Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  I prossimi eventi

XVIII Biennale Mostra Concorso


XVIII Biennale Mostra Concorso New
1/5 Maggio - Volpiano (To)

Ho fotografato il B1–B Lancer - Giuseppe Penna


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

Chi mi conosce, sa che la fotografia abbinata al modellismo, mi procura da qualche tempo emozioni nuove.
Costruire un modello, poi collocarlo nel suo giusto contesto, infine scattare fotografie al soggetto appena terminato, senza l’ausilio del ritocco fotografico, ne sfondi artificiali, mi permette di coltivare due hobby nel medesimo tempo.
Forse ho già scritto in qualche altro articolo quanto affermo, ma lo vorrei ribadire, aldilà di qualsiasi dubbio, che nel modellismo, in tutte le sue forme e scale, sia esso, aereo, navale, carri, auto e quant’altro senza uno sfondo adeguato, avvilisce i lavori presentati.
Infine, l’avvento di Siti in Internet dedicati al modellismo in generale, a mio parere, ha dato e darà in futuro, sempre più rilevanza alla fotografia in ambito modellistico.
Chi di Voi non ha mai visto modelli stupendi, fotografati con lo sfondo di un selciato o, quello orribile delle piastrelle del terrazzo di casa?
Ma, sia chiaro, non voglio dare lezioni a nessuno.
Ognuno è libero di presentare i propri lavori nella forma e nei modi più confacenti.
Così, ogni tanto, preso dall’entusiasmo, mi presento sul Sito con qualche novità fotografica, mettendomi a disposizione di chiunque voglia darmi idee e consigli, sperando a mia volta di essere utile a qualcuno quando propongo nuove presentazioni.
Passando al modello, ho sempre avuto un debole nel fotografare un modello in volo, questa situazione, riduce notevolmente la quantità di ore di lavoro, a scapito della qualità, chiudendo vani dei carrelli, portelli vari, mortificando il lavoro di dettaglio, certo, ma, l’emozione di fotografarlo in aria, nel suo... " habitat naturale ", in tutta sincerità mi intriga parecchio.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

Ed ecco il Rockwell B-1 B Lancer della Revell in scala 1/72.
Di per sé, il modello, qualitativamente, l’ho trovato abbastanza scarso, un buon modellista, dovrebbe consumarsi i gomiti per costruirlo in modo decente, anche mettendo le mani nell’after market dedicato, questo enorme modello, presenta nella parte anteriore qualcosa di sbagliato rispetto all’originale.
Questo difetto è sin troppo evidente. E francamente non so se ne vale la pena costruirlo con tutti i sentimenti giusti.
Convinto di non sbagliare in questo giudizio.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

Per contro, il modello è di grande effetto, maestoso, forse più, del vecchio B. 52.
Ma se qualcuno di Voi, per caso, volesse cimentarsi, in questo genere di costruzione, raccomando di rifare alcuni pezzi, perché i portelli dei carrelli incollati in posizione chiusa non sono tutti precisi.
Provare per credere.
Niente paura, il plasticard sa fare miracoli.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

IL COLORE: Nel foglio di istruzioni troverete sulla colorazione dell’intero modello la lettera < O> in tantissime lingue, dove in Italiano, cita letteralmente: Colore CARRO ARMATO, opaco - !!?? – Non spaventatevi, trovate da qualche parte i colori acrilici Revell (vasetto quadrato) e avrete così un ottimo Panzergrau, n. 78 – di sicuro effetto.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

Infine usate della comune lenza di nailon da pesca, con una resistenza di circa 2 Kg alla trazione, per sostenere questo colosso, fate un foro sul dorso della fusoliera, sull’esatto Centro di Gravità che troverete facilmente, divertitevi a fotografarlo, se volete, con lo sfondo a Voi più congeniale.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna
Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna

P.S. – In alcune foto, ingrandendole sul Vostro P.C. – potreste intravedere un filo di nailon sul dorso della fusoliera, in corrispondenza del C.di G. (Centro di Gravità) del medesimo.
Volutamente, è la prova che niente è stato ritoccato nelle fotografie che appaiono scure, ma è la particolare vernice a renderle così; questo per evidenziare l’aspetto "furtivo" del suo volo alle basse quote.


Ho fotografato il B1–B Lancer © Giuseppe Penna
Un cordiale, amichevole saluto.



Nota: questo articolo è stato stato originariamente pubblicato nel sito superEva


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No