Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Quick Articles...

Mohawk Warrior 1700
Mohawk Warrior 1700

  Editoriale

Perche' KitShow?

F-15C Eagle - Olivero Giovanni




Rieccoci con questo lavoro iniziato nell’ottobre del 2016 portato avanti in contemporanea con un F18 Hornet sempre Academy e sempre in 1/72.
Non fui impressionato vedendo il contenuto della scatola, il cockpit si presentava spartano, le incisioni in alcuni punti sparivano, però nonostante tutto ci tenevo a migliorare il soggetto.




Avevo visto sulla rivista Sky Model di qualche anno fa uno splendido lavoro di reincisione fatto su un F15 in scala 1/48 probabilmente se ricordo bene un kit Tamiya e mi era piaciuto moltissimo anche se devo ammettere che adoro l’F14 Tomcat per me uno dei migliori caccia americani, probabilmente condizionato in giovane età dal film "Top Gun".




Si trattava di riprendere le incisioni in negativo e realizzare le rivettature come avevo gia fatto con il SU 27, per cui mi sono armato di pazienza ed ho iniziato a lavorare sodo.
Utilizzando gli atrezzi Amati ho ripassato tutte le incisioni, alcune ne ho realizzate di nuove basandomi sulle foto trovate nella rivista poi ho aggiunto alcuni elementi di rinforzo per incollare meglio le 2 prese laterali con il resto dell’aereo, avevo poi optato per mettere un "puntalino" per alzare il profilo... accidenti non conosco i termini, in accoppiamento con il cockpit; comunque dalle foto potrete intuire cosa intendo.




Ho presentato le prese laterali e dopo alcuni ritocchi di lima ho incollato il tutto.
Ho provato ad incollare le decal del cockpit, dopo averle viste posizionate mi sono deciso, pur pensando di rappresentare il caccia in volo quindi con il tettuccio chiuso, di provare a migliorarlo un pochetto, vi lascio le foto del mio tentativo di posizionare le decal e altre in cui sono visibili le modifiche.




Ho utilizzato uno stuzzicadenti per lasciare piccoli punti di colore su un fondo nero, con un incisore ho provato a definire dei pannelli, mentre per il pannello frontale ho incollato sul pezzo originale delle strisce di fotoincisioni di recupero e nella parte frontale superiore un piccolo pezzo di plasticard di forma opportuna per dare al tutto una certa tridimensionalità colorato poi con colori Lifecolor stuzzicadenti e pennellino.




Ho provveduto a migliorare anche il sedile aggiungendo le cinture ed alcune maniglie con un elemento laterale simile ad un cilindro... per questo lavoro ho utilizzato molte fotografie recuperate in internet.
Il tutto completo di sedile si presenta alla fine così:






Era la prima volta che mi adoperavo in questo genere di miglioria e devo dire che sono rimasto molto soddisfatto e di questo devo ringraziare i ragazzi del forum "Modeling Time "che mi hanno spronato a migliorare l’aspetto del kit.
Gli scarichi erano molto belli e con grande velocità ho montato le numerose "bacchette" e dopo aver verniciato il tutto mi sono accorto di averle incollate tutte sbagliate, per cui mi sono adoperato a toglierle con delicatezza ma purtroppo alcune si sono rotte per cui le ho sostituite con elementi in ottone di recupero che tra l’altro risultavano più in scala con l’intero scarico.



A sinistra gli elementi incollati in posizione sbagliata, a destra gli elementi in ottone incollati in posizione corretta


Ecco al termine del lavoro come si presentano i terminali dello scarico comparati con una foto reale recuperata in internet:




Ho utilizzato i colori Tamiya Titanium Silver (X32) per la prima corona, Metallic Grey (XF56) come fondo per l’esterno, l’alluminio revell (RE36199) a pennello per i dettagli esterni, il colore bianco Tamiya per l’interno e con il set tamiya e la spugnetta ho provato a ricreare l’effetto visto in alcune foto... in questo caso non credo di aver fatto un lavoro pulito.
Ho tappato i vani carrelli utilizzando i portelli del kit, dovevo ripassare il rivettatore nelle zone dove carteggiavo, poi nuovamente stucco, poi ricarteggia poi reincidi, ripassa il rivettatore... insomma una fase piuttosto faticosa.
Questo kit ha richiesto molto stucco e tanto olio di gomito, non avendo un buonissimo rapporto personale con lo stucco e stato decisamente difficoltoso per me... è rimasta qualche imperfezione ma tutto sommato le voragini si sono ridotte decisamente.
Non lo avevo detto in precedenza ma fin da subito pensavo di realizzare questo F15 C in volo come i due modelli fatti in precedenza.


Dopo aver incollato i vari elementi e aver dato alcune mani di primer affiorano alcuni difetti del kit e alcuni miei errori di montaggio o stuccatura, errori evidenziato dal cerchietto nelle fotografie.








Il tettuccio presentava una luce molto evidente sul lato sinistro,e le linee di pannellatura quelle verticali non erano allineate tra la parte superiore e quella inferiore.
Con molta pazienza e stucco liquido ho ripreso le line delle pannellature ho ristuccato le parti bruttine ho tappato la fessura del tettuccio, ho poi mascherato il tettuccio stesso ed ho passato il primer.
In questa fase per non annoiarmi troppo mi sono dedicato a verniciare i timoni, il grosso serbatoio ventrale, incollare le decal e fare i lavaggi ; i colori usati sono quelli che avevo gia in casa il Lifecolor UA27 e per il grigio chiaro un vecchio UMBROL 127, facendo delle prove non riuscivo a distinguere la mimetica dal colore di fondo per cui ho schiarito il chiaro con del bianco e scurito quello più scuro (UA27) con del grigio scuro per poi ottenere questo:


Mi sono reso conto anche con l’aiuto di qualche suggerimento che avrei fatto meglio ad incollare i timoni prima della verniciatura eventualmente in quella fase avrei potuto usare lo stucco e carteggiare per sistemare fessure e profili, diciamo che grosse problematiche non le ho incontrate incollando tutto alla fine, ma ho avuto fortuna.
In queste foto potete vedere il modello dopo aver terminato la realizzazione della mimetica usando l’utilissimo patafix ed i due colori utilizzati in precedenza per i timoni, per la parte metallica degli scarichi ho usato il Chrome Silver (X-11) e delle velature leggere di Cooper (XF6) poi ho dati ll solito trasparente lucido, ho incollato le decal usando il solito ammorbidente della Humbrol.


Ho realizzato dei lavaggi dopo aver applicato le decal e ripassato un velo di trasparente lucido spray Vallejo per fissarle; i lavaggi sono stati fatti utilizzando la trementina ed una miscela di colore bianco e nero ad olio per ottenere un colore diluito grigio scuro.




Ho omesso di dire che prima avevo tentato con una miscela grigia probabilmente un po’ chiara e l’effetto non mi piaceva per cui ho scurito il tutto, questo per dire che il risultato finale passa sempre per dei tentativi.
Grazie all’uso di un programma cad o pensato alla realizzazione di alcuni nuovi supporti da utilizzare anche per i vecchi kit per poter esporre i miei modelli in casa, un supporto più ergonomico per la presa e meno ingombrante con la possibilità di orientare il caccia a destra o sinistra.




La soluzione 1 con il biscottino in legno incollato direttamente sul dorso del caccia sarebbe andato bene per il F14 ed il Flanker, mentre per l’F15 avevo il serbatoio ventrale che toglie parecchio spazio per cui avevo pensato alla soluzione 2 mentre invece ho poi optato per un’altra soluzione.
Questa è la soluzione specifica per utilizzare il supporto vecchio con il mio F15 C in quanto non ho voluto incollare il biscottino nero come per gli altri miei modelli (F14A e Su-27 D) direttamente sul ventre del caccia perché avrebbe limitato la visibilità della parte terminale metallica.




Ed ecco il supporto vecchio rivisto nella verniciatura: Cornice nera era color oro e interno blu era azzurro




Mi sono reso conto che pur essendo ingombrante rispetto ai nuovi supporti che avevo realizzato, l’insieme caccia/supporto risultava alla vista un insieme più equilibrato.
Ecco alcune foto del modello sulla sua basetta:








Ecco altre foto con uno sfondo appropriato:










In conclusione mi ritengo abbastanza sodisfatto, nell’insieme il tutto è gradevole ma il mio lavoro non è esente da imperfezioni grossolane, non sono riuscito a verniciare al meglio la zona cockpit, nel tentativo di porvi rimedio ho opacizzato il trasparente su tutto il perimetro... ho smarrito un tubo di pitot e ho dovuto autocostruirlo, diciamo che per me è stata una faticaccia.
Molti modellisti sul forum Modeling Time mi avevano suggerito che era un peccato non aver rappresentato il soggetto con il pilota, ma, tutto sommato, questa mancanza non mi disturba.
Ecco alcune foto dei dettagli descritti:






Vi lascio anche due video che ho realizzato; il primo mostra alcuni fasi della realizzazione:




Questo video mostra il lavoro terminato




Giovanni Olivero

[Gallery]

23.05.2017



Commento di ezio bottasini [30/05/2017]:
Ciao Giovanni, bello dopo tutto il lavoro fatto è venuto molto bene.

L'unica cosa che l'aereo in volo senza pilota....

Alla prossima Ezio

Commento di Valter vaudagna [30/05/2017]:
Bello, visto dal vero a Volpiano, però sul prossimo....
Mettilo il pilota... ciao

Commento di Massimo M De Luca [01/06/2017]:
Ciao Giovanni
Già visto su MT e devo dire che l'impatto visivo del tuo modello è davvero ottimo. Addirittura fotografato con lo sfondo del cielo sembra un' immagine "in action" del vero Eagle!
Massimo "Pitchup"

Commento di Vito [02/06/2017]:
Ciao Giovanni
Come sempre un ottimo lavoro spero di vederlo dal vivo alle prossime mostre
Complimenti Vito

Commento di Gianni [05/06/2017]:
Grazie a tutti ,spero di poter migliorare; per la prossima volta un caccia a terra anche lì senza pilota ...quasi abbandonato



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No