Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

"Time for break" - Luca Navoni

(Ultima parte - Diorama e contorni)

Questa è la parte conclusiva dell diorama "Time for break", dove andrò ad illustrare e descrivere la realizzazione del diorama, i figurini e tutti gli oggetti di "contorno" che vanno a comporre questa scena che ritrae, come già accennato, un momento di pausa durante la quale vengono controllati gli armamenti e i mezzi.

Tornando al diorama, negli articoli precedenti, eravamo rimasti in questo punto:






Costruzione della base e terreno
Come descritto nella seconda parte di questo progetto, per la realizzazione della base ho utilizzato una semplice tavoletta di legno e della balsa per i lati di contenimento; il volume all'interno l'ho riempito con diverse parti di spugna sintetica usata per decorazioni floreali, che ha il vantaggio di essere molto leggera, compatta ed ha un costo poco elevato.




Per la realizzazione del terreno, ho preparato un impasto di colla vinilica, gesso e sabbia per canarini, passata con un semplice colino da cucina per renderla più fine e eliminare così qualche impurità presente all'interno; per quanto riguarda la colorazione ho usato degli acrilici a base acquosa aggiunti già al preparato, la miscela deve assomigliare come consistenza a quella dello jogurt per poi essere così facilmente spalmata con l'aiuto di un pennello ed una spatola; come tutti i materiali a base acquosa non reagiscono con il materiale espanso, e una volta steso sulla base e asciutto, l'aspetto è molto realistico e la consistenza sarà come quella della roccia.




Anche se colorato in partenza, una volta asciutto, l'impasto risulterà "piatto" e "monotono" per cui, sono intervenuto con oli, pastelli e pigmenti a secco per cercare di dare tridimensionalità al terreno (per chi è in possesso dell'aerografo, questo passaggio risulterà molto semplice, io non essendone ancora in possesso cerco di arrangiarmi come posso).
Le procedure appena descritte, possono essere applicate su qualsiasi tipo di terreno, bisogna solo tenere conto, con un po' di logica, dell'ambiente che si vuole riprodurre e naturalmente anche la stagione potrebbe entrare in gioco.
Per esempio, se si vuole riprodurre un'ambiente invernale o autunnale, i colori che si andranno ad utilizzare saranno più spenti e più scuri o in alcuni casi anche leggermente lucidi per terreni fangosi; i terreni desertici Nord Africani risulteranno sicuramente diversi da un terreno nei territori dell'Europa o dell'Est, ecc.

Posizionamento mezzo
Il posizionamento del mezzo è avvenuto tramite la parte eccedente dello stampo delle ruote che ho lasciato volutamente proprio per questa fase, altrimenti potete fissare il vostro mezzo ricavando un foro al di sotto degli pneumatici e utilizzando dei piccoli perni di metallo.
Ricordate sempre di evitare l'effetto lievitazione, si può ovviare a qesto difetto appiattendo leggermente le ruote a contatto con la base oppure si può farle "sprofondare" in modo da addattare perfettamente il veicolo al terreno... come ho fatto in questo caso, mentre il composto del terreno era ancora in fase di asciugatura, con uno dei pneumatici eccedenti e l'aiuto di una dima di carta ho riprodotto il segno lasciato sul terreno dagli pneumatici e in prossimità del punto di fissaggio ho ricavato dei fori leggermete più larghi in modo tale che lo pneumatico risulterà più affondato nel terreno sabbioso.






Figurini
La scelta dei figurini è stata fatta seguendo una semplice linea: dovevano essere in pose tranquille e non in assetto da guerra.
Il diorama non, essendo di proporzioni notevoli ho deciso per un numero di tre figurini; uno della Black Dog che è stato realizzato da scatola...






e due di provenienza Dragon modificati leggermete nelle posture.
Il primo privato quasi di ogni suppelletile, come zaini, bisacce, ecc. e l'ho posizionato vicino al mezzo intento ad un controllo delle apparecchiature e revisione motore, quindi sono andato in cerca nella mia "scatolina magica" dei pezzi in eccedenza di altri kit e ho ritrovato alcuni utensili come una chiave inglese, un paio di pinze...












... mentre l'altro (in torretta ) ho sceglto un figurino in una posizione di allerta, visto la posizione che deve ricoprire.








Per la colorazione dei figurini, ho utilizzato: per gli indumenti colori Tamiya con toni desrt XF 59/52/57 e toni green XF 81/62/ 49, mentre per gli incarnati ho provato i colori Italeri flat skin 4601 e 4603.

Accessori vari
Per arricchire un po' la scena e ricreare questo "momento di pausa" ho deciso di aggiungere sul lato sinistro del diorama un piccolo tavolo ricavato con due fusti da carburante e un'asse di legno; al di sopra ho appoggiato il pc portatile che comanda il robot per le mine o ispezioni del terreno e un fucile M82 Barrett con colorazione desert-camo.










vicino al tavolo, ho inoltre posionato il robot; proveniene da un kit della MENG che comprende due soldati in tenuta da sminamento, due robot e alcuni accessori.
Utilizzando del cavo metallico molto sottile, ho perfezionato il robot con l'aggiunta dei vari cablaggi delle telecamere e del braccio estensibile.






La rete militare che ricopre in parte la torretta e il container, non è quella che pensavo di utilizzare inizialmente, ma, dopo qualche ricerca su internet, ho trovato un kit della AFV art.35020 green 35019 desert.
Non so se qualcuno di voi abbia già utilizzato questo prodotto ma a mio parere trattata a dovere è molto realistica; attenzione però, maneggiatela con molta cura, perché è molto fragile; il kit vi si presenta sullo stile decals, cioé è da immergere in acqua e in pochi secondi si stacca dalla base; una volta tolta dall'acqua, vi consiglio di appenderla come un panno da asciugare oppure su quattro supporti leggermente in tensione; ad asciugatura avvenuta si può trattare ad aerografo o con bombolette spray per darle un tocco più reale.
Raccomando ancora molta attenzione perché diventa molto fragile, ma una volta posizionata, sarete ripagati delle vostre fatiche!!








Il filo spinato posto come difesa sul muro di cinta è una fotoincisione Verlinden art. 0051; per la sua colorazione ho steso una mano di primer poi sono intervenuto con toni di colore che si avvicinano a colori ruggine come il terra di siena, dell'arancio molto diluito e delle piccole sfumature di alluminio per avvicinarsi al colore del metallo.






Sul lato destro del diorama, al di sotto della piccola tettoia, ho collocato una panca di legno, ottenuta con dei listelli di balsa facili da tagliare e lavorare; al di sopra della quale vi ho posizionato alcuni oggetti di "vita quotidiana" come un piccolo frigor da trasporto, una cartina, alcune bottiglie d'acqua e un fucile.








Conclusioni
Ecco alcune foto del progetto intero finito:
















Siamo arrivati alla fine di questo progetto; costruendo passo a passo questo diorama mi sono divertito e vi ringrazio per i vostri commenti e di avermi sostenuto durante la costruzione delle varie fasi fino a questo punto conclusivo.

Perché ho deciso di suddividere questo diorama in più fasi? Per alcune ragioni; intanto per cercare di confrontarmi al meglio con tutti voi e per ricevere consigli su tecniche di colorazione/costruzione; e per dare più informazioni possibili a tutti coloro che sono alle prime armi e vogliono avvicinarsi al mondo del modellismo a piccoli passi e con pochi investimenti.

Come al solito, lascio a voi commenti e suggerimenti per altri miei progetti.... un saluto a tutti e buon modellismo.....!!!


Luca Navoni

[Gallery]

Gruppo Modellisti Ravenna

03.04.2015

Il "work in progress"
- Parte I - Il Container
- Parte II - Base, torretta di avvistamento, mura di cinta e accessori
- Parte III - M-ATV MRAP (Mine Resistant Ambush Protected)




Commento di Riccardo casati [04/05/2015]:
Ciao luca bellissimo ...hai saputo ricreare un momento di vita di quei soldati ... Bellissimo il mezzo ..dettagliatissimo e bellissimi tutti i particolari come gli attrezzi da lavoro , chiavi ,cacciavite ecc spettacolari ..mi è piaciuto il terreno sabbioso molto realistico con le impronte dei mezzi ...e ho visto che hai migliorato moltissimo anche sui figurini ...insomma nulla al caso ..tutto curatissimo ..bravissimo

Un salutone e continua sempre

Riccardo

Commento di ezio bottasini [04/05/2015]:
Ciao Luca, ormai ci hai abituato a lavori superbi e questo non si smentisce, nei vari step che ci hai presentato nell'evoluzione del lavoro, già si intuiva qualcosa di eccezionale e questo è stato.

Bravissimo, ottimo lavoro, sia nell'insieme che nei vari particolari e oggetti/soggetti che compongono il diorama.
Al prossimo Ezio

Commento di Francesco Sasso [04/05/2015]:
Ciao Luca!! Finalmente posso osservare l'opera al completo.. che dire, hai fatto un lavorone e il risultato ottenuto vale il tempo e le fatiche spese per questo diorama. Tutto molto bello e dettagliato, ogni particolare eseguito con la massima cura e precisione.. prendo nota della rete mimetica che hai utilizzato, sarà uno dei miei prossimi acquisti!
Ancora tanti complimenti..un salutone!
Francesco

Commento di Marco Vergani [04/05/2015]:
Finalmente un altro modellista che non usa l'aerografo per i suoi modelli .... visto il risultato credo che puoi farne tranquillamente meno ....
Complimenti, Marco

Commento di Giampaolo Bianchi [04/05/2015]:
Un capolavoro! !eccellente la ricostruzione del motore,ottima la disposizione spaziale nel suo complesso. Penso che farebbe una gran bella figura in qualche prossima.mostra.COMPLIMENTI.
Giampaolo

Commento di Fabrizio Marini [04/05/2015]:
qui' provo una sana invidia nel vederlo. realizzare diorami e' il mio sogno ! complimenti

Commento di maurizio ugo [04/05/2015]:
.....fortunatamente ti sei fermato a tre parti....altrimenti bisognava iniziare la procedura di beatificazione.... COMPLIMENTI.... bravissimo Luca...
un salutone
maurizio

Commento di Dino Dall'Asta [04/05/2015]:
Complimenti vivissimi, un magnifico diorama!!
Dino

Commento di Luca Navoni [04/05/2015]:
Ragazzi vi ringrazio tutti per i vostri complimenti, non scendo a ringraziarvi tutti nello specifico perché siete tanti e non mi aspettavo veramente tanti commenti.... grazie ancora e se vi fa piacere sapere altre informazioni sarò qui a vostra disposizione molto volentieri....!!! ;)

Grazie ancora a tutti....

Commento di Vito [05/05/2015]:
Ciao luca , lavoro davvero stupendo !!! Hai tutta la mia ammirazione ed invidia da aeroplanaro per i dettagli.
Ciao vito

Commento di Enrico Calanchini [06/05/2015]:
Mi associo a tutti coloro che mi hanno preceduto per complimentarmi del bellissimo diorama realizzato con grande manualità uso sapiente dei pennelli.

ciao Enrico

Commento di giuseppe giovenco [06/05/2015]:
era ora!!!!!!
almeno adesso puoi passare ad altro diorama e depositare sull'altare questa tua reliquia!!!
sei sempre oltre le aspetattive - Giuseppe

Commento di Luca Navoni [08/05/2015]:
Vito, Enrico, Giuseppe ringrazio anche voi per i vostri complimenti....!!!

Un saluto e un abbraccione, Luca

Commento di Mario Bentivoglio [14/05/2015]:
Uno SPETTACOLO Luca!!!!!!
:-) complimenti !!!!!!
:-)

Commento di Luca Navoni [15/05/2015]:
Grazie Mario per i tuoi complimenti....!!!! :)



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No