Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

...Looking at a sunset... - Francesco Sasso

Libya 1942




Le camionette utilizzate dal L.R.D.G. erano soggette a pesanti modifiche e personalizzazioni sul campo per adattarle al meglio ad ogni contesto di impiego, perciò con un po' di ricerca storica sul web e sui libri specifici ci si può davvero sbizzarrire, dando ampio spazio alla personalizzazione!
Ho deciso di realizzare un mezzo con il cassone adattato per far spazio all'installazione di una mitragliatrice Breda 20/65 Mod. 35 di preda bellica.
Il kit di partenza è il vecchio ma sempre valido Tamiya, ampiamente modificato utilizzando il set in resina di conversione della ditta belga Resicast e fotoincisioni Eduard più altri equipaggiamenti di recupero, la mitragliatrice Breda è di produzione Italeri.



Dopo un'accurata pulizia delle varie stampate e qualche stuccatura per eliminare le piccole imperfezioni, ho provveduto ad assemblare il modello mantenendo tre sottoinsiemi separati, per poi fissarli a colorazione ultimata: il telaio, il cassone e la parte anteriore del mezzo (cofano più posto guida).






Ho aggiunto un supporto per una mitragliatrice Vickers K sulla parte sinistra del cofano. Ho dettagliato il cruscotto e gli interni del vano guida, aggiungendo inoltre l'ingegnoso "sun compass" inventato dal Maggiore Ralph A. Bagnold.




Ho sostituito le ruote in vinile con altre in resina presenti nel kit di conversione, ho autocostruito la bandiera identificativa utilizzando lo stucco epossidico Tamiya e come asta un bastoncino della Evergreen scale model di diametro 0,64 mm, il cordame per fissare il carico è semplice filo da cucito colorato prima di fissarlo ai gancetti fotoincisi presenti sulle fiancate del cassone.
Il telone ripiegato è stato realizzato utilizzando un foglio di scottex per la parte interna e carta da forno per la parte esterna, entrambi inumiditi in acqua e colla vinilica prima di ripiegarli e fissarli con filo da cucito come cordame.
Ho sostituito i supporti della mitragliatrice Breda con altri in resina, previa foratura con trapanino a mano delle parti non perfettamente definite.






Colorazione:
Al termine del montaggio di tutti i componenti, ho dato come primer una mano di Chaos Black spray della Citadel, per poi passare ad areografo una mano di colori acrilici Tamiya: come base della carrozzeria il Buff (XF-57), schiarendo le parti maggiormente in luce con Deck Tan (XF-55) a sua volta schiarito con Bianco (XF-2).
In seguito ho protetto e sigillato i colori con una mano di trasparente opaco.
Per le scrostature principali ho utilizzato la nota tecnica della lacca: dopo averne applicato uno strato su tutto il modello, ho dato una mano ad areografo di Wooden Deck Tan (XF-78).




Una volta ben asciutto, ho iniziato delicatamente a scrostare e a far riaffiorare il colore sottostante utilizzando un pennello a setole rigide imbevuto in acqua tiepida.
Per testurizzare ho utilizzato una spugnetta e per i graffi meno invasivi un pennello a punta fine.
In seguito ho applicato le decals presenti nel kit utilizzando il prodotto Mark Fit Tamiya per ammorbidirle e darle maggior protezione, infine ho sigillato nuovamente il tutto con trasparente opaco.
Il resto dei dettagli ed equipaggiamenti sono stati dipinti a pennello utilizzando acrilici Vallejo, Tamiya e Citadel.

Invecchiamento:
Per l'invecchiamento del mezzo mi sono servito di prodotti pronti della AK Interactive e colori ad olio della Abteilung502.
Per rifinire e dare volume alle pannellature, oltre ai prodotti sopra descritti, ho utilizzato il Panel Line Accent Color della Tamiya.




In particolare. per il cassone e per il posto guida ho voluto dare un effetto particolarmente usurato ed impolverato: per la polvere e anche piccoli cumuli di sabbia e di pietroline ho utilizzato i pigmenti Mig: in primo luogo è stato applicato l'apposito fissativo a pennello, successivamente utilizzando un pannello a setole larghe si raccoglie una quantità non eccessiva di pigmento sulla punta del pennello, lasciandolo cadere uniformemente sull'area interessata, rimuovendo successivamente l'eccesso e le imperfezioni con un bastoncino cotonato.




La parte inferiore del mezzo è stata anch'essa impolverata utilizzando i prodotti Mig, anche se a lavoro ultimato si noterà ben poco.
La marmitta ha ricevuto un effetto ruggine mentre l'estremità del tubo di scappamento è stato annerito con pigmento nero.








Basetta:
Su una basetta in legno (lunghezza 20 cm, larghezza 10 cm, altezza totale 7 cm) gentilmente realizzata da un amico falegname, ho dapprima dato una mano di impregnante per legno per poi successivamente realizzare lo strato di base del terreno (a cui ho voluto dare una lieve pendenza) utilizzando il DAS.
Per l'effetto sabbia ho utilizzato l'efficace prodotto Light Earth dell'AK, una pasta acrilica da applicare direttamente per poi rifinire e uniformare con l'aiuto di una spatola.
Prima della sua asciugatura ho cosparso il terreno con qualche pietrolina.
Successivamente ho dipinto e sfumato il tutto mediante colori acrilici ad areografo, infine ho fissato qualche sporadico arbusto: ambientazione semplice, ma giusto per dare un contesto di operatività al mezzo!
Le targhette sono state realizzate utilizzando immagini reperite sul web, modificate e ridimensionate per poi stamparle su carta e in seguito plastificate.






Figurino:
Il figurino che completa la scenetta è in resina della Resicast, veramente ben fatto! E' stato dipinto utilizzando acrilici Vallejo e smalti Humbrol per gli incarnati.




Conclusioni:
Realizzare modelli come questo in cui possiamo dare ampio spazio alla nostra personalizzazione è veramente appagante, la ricerca storica e il documentarsi ne sono parte essenziale, sono proprio questi aspetti a rendere così speciale e soddisfacente il nostro splendido hobby!
Con mia grande soddisfazione, l'articolo è stato pubblicato su Model Time n. 260 in edicola a marzo 2018!




Ringrazio il club Modellisti Statici Canavesani per i consigli ricevuti durante la realizzazione del modello!





Francesco Sasso

[Gallery]

Modellisti Statici Canavesani

26.10.2018




Commento di Gerry [27/10/2018]:
Bel lavoro Francesco, ottima l'idea di integrare una Breda di preda bellica, dà quel tocco in più che non guasta mai. Ho anche io questo kit in "magazzino" e un giorno o l'altro...

Commento di Giuseppe "Pino" Penna [28/10/2018]:
Ciao Francesco, non mi intendo molto di figurini, però i Tuoi sono fatti molto bene , molto curati , tanto da sembrare quasi ...umani. (mi scuso per questo mio modo di esprimermi) - Infine, I miei complimenti vanno aggiunti al " CHEVY TRUCK" , rifinito nei minimi particolari. Con quello che ho visto nelle varie Mostre , il Tuo, è un lavoro veramente all'altezza.
P.S. Leggendo le Tue note, vedo che sei una Persona che non se la "tira" - e questo va tutto a Tuo vantaggio. Bravo
Giuseppe Pino Penna

Commento di giampaolo bianchi [28/10/2018]:
LAVORO VERAMENTE ECCEZIONALE..MERITEVOLE DELLA COPERTINA SU MODEL TIME.
COMPLIMENTI PER TUTTO.O
GIAMPAOLO

Commento di Riccardo Casati [28/10/2018]:
Ciao Francy spettacolo.... Un lavoro perfetto... Tutto bello.... Nulla da dire ormai sei un master l'anno prossimo siamo assieme... Un abbraccio

Riccardo

Commento di Dino Dall'Asta [28/10/2018]:
Avendola vista dal vivo, ho apprezzato moltissimo questa tua realizzazione e ti rinnovo i miei complimenti!
Dino

Commento di ezio bottasini [29/10/2018]:
Ciao Francesco, da un accanito aeroplanaro, un sincero "Mi piace"...veramente un'opera superba.
Complimenti, al prossimo Ezio

Commento di LAURO BONFA' [29/10/2018]:
Molto realistico e interessante, questi mezzi del LRDG assieme a quelli del SAS si possono riprodurre in svariate versioni e personalizzazioni e proprio qui sta la loro peculiarità.
Complimenti caro Francesco eccellente lavoro.

Commento di Francesco Sasso [29/10/2018]:
Vi ringrazio di cuore per i complimenti, fanno molto piacere e incentivano a continuare questo splendido hobby.
Un caloroso saluto a tutti voi
Francesco

Commento di giovenco giuseppe [31/10/2018]:
Francesco l'Africano!!!!!!! stupenda questa camionetta degli Scorpioni - sai che con me trovi un portone aperto per le truppe di Sua Maestà!!!! ....... che dire, mi piace assai - grazie Francesco per questa tua vena desertica condivisa non da pochi!!! Giuseppe

Commento di Luca Navoni [03/11/2018]:
Ciao Francesco,

nulla da dire...bel lavoro e ben eseguito.....bella l'idea di una Breda sul pianale di preda bellica... ;-)

tutto curato nell'insieme, ancora complimentoni....!!!!!

LUCA

Commento di Francesco Sasso [05/11/2018]:
Giuseppe, Luca.. vi ringrazio di cuore!
Aspetto i vostri prossimi lavori!
Un caro saluto
Francesco

Commento di Gianni [13/11/2018]:
Complimenti Francesco è un piacere leggere le varie fasi del tuo lavoro, il diorama è bellissimo come sempre ed è un piacere ammirare i dettagli dalle foto anchesse ben realizzate.
Grande sodissfazione immagino nel vedere pubblicato il tuo lavoro sulla mitica rivista Model Time.
Bravissimo
Gianni

Commento di Francesco Sasso [17/11/2018]:
Grazie mille Gianni, eh si, una grande soddisfazione, spero sia piaciuto ai lettori della rivista!
Un caro saluto
Francesco



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No