Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Leonida - Cristiano Montagnani



Per la realizzazione del busto di Leonida in scala 200 mm, ho utilizzato la tecnica in acrilico e olio; il procedimento è sostanzialmente lo stesso utilizzato per il Signifero (vedi l'articolo).
Dopo una mano di primer grigio sono passato alla realizzazione degli occhi.
La sclera l’ho realizzata con del grigio chiaro, oppure si può fare anche con il colore dell’incarnato con aggiunta di bianco, dopo sono passato alla realizzazione della pupilla, ho utilizzato del marrone scuro per la parte alta, mentre in basso ho utilizzato marrone chiaro per dare un senso tridimensionale.
Successivamente con del nero ho realizzato una riga molto fine sulla parte superiore dell’occhio, ho fatto il bordo dell’iride e ho realizzato la pupilla (importante è che l’occhio si tangente sulla parte superiore e secante in quella inferiore).
Per realzzare il volto ho dato una mano di incarnato e creando le ombre e le luci in modo molto grossolano ad acrilico.
Successivamente ho creato una mescola con gli oli di colore base, due luci e due ombre.








Diluendo gli oli in semplice acquaragia inodore (avevo visto che con l'essenza di petrolio la vernice secca troppo velocemente e non mi dava modo di sfumare in modo corretto), sono partito dalle ombre sfumando nel tono medio, nelle zone laterali del viso sui lati del naso, sotto l’arcata sopraccigliare sotto il mento, sotto le labbra e sotto gli occhi.
Successivamente sono passato alle luci sempre sfumandole nel tono medio nelle zone degli zigomi, il setto nasale, leggermente subito sotto l’occhio e la parte alta del mento.
L’operazione si è ripetuta più volte fino a che riuscivo a mettere colore, nel momento che gli oli cominciavano ad impastarsi ho messo il tutto nel fornetto ad asciugare.
Una volta asciutto circa 30 minuti ho ripassato le luci e le ombre massime.




I metalli sono stati fatti ad olio partendo da un base media e sfumando nelle ombre e nelle luci.




Commento di ezio bottasini [15/02/2017]:
CAVOLO, Cristiano, manca solo che prenda vita e corra alle Termopili (anche se gli mancano le gambe).
Penso di aver espresso ciò che provo vedendo il tuo lavoro.

Commento di Cristiano [15/02/2017]:
ciao Ezio
Grazie per i complimenti.
Effettivamente la mancanza delle gambe potrebbe essere un problemino..
Grazie ancora
Cristiano

Commento di giampaolo bianchi [15/02/2017]:
veramente ben fatto..riuscissi io a fare un incarnato del genere..
complimenti
Giampaolo

Commento di Enrico Calanchini [15/02/2017]:
Molto convincente, magistero nell'uso del colore per creare luci ed ombre senza esasperarne l'effetto.
Bello ed espressivo, complimenti

Ciao Enrico

Commento di giovenco giuseppe [16/02/2017]:
quell'erma fiera lo sguardo avea, di Leonida il duce con la livrea .... e poi mi fermo!!! caro Cristiano, ti seguo con molto interesse per l'uso naturale con cui impieghi i colori ad olio - già nei tuoi precedenti lavori hai dimostrato grande familiarità con gli stessi e ti invidio un po' perché uno dei miei grandi tabù è la trattazione dei volti ( decisamente sono all'epoca della pietra )- guardando i tuoi elaborati si intuisce subito la mano del maestro - grazie per le tue condivisioni - Giuseppe

Commento di Cristiano Montagnani [16/02/2017]:
Ciao ragazzi
sono lusingato per i complimenti.
L'uso dei colori ad olio lo sto sperimentando da pochi mesi, in pratica da quando ho realizzato il Roman Signifer.
Per quelli che vogliono apprendere meglio le tecniche osi vogliono confrontare in modo più approfondito mi potete contattare sulla mia mail personale.
Grazie ancora
Cristiano


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No