzo, quella che riguarda la parte del cassone da carico, con della rete ho riprodotto due paratie di contenimento, tipiche di questo mezzo per aumentarne le capacità di carico, poi vi ho collocato alcuni accessori, come zaini, un piccolo frigo da trasporto e visto che questo mezzo opera in azioni come sminamenti, posti di blocco e scorta ad altri convogli, ho pensato di aggiungerci qualche birillo stradale e un cartello con la scritta "stop".






Conclusione
La costruzione di questo mezzo e le varie migliorie apportate, mi ha impiegato più tempo del previsto... lascio a voi i commenti.
Nel prossimo, conclusivo, episodio, affronterò la colorazione dei figurini che ho scelto per questo diorama, altri piccoli accessori come il "robottino" per le mine e le fasi finali della costruzione dell'intero diorama.

Un saluto a tutti......!!!!


Luca Navoni

[Gallery]

Gruppo Modellisti Ravenna

27.03.2015

Segui il "work in progress"
- Parte I - Il Container
- Parte II - Base, torretta di avvistamento, mura di cinta e accessori




Commento di maurizio ugo [28/03/2015]:
....ciao Luca, non vedo l'ora di vedere il tutto....lavorone!!!!!

Un salutone maurizio

Commento di Francesco Sasso [29/03/2015]:
Ciao Luca, che bel mezzo che hai realizzato..molti particolari costruttivi e tanti dettagli, tutto eseguito magistralmente! Unica osservazione riguarda i parafanghi anteriori..li avrei usurati un pochettino di più ( come hai fatto nella parte posteriore). Ma ciò non toglie nulla al lavoro e che hai fatto.. Bravo!
Un salutone, Francesco

Commento di giuseppe giovenco [29/03/2015]:
sinceramente!!!!
non sono particolarmente incline al " moderno ", né alle scale al di sotto dell'1/6, ma con questo veicolo speciale, mi hai commosso!!!!
la prossima volta ti addebiterò i fazzolettini - grazie Luca per questa tua ultima condivisione - giuseppe

Commento di Riccardo casati [29/03/2015]:
Ciao Luca che spettacolo...un lavoro impressionante ... Tutto bello e tantissimi particolari ... Mi piace tantissimo la parte motore e gli interni curatissimi ..anch'io non vedo l'ora di vedere tutto il resto ...

Un salutone ..Riccardo

Commento di ezio bottasini [30/03/2015]:
Ciao Luca, un grande lavoro di super dettaglio, complimenti, veramente spettacolare, aspetto il proseguo che sicuramente non sarà da meno.
Al prossimo ciao Ezio

Commento di Luca Navoni [30/03/2015]:
Heilà ragazzi....!!! mi fa davvero piacere che vi piaccia il mezzo che ho realizzato....!!! ho dovuto attendere un po' per le parti che ho voluto aggiungere al kit ma il tempo atteso mi ha ripagato....!!! grazie ancora a tutti voi...
Giuseppe tranquillo la prossima volta metti pure sul mio conto.... ;)
Francesco i suggerimenti/considerazioni sono più che accettate, è ancora tutto in fase di costruzione, quindi ancora modificabile....
Un saluto a tutti....!!!

Commento di Enrico Calanchini [30/03/2015]:
Straordinario lavoro di dettaglio, lavoro notevole sotto tutti gli aspetti,bravissimo.

Ciao Enrico

Commento di Giampaolo Bianchi [10/04/2015]:
Lavoro grandioso..realismo impressionante. Chissà che cosa sarà il lavoro nella sua interezza.bravissimo.Giampaolo.

Commento di Luca Navoni [12/04/2015]:
Enrico e Giampaolo, grazie per i vostri complimenti....!!! mi fa piacere che vi piaccia il mezzo che ho realizzato; al prossimo episodio...



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No