Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola New
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Come Back
I’ll Come Back
Pietro Ballarini

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

Carro Armato Pesante Russo T35 - Lauro Bonfà

Smolensk Estate/Autunno 1941




Costruito in Unione Sovietica in 61 esemplari dal 1933 al 1939, questo enorme mezzo corazzato pesante venne impiegato in combattimento per la prima volta con risultati deludenti durante la Guerra... d'Inverno sul fronte Finlandese e contro le fortificazioni della linea Mannerheim nell'inverno del 1940.




Successivamente, durante le prime fasi dell'operazione Barbarossa (Invasione tedesca della Russia) i restanti carri armati vennero inquadrati nella 5ª Brigata Corazzata e impiegati durante i combattimenti difensivi tra Smolensk e Mosca.
Da subito si rivelarono giganti con i piedi d'argilla, lenti e obsoleti inadatti ad una guerra di movimento e al Blitzkrieg.
Vennero infine perduti tutti per noie meccaniche, per sabotaggio da parte degli equipaggi stessi, per distruzione in combattimento e per abbandono risultando ininfluenti per l'esito delle battaglie nelle prime fasi del conflitto.




Il modello è della ditta russa ICM, e risente di tutti i suoi anni d'età.
Nella scatola ho trovato parti deformate e plastica di pessima qualità e ho dovuto faticare molto anche con i cingoli maglia per maglia con un lavoro lungo e tedioso per l'assemblaggio.




Anche le varie torrette sono risultate difficili da costruire e da posizionare in opera.




Sinceramente piu' di una volta ha rischiato di trasformarsi in un Tupolev e di decollare dal balcone di casa.
Ma siccome è uno dei pochi carri russi mancanti nella mia collezione, ho resistito a tale tentazione e alla fine ne è uscito incolume e terminato.




Il piccolo diorama in cui viene rappresentato il mezzo è una strada russa fatta con DAS verniciato in marrone.




Il Figurino della ditta Zveda invece non è farina del mio sacco, ma bensì del mio caro amico Marco Fin anche lui modellista del Gruppo Herring.




Alla fine un cartello segnaletico autocostruito e l'effige dell'Armata Rossa hanno completato questo mio modesto e tutto sommato divertente e poco rilassante lavoro.




Lauro Bonfà

[Gallery]

Gruppo Herring - Mantova
13.02.2016




Commento di Mario Bentivoglio [15/02/2016]:
SPLENDIDO !!!!!! Complimenti Lauro...un bellissimo lavoro per uno dei miei carri sovietici preferiti !!!
:-)

Commento di Giampaolo Bianchi [16/02/2016]:
Caro lauro bellissima realizzazione tecnica e storica.devo farti i complimenti oltre che per il modello anche perché realizzi modelli non molto "inflazionati"..
Giampaolo.

Commento di ezio bottasini [16/02/2016]:
Ciao Lauro, interessante ricostruzione storica e la realizzazione del modello FANTASTICA, vista poi la base di pertenza.
Sinceri complimenti da un aeroplanaro incallito.
Al prossimo Ezio.
P.S.: non mi pare sia riferita la scala

Commento di Marco Vergani [16/02/2016]:
ciao Lauro, non ci capisco molto di mezzi corazzati ma mi sembra un'ottima realizzazione ..
A presto, Marco

Commento di giuseppe giovenco [16/02/2016]:
..... dai!!!! questo colosso sovietico era un anticipo della futura potenza russa in fatto di produzione di acciaio e poi, anche se tu hai cercato di farlo volare, ti sei dimostrato debole perché hai ceduto al tuo ego sommerso di "bolscevico" - scherzi a parte, vedo che hai sporcato le fiancate e, finalmente, hai coinvolto Marco per la realizzazione del dioramino ( sempre in tema di cooperative ..... né ) - bello e soprattutto si vede che ti sei divertito - a proposito!!! ma quanti taglieri ci sono in casa tua?

Commento di Dino Dall'Asta [16/02/2016]:
Ottimo lavoro e posso comprendere pienamente il rischiato decollo dal balcone...
Dino

Commento di Vito [16/02/2016]:
Caro Lauro
Come sai io sono un umile aeroplanaro e quindi non conosco molto i carri ...
Ma dal mio modesto sapere modellistico il pezzo è splendido
Soprattutto costruito in maniera pulita e questo si capisce perché molti modellisti coprono gli errori di montaggio con pesanti effetti speciali mentre te sei stato molto "pulito"
Anche la colorazione e l'invecchiamento sono davvero ben fatti.
Secondo me un aereo ti verrebbe davvero bene quindi spero che mi farai felice prima o poi costruendone uno.
A presto Vito

Commento di Francesco Sasso [16/02/2016]:
Ciao Lauro.. mi associo agli altri amici per i complimenti, conoscevo questo imponente carro armato e mi ha fatto piacere osservarlo così ben realizzato.
Complimenti, un saluto.
Francesco

Commento di Lauro Bonfa' [16/02/2016]:
Grazie Cari Amici,avendo molti modelli costruiti in collezione cerco ora quelli particolari e vado a caccia di questi ultimi tra mercatini e surplus di amici. Perdonate la mancanza la scala è la mia preferita 1/35. A Vito prometto che prima poi metterò le mie sante manine anche sul modello di un aereo (accidenti mi piacerebbe molto) ma vedendo spesso i vostri Capolavori non so se avrò poi il coraggio di postarlo.
Alla prossima Lauro.

Commento di Roberto [17/02/2016]:
Lauro, hai fatto un ottimo lavoro, mi piace come sei riuscito a dare i colpi di luce su spigoli rivetti e sulle lamiere. Secondo me dovresti prendere coraggio e cominciare a usare qualche colore a olio o gli appositi prodotti delle varie marche, per scurire i bordi dei particolari in rilievo, aggiungeresti ulteriore tridimensionalità ad un soggetto che comunque è gia bello di suo.

Roberto.

Commento di Riccardo casati [18/02/2016]:
Ciao Lauro un bel lavoro come sempre ....anche secondo me un lavoro molto buono e pulito anche sul figurino ...complimenti

Riccardo

Commento di maurizio ugo [19/02/2016]:
...ciao Lauro, bel risultato dopo tutto il da fare che ti ha dato, mi ha impressionato la mole, non ho mai visto bene questo carro, ma è grossissimo, sembra un caseggiato, ma molto ben fatto da te.... complimenti!!!!
un salutone maurizio

Commento di Luca Navoni [20/02/2016]:
Ciao Lauro,

mi permetto un paio di consigli almeno dal mio punto di vista..... ....le sacche appese ai lati della torretta sembrano "sospese" puoi con delle semplicissime striscioline di carta o di metallo riprodurre le cinghie delle sacche e fare in modo di fissarle a qualche maniglia o occhiello presente sul mezzo.... .....i cartelli molto realistici e se vuoi aggiungere un pizzico di verità in più con dei piccoli chiodini riprodurre i chiodi veri che fissano il cartello al palo....
.....questi sono semplici punti di vista miei, prendili come consiglio e non critica perché il pezzo che hai realizzato è ben realizzato come anche il figurino.....

....un saluto, Luca



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No