Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

Megatron vs Barracuda - Luigi Cuccaro




Che pazzia accostare un Leopard II A6CAN Barracuda vicino ad un Challenger II Megatron in un incontro molto improbabile!
Ho forzato la mano perché mi andava di evidenziare come gli inglesi ed i tedeschi applicano le "slate armour" sui loro mezzi.
Inoltre la mia "fantasia" sui carri 1/72 permette tali confronti paradossali ed inapplicabili ai miei "ortodossi" 1/35 (motivo per cui ho sospeso per qualche tempo).
Ah, per chi non lo sapesse, le "slate armour" sono un tipo di protezione contro attacchi missili anticarro tipo RPG.
Hanno la forma di una griglia metallica rigida montate intorno alle sezioni più vulnerabili del veicolo blindato (per ulteriori dettagli consultate i potenti mezzi informatici).

Leopard II A6 Can Barracuda
Dato che il modello doveva essere coperto col tipico telone "bucherellato", ho preferito usare un Leopard II A5 dell’Altaya anzichè "sprecare" il bel (e costoso) Leopard II A6 della Revell.




Dall’immagine si nota la stagnola per la copertura, altri materiali e l’attrezzatura tra cui spiccano le utilissime fustelle punch & die per riprodurre i fori sul telone coprente.
Ed ecco il risultato




Bello vero? No, un cavolo!
Il buon Mario mi faceva notare che i fori sono sovradimensionati ed inoltre ci sono anche delle "1/2 lune" da aggiungere.
Ho provveduto a compensare le imprecisioni e pertanto ho ottenuto:




Riguardo alle slate armor purtroppo non esistono in 1/72 ma solo in 1/35 pertanto ho acquistato le fotoincisioni per navimodellismo in 1/700 (Eduard) le quali hanno i rettangolini dimensionalmente adeguati per il mio Leopard II A6 Barracuda.
Per sagomarle, ho semplicemente stampato e scalato, in 1/72, le istruzioni delle sue analoghe in 1/35.




A concludere ho aggiunto lo sminatore, materiale di supporto ed un ombrellone.
Che ci "azzecca"? Lo hanno fatto i canadesi perché non io?




Colorazione
Il telone nei tipici desert mimetici tedeschi mentre il carro è nei tre colori standard Nato.








Challenger II Megatron
Un Dragon come kit base, buon modellino ma leggermente sprecato data la copertura, peccato ma non avevo altre alternative.




Per trasformarlo nella variante "Megatron" ho dovuto aggiungere "qualche altro dettaglio" oltre al telone il quale differisce dal tedesco per la trama. (non ha i fori e le 1/2 lune).




Quindi si evincono altri particolari quali:

  • Spranga trancia cavi aerei su torretta
  • Slate armour sull’area posteriore della torretta e scafo (fotoincisione inclusa nel kit)
  • Ulteriori piastre aggiuntive sullo scafo e torretta.
  • Gruppo antenne "new generation" su torretta.

Colorazione
Telone in standard british yellow sand.
Per il carro, ho usato il colore originale British Army della White Ensign Model lumeggiato con aggiunta di giallo e bianco.




Uffa. E’ poco convincente!
Il buon Mario gentilmente mi fa notare che la lumeggiatura dello scafo tende eccessivamente al verde chiaro pisello anziché al light olive green.
Pertanto ho corretto lumeggiandolo di verde meno "acceso".




L’effetto "vissuto" è caratterizzato anche dalle slate armour deformate nelle parti inferiori.




Le bandierine sono la mia firma sui mezzi moderni.




Conclusioni
Volevo tanto tenermi alla larga dalle modifiche e trasformazioni pesanti ma ci sono ricaduto: queste due specifiche versioni mi piacevano davvero tantissimo.








Alla prossima con un Isu-122 trasformato in Object-704 per onorare il famosissimo museo di Kubinka.

Buon modellismo a tutti.

Last but not least: un ringraziamento particolare al buon Mario Bentivoglio; grazie alle sue opinioni, ho potuto evitare un alcuni errori di imprecisione.





Commento di Mario Bentivoglio [12/05/2015]:
Luis :-) grandissimo lavoro di dettaglio! Ho avuto il piacere di seguire le fasi in anteprima...e a lavoro terminatoe ambientato il tutto è ancor più bello!!! ...e grazie di cuore per la tua citazione...è un onore essere citato da un modellista del tuo calibro!!!
Al prossimo..tuo lavoro..che si preanuncia altrettanto interessante!
:-)
ciaoo
mario

Commento di Luis [13/05/2015]:
Grazie Mario per la tua collaborazione. Mi sn davvero divertito sopratutto quando ti rompevo con le mie img in anteprima.
Alla prossiama e ciao

Commento di ezio bottasini [13/05/2015]:
Ciao Luigi, premesso che i mezzi militari mi appasionano ma non so praticamente nulla, a mio modestissimo parere hai fatto un lavoro superbo, soprattutto in riferimento alla scala. Avere poi degli apprezzamenti da "un" Mario di cui conosciamo tutti i lavori è come ricevere un premio ad un concorso.
Bravissimo. ciao Ezio.

Commento di Luis [13/05/2015]:
Grazie Ezio, davvero gentile....il buon Mario lo conosco fin dai primi tempi in cui esordi' in questo magnifico sito (allora si kiamava Supereva, vero Giaba? ) ed è una magnifica persona pertanto ricevere un suo apprezzamento, credimi, x me ha un valore immenso.....altro ke premio, di quelli ne ho piena la cantina ;-)
Ciauuuuuu

Commento di Vito [13/05/2015]:
Ciao Luigi, che dire di più ..... 2 piccoli grandi modelli davvero belli e ti dirò che hai fatto venire voglia di provarci anche ad un aeroplanaro come me.
Ciao Vito

Commento di Francesco Sasso [14/05/2015]:
Ciao Luigi, anche se la scala 1/72 non mi affascina, i tuoi modelli sono davvero ben realizzati, molto bella la mimetizzazione..
Il mio prossimo lavoro riguarderà la costruzione di un Challenger 2 in scala 1/35.. grazie per avermi tolto la curiosità di vedere come si presenta il kit in scala più piccola.
Un salutone, Francesco

Commento di maurizio ugo [14/05/2015]:
....ciao Luis, veramente notevole il lavoro svolto, il risultato è davvero bello.... complimenti, visto anche la scala...
un salutone maurizio

Commento di Luis [15/05/2015]:
Grazie a voi tutti. Salutoni.
X Vito => gli aerei....il.primo amore nn si scorda mai soprattutto il mitico Stukas dell'Arfix.
X Francesco => scala 1/35? Magnifica. Se hai voglia, vediti il mio Challenger 2 op. Telic ke feci nel lontano 2006.

Commento di Luca Navoni [15/05/2015]:
Ciao Luigi,

davvero due bei pezzi, le tecniche che hai usato per riprodurre il telone "bucherellato" è davvero fenomenale; molti dettagli e ben valorizzati.... davvero complimenti....

Un saluto, Luca

Commento di Enrico Calanchini [15/05/2015]:
Vedo per la prima volta dei carri lavorati in questo modo e rimango basito dalla tua bravura nel dettagliarli così meticolosamente in questa scala.
Non è il mio campo, ma che sia un lavoro di gran livello credo di poterlo affermare con certezza.
Complimenti.
Un saluto Enrico

Commento di fabio favo [31/03/2017]:
Ciao grande Luigi
nonostante siano passati 10 anni dalla ultima volta che ho visto un tuo lavoro dal vivo mi sembra proprio che non hai perso quel tuo tocco unico che mi ha sempre affascinato
un grande abbraccio dal Brasile
e sempre forza Toro

Commento di Luigi Cuccaro [31/03/2017]:
Ciao carissimo Fabiun!
Che piacere risentirti e quanta gioia mi dai che ti ricordi ancora di me e la nostra amicizia è ancora forte dopo tanti anni. Spesso sogno di incontrarti fuori da Amati il sabato pomeriggio e gasati cone eravamo, parlare del nostro meraviglioso hobby. Avrei tante cose da raccontarti, forse troppe e molte non tanto belle ma ora non è il momento. Dai, teniamoci in contatto e, a proposito, ci sei su fb? Se si, mi trovi al pseudonimo di Ginazzo Cuk. Sempre forZa Toro e juve merda. Ciauuuuuuuuuu



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No