Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

"Mein Gott!"
"Mein Gott!"

  New entry...

Marco Fin Gallery
Marco Fin Gallery

Un Fishbed all’Avana - Alessandro Gennari




Da tempo covavo il desiderio di aggiungere alla mia collezione un Fishbed con i colori della Fuerza Aerea Revolucionaria di Cuba.
Mi è sempre piaciuta la livrea "puffo e menta", e così quando su Facebook è venuto fuori un contest con tema i mezzi di costruzione sovietica, la scintilla è venuta da sé...




Il kit Academy
Pur avendo nel mio magazzino anche la scatola Eduard (ho un debole per il 21, chi mi conosce lo sa...), ho deciso di tirare fuori il vecchio ma sempre valido Academy. Certo, il confronto diretto con il concorrente ceco è impietoso ma il kit coreano fa a tutt’oggi la sua figura. Perdipiù, per chi volesse, sul mercato non mancano accessori e aftermarket per "farcire" a proprio piacimento il Fishbed.
Personalmente mi sono limitato a prendere il cockpit Neomega (una meraviglia) e usare alcuni elemti del set FM details, purtroppo nel mio caso inutilizzabile in quanto la vasca era svergolata.
Alla lista ho aggiunto anche un foglio Aztec per i Fishbed cubani e gli accessori da aeroporto della HAD da cui ho recuperato i tappi per radome e motore.




Montaggio
Pur essendo un fanatico del montaggio da scatola, la mestizia dell’abitacolo ha fatto sì che io prendessi le parti del kit e le usassi come materiale per... migliorare le mie skills cestistiche, inteso come tiro nel cestino.
Altro pianeta invece il prodotto di Neomega: ottimo dettaglio, nessuna necessità di studiare il lunario per poter adattare la resina alla plastica,; insomma, una pacchia per il modellista pigro!
Una volta adattato e pulito, tutto il cockpit è stato dipinto nel tipico "verde ospedale" dell’epoca.
L’utilizzo del "turquoise green" creato ad hoc dalla MiG mi ha evitato di impazzire con mescole per trovare la giusta sfumatura.
Lavaggi e drybrush hanno completato l’opera.
Poco da segnalare sul fronte del montaggio, se non qualche inattesa voragine fra fusoliera e ali che hanno richiesto una buona dose di stucco. Stucco che è servito anche per colmare piccoli gap formatisi qua e là,.




Per il resto, mi sono limitato a seguire le istruzioni e in poco tempo il mio modello era pronto per essere inviato in reparto verniciatura.

Colorazione
Il momento più atteso e più divertente.
Come mia consuetudine, mi sono affidato ai miei amati Gunze per la mimetica: due piombini nel barattolo, una bella diluizione con comune alcool rosa e vai con il rock and roll!
Questi i colori utilizzati:
H338 – Grgio superfici inferiori
H323 – azzurro
H320 – verde




Per i vani carrelli e i carrelli ho usato l’XF-19 Tamiya, mentre per il dielettrico sulla deriva e i cerchioni delle ruote l’XF-13 ha fatto al caso mio.
Prima di stendere la mimetica, ho dipinto la zona motore con l’Alluminium della Extreme Metal by Ak interactive: questo prodotto è uan vera bomba, una mano di nero lucido fornisce il giusto grip e poi sarà a prova di proiettile e di mascheratura.




Terminata la colorazione – ho usato il patafix per delimitare le zone dei due colori – una bella mano di future ha lucidato (e profumato) a dovere il modello per la stesura delle decals, nel numero monstre di... 6!
Le Aztec reagiscono perfettamente al liquido squaglia decals della Gunze, ed entrano nelle pannellature; i numeri di matricola invece arrivano dal mega foglio della Afterburner.
Lavaggi a olio, trasparenti e poi si può volare a finire il modello.

Ultimi dettagli
Con il MiG nella sua veste cromatica definitiva, ho potuto dedicarmi agli ultimi dettagli: i "tappi" per naso e scarico (dipinti in un bel rosso brillante H23 Gunze), il tettuccio – preventivamente dettagliato con i frame interni fotoincisi presi dal set Fm Detail – e i carrelli con tutti gli annessi e i connessi.




E in men che non si dica, il mio puffo e menta era pronto per fare compagnia ai suoi tre fratelli nella mia vetrina e, con quei colori così sgargianti, c’è da indossare gli occhiali da sole...








Commento di Vito [18/02/2016]:
Ciao Alessandro
Il soggetto è uno dei miei preferiti anche se continuo a rimandare.
Nel suo insieme un bel modello con invecchiamento convincente.
Permettimi un appunto .....
Sistema.... stucca e ridipingi la giunzione sull'aneriore ....
A presto Vito

Commento di ezio bottasini [19/02/2016]:
Ciao Alessandro, mi hai battuto sul tempo, ho appena inviato a Giacomo il mio articolo di un 21SM russo......della Eduard.....
Il tuo MiG nell'insieme è un bel modello, poi con questa mime è anche più bello, l'unica cosa personalmemnte per i pannelli dielettrici avrei usato un verde più brillante.
Complimenti al prossimo ciao Ezio
P.S.: non farci aspettare così tanto tra un modello e l'altro.

Commento di Marco Vergani [19/02/2016]:
ciao Alessandro,
anch'io ho appena finito di cimentarmi in un MiG-21 MF della Eduard in scala 1/48, però con livrea egiziana ....... spero di pubblicarlo presto.
Ben fatto ....
ciao, Marco.

Commento di giampaolo bianchi [19/02/2016]:
bravo alessandro..modello raro per ..localizzazione geo-politica (..La mia preferita !!). Complimenti..mi piace per i toni vivi..le imperfezioni sono correggibili.
al prossimo.
Giampaolo

Commento di maurizio ugo [27/02/2016]:
...ciao Alessandro, ottima realizzazione di un mito dell'est, piacevole da vedersi, sia come modello nel tuo caso che dal vivo, non è difficile trovare un'alternativa ai velivoli sovietici, ma questa davvero singolare....
ciao ciao.... maurizio

Commento di Roberto [29/02/2016]:
Bellissima mimetica, complimenti ottimo lavoro.
Ropberto

Commento di Bruno [16/03/2018]:
Bel soggetto e bel lavoro! Da appassionato di Cuba non posso che gradire!



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No