Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

OT-130 - Mario Bentivoglio




Questo piccolo lavoro nasce dalla mia partecipazione ad un contest dal titolo ‘Mother Russia’ organizzato dagli amministratori del gruppo di modellismo M.T.K. (Modern Tank Kit) presente su Facebook.
Tra i tanti kit russi in mio possesso ho scelto questo particolare carro in una configurazione particolare: Carro Lanciafiamme (in inglese Flamethrower).

OT-130 Flamethrower – cod. 219 (Skif) 1:72
Per questo piccolo diorama ho utilizzato il kit della ditta ucraina Skif in scala 1:72.
Quando avevo preso questo kit, la fama che lo accompagnava non era delle migliori, vista anche l'assonanza del nome della ditta, ’Skif’, ad un aggettivo italiano! Invece la bella e inaspettata sorpresa staccando i vari pezzi dallo sprue è stata di osservare delle stampate ottime, con finissimi dettagli in rilievo (rivetti, bulloni, maniglie, etc), incastri molto buoni che non mi hanno creato il benché minimo problema durante le varie fasi dell’assemblaggio.
L’unione dei due gusci della torretta ha richiesto una microscopica dose di stucco (ho usato dei pezzi di sprue sciolti nella trielina che compongono una pasta liquida ottima per lavori di stuccatura) mentre nella parte dello scafo del carro tutto è filato liscio.






Vedendo le foto originali del carro ho riposizionato il clacson inserendolo frontalmente e non lateralmente come suggerito dalle istruzioni.
Un piccolo ma utilissimo foglio di fotoincisioni comprese nella confezione mi ha permesso di dettagliare ulteriormente questo bel kit.
I parafanghi in fotoincisione (come si vede nella foto qua sotto) unitamente alla ruota motrice dentata – sempre fotoincisa – hanno donato un livello di realismo ancor maggiore.






Da prestare un minimo di attenzione all’assemblaggio dei carrelli essendo scomposti in parecchie parti viste le tante ruotine che li compongono.
Unica pecca (ma vista la scala non si poteva pretendere di più) i cingoli in vinile in un unico pezzo (un braccialetto di gomma in pratica), il livello di dettaglio non è paragonabile al resto delle stampate del kit ma l’ambientazione nella neve che avevo in mente mi ha permesso di ‘nascondere’ un po’ questa piccola carenza di precisione, annegando per bene e ricoprendo di candida e soffice neve il treno di rotolamento durante la fase di ambientazione.

Colorazione
Per dipingere il carro, dopo aver dato una leggera passata di primer in bomboletta della Tamiya, ho voluto spruzzare del nero acrilico nelle parti più recondite e nei vari recessi in modo di cominciare a dare una pre-ombreggiatura.






Poi sono passato a stendere delle velature di verde ben diluite (ho usato il Verde della Gunze H 303 lasciando trasparire un po’ il nero applicato in precedenza in modo da cominciare a dare volumetria e tridimensionalità cromatica al carro.






Volendo applicare la mimetica lavabile bianca (soprannominata ‘White-wash’ ) ho steso del bianco opaco Tamiya in maniera irregolare e molto diluito, andando a coprire leggermente le uniche insegne presenti sul carro: delle piccole stelle rosse poste ai lati della torretta e a due codici numerici bianchi sempre sulle fiancate della torretta.






Il successivo passaggio, è stato il turno dei lavaggi che ho praticato con i colori ad olio diluiti con della comunissima acquaragia.
Questo passaggio consente di armonizzare il tutto, a conferire ulteriore profondità al carro e a dare risalto ai particolari minimi.




Per questa fase ho usato del Bruno va Dyck, Terra di Siena Bruciata, Nero, Terra chiara.
I cingoli, dopo l'incollaggio al treno di rotolamento (prima della verniciatura ovviamente) con della colla bi-componente, hanno subito lo stesso trattamento.






Figurini
Per questa scenetta ho usato solo un figurino, un fante russo dell’Italeri Cod. 6069 ‘Russian Infantry (Winter Uniform)’. L’ho scelto vista la sua posizione piegata, abbassato per difendersi da un eventuale pericolo con in mano il fucilone controcarro sovieticoPTRS-41 (almeno…penso rappresenti questa versione, ma, vista la scala, non si sa mai!).




Il figurino è ottimamente scolpito in tutte le sue parti ed anche il viso è perfettamente riprodotto.
L’ho dipinto con colori acrilici e poi, come al solito, rifinito con i colori ad olio.




Ambientazione
Ho inserito il carro e il figurino su una base circolare, ricreando il terreno con della pasta per terreni e usando alcuni sassolini prelevati dalla lettiera per gatti per riprodurre un po’ di asperità, in seguito ho incollato l’erbetta dipinta poi con l’aerografo con toni di verde un po’ spento.




Successivamente, per riprodurre la neve (era il mio primo esperimento) ho usato del comunissimo bicarbonato di sodio steso con le mani dopo aver spalmato su tutto il terreno un po’ di colla vinilica allungata con acqua.
Inserito e incollato il carro, ho poi aggiunto un palo divelto con dei segnali stradali (in caratteri cirillici ovviamente) per terra e una piccola staccionata in legno per cercare di dare un po’ di volume alla piccolissima scenetta.




Anche in questo caso, ambientazione ‘minimalista’, ma tanto divertimento nel realizzare il tutto.








Commento di Vito [14/05/2015]:
Mi inchino al maestro!!! Davvero un piccolo grande capolavoro.
Spero di vedere te uno dei tuoi lavori domenica a Monza.
Ciao Vito

Commento di maurizio ugo [14/05/2015]:
....ciao Mario, inusuale e sconosciuto,almeno per un aeroplanaro incallito come me, ma grazie a queste caratteristiche, decisamente interessante, oltre ad essere ben eseguito sia il montaggio che il dioramino.
Mi piace....
un salutone maurizio

Commento di ezio bottasini [15/05/2015]:
Ciao Mario, spero di vedere questa meraviglia a Monza Domenica, si vede la mano del maestro.
Ciao Ezio

Commento di Luis [15/05/2015]:
Bello, bello davvero. Questo, secondo me, spacca a Monza! Mi sn goduto le img e l'articolo tutto d'un fiato e peccato ke nn continua con un seconda parte.
ciao ragazzaccio ;-)

Commento di Mario Bentivoglio [15/05/2015]:
Vito, Maurizio, Ugo
grazie di cuore per i vostri apprezzamenti!
:-)
Sono contento vi piaccia. L'esecuzione di questo lavoretto è stata molto divertente.
A Monza non partecipo, spero di incontrarvi a fine settembre a Novegro 2015 in occasione dell'Hobby Model-Expo.
Un caro saluto a tutti voi e ancora tante grazie!
:-)

Commento di Luca Navoni [15/05/2015]:
Ciao Mario,

bel pezzo, buone le tecniche utilizzate nella colorazione del mezzo e l'effetto della vernice bianca data sul mezzo.... minimalista l'ambientazione ma perfetta, ti cala subito all'interno della scena ritratta....

Un saluto, Luca

Commento di Mario Bentivoglio [15/05/2015]:
Grazie Luca!!! lieto ti piaccia la mia piccolissima scenetta!
:-)
un salutone
ciaoo

Commento di Enrico Calanchini [15/05/2015]:
Ciao Marione!!Un gioiellino davvero ben realizzato. Resa ottimamente l'usura e sapientemente innevato il tutto, in questo caso , il fantaccino è la ciliegina sulla torta vista la forma della basetta.

Un abbraccio Enrico

Commento di Mario Bentivoglio [16/05/2015]:
Ciaoo Enrico
grazie anche a te per i graditissimi apprezzamenti!!!
:-)
Pensa che all'inizio ero 'timoroso' di affrontare la costruzione di questo piccolo kit vista la fama che lo accompagnava..invece si è dimostrato un ottimo kit!
:-)
un salutone ciaoo

Commento di Dino Dall'Asta [16/05/2015]:
Speravo di vedere questo piccolo capolavoro dal vero a Monza e con l'occasione di rincontrarci...
Davvero tantissimi complimenti.
Dino

Commento di Mario Bentivoglio [16/05/2015]:
ciao Dino...parafrasando un testo dell'FBI dei primi di novembre del 1963 in occasione della prossima visita a Dallas di John Kennedy per il 22 nov. ...si parlava di 'clima ostile' previsto nei confronti del Presidente Kennedy.
Dato che la situazione è simile per me a Monza...preferisco evitare per le ben note ragioni che ti ho raccontato a Parabiago.
:-D
un salutone e arrivederci alla prossima occasione.
:-)
ciaoo
mario

Commento di Francesco Sasso [16/05/2015]:
Ciao Mario!! Bellissima realizzazione.. un modello così piccolo che racchiude tanti dettagli curati con grande pazienza e soprattutto una notevole capacità.. complimentoni.
Alla prossima, Francesco

Commento di Mario Bentivoglio [16/05/2015]:
Grazie Francesco !!! ora..dovrei finire altri 5 diorami...spero di farcela al più presto. Quattro son in 1:72, uno in 1:35 (quello un po' più 'lungo' come tempi da terminare...).
A presto e tante grazie ancora.
un salutone!
:-)
mario



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No