Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

"Il corriere", Libia 1942 - Francesco Sasso

- Parte II - Semovente M40 da 75/18 -




L'articolo che segue è la seconda parte del diorama in fase di realizzazione, raffigurante la consegna di un messaggio a un'unità corazzata del Regio Esercito da parte di un bersagliere motociclista, ambientato in Libia durante l'anno 1942.
Nel seguente articolo andrò a descrivere le varie fasi di realizzazione del mezzo corazzato che lo andrà a comporre: il Semovente M40 da 75/18.

Cenni storici:
Durante la Seconda Guerra Mondiale, per far fronte all'inferiorità dei mezzi corazzati italiani rispetto ai contemporanei Tedeschi o Alleati, venne progettato questo semovente d'artiglieria corazzato, inizialmente studiato come unità di supporto alla fanteria e ai reparti corazzati, ma successivamente vennero impiegati nelle stesse divisioni corazzate, dimostrarondosi potenti ed affidabili unità "cacciacarri", sfruttando un profilo basso e il potente cannone da 75 mm.




Il Kit:
Kit della Tamiya in scala 1/35, le qualità delle stampate sono molto buone nonostante non sia proprio recente come modello.
Il montaggio è stato eseguito da scatola, a parte alcune modifiche e aggiunte:
 – ho sostituito i compartimenti laterali con altri fotoincisi della Voyager;
 – ho aggiunto il cavo in acciaio con i vari perni, anch'esso Voyager e molto realistico;
 – sono state rifatte le maniglie sulla parte superiore dello scafo con altre in lamina di stagno per darne maggiore realismo rispetto a quelle in plastica proposte dal kit;
 – il cannone da 75 mm. è stato sostituito con la canna in metallo della RB Model, molto bella e dettagliata;
 – è stata aggiunta l'antenna per la radio, utilizzando la fibra ottica;
 – le lenti dei fari sono state sostituite con parti fotoincise della Voyager.
In fase operativa questi mezzi erano adattati ed equipaggiati con materiali di fortuna e caricati di varie provviste e materiali.
In particolare, per contrastare l'inferiorità dal punto di vista della corazzatura, gli equipaggi dei carri italiani erano soliti rinforzare i propri mezzi con sacchi di sabbia e pezzi di cingoli di ricambio.
Volendo adattare anche il mio mezzo, ho acquistato l'apposito set in resina della Black Dog, molto bello e ricco di dettagli, ho solo dovuto eseguire parecchio lavoro di pulizia e di stuccatura per le parti danneggiate o mal stampate.








Colorazione ed invecchiamento:
Dopo la consueta mano di primer nero su tutto il modello, ho applicato un color ruggine come base delle successive scrostature.
Dopo aver applicato la lacca su tutto il modello, una volta asciutto, ho dato una mano di Dark Yellow (Tamiya XF-60) ad areografo, diluito fino alla giusta consistenza.
Ho schiarito le parti maggiormente in luce come i portelli anteriori e la parte superiore dello scafo.
Ho proceduto a scrostare le parti soggette a maggior usura, utilizzando uno spazzolino, stecchino e pennello a setole rigide imbevute in acqua tiepida per far risaltare il colore di base e dargli un effetto usurato ed arrugginito.
Tutti gli altri dettagli ed equipaggiamenti sono stati dipinti a pennello mediante acrilici Vallejo, Tamiya e Italeri.
L'invecchiamento è stato eseguito con colori ad olio, utilizzando la tecnica della puntinatura (Terra di Siena, Terra di Cassel e Bruno van Dyck) e prodotti specifici dell'AK Interactive.
Sempre dell'AK sono i pigmenti utilizzati per impolverare soprattutto la base bassa dello scafo e i cingoli, applicati mediante l'apposito fissativo.




Per le parti annerite dal fumo quali gli scarichi, le griglie e la bocca di fuoco del cannone, ho utilizzato il pigmento Black dell'AK, applicato a pennello ma senza il fissativo di base.






Ecco altre foto..




















È stato un lavoro molto piacevole e divertente, ho sempre avuto la passione e l'idea di realizzare questo mezzo.
La prossima parte dell'articolo, la terza e la conclusiva, andrò a descrivere le varie fasi per la realizzazione della scenetta e i figurini che la comporranno.
Per ora è tutto... al prossimo episodio!

Francesco Sasso

[Gallery]

Modellisti Statici Canavesani

26.01.2017






Commento di giampaolo bianchi [05/02/2017]:
CARO FRANCESCO CHE DIRE..LA MANO DEL MAESTRO SI VEDE SEMPRE..BELLISSIMO MODELLO,,NON VEDO L'ORA DI AMMIRARE IL DIORAMA COMPLETO.
UN CARO SALUTO.
GIAMPAOLO

Commento di Stefano Deliperi [05/02/2017]:
la prima "puntata" è davvero bella e interessante..e ora aspettiamo il diorama terminato!

Commento di ezio bottasini [06/02/2017]:
Ciao Francesco, vista la maestria di esecuzione delle prime due parti, già mi immagino il risultato finale....sto' M-40 è veramente magnifico e realistico....mi raccomando fai qualche "foto d'epoca" in bianco e nero con il deserto di sfondo....sarà difficile distinguerlo da una foto di guerra.
Complimenti alla prossima Ezio

Commento di Gianni [06/02/2017]:
quando vedo questi lavori penso a quei poveri ragazzi dediti a sprecare il loro tempo ai videogame...complimenti Francesco un lavoro splendido , anche io non vedo l'ora di vedere il diorama...sarà uno spettacolo

Commento di Lauro Bonfà [06/02/2017]:
L'attesa non è stata vana, il 75/18 è uno spettacolo, ottimo come costruzione e verniciatura, nonchè come realistico invecchiamento e usura. Belli i caricamenti esterni che danno quel pregevole senso di realtà storica e operativa. Su questi mezzi i nostri artiglieri scrissero pagine epiche di eroismo in Africa Settentrionale e non solo. Complimenti. Lauro.

Commento di giovenco giuseppe [06/02/2017]:
cosa devo dirti? a parte la tua malattia del mal d'Africa ( irreversibile = una volta preso il virus non te lo toglie più nessuno ), questo carro del R.E. è veramente simpatico ed intrigante non sembra di certo in una scala così piccola - aspetto anch'io il diorama .... so già che sarà fantastico ... ormai c'è poco da insegnarti!!!! Giuseppe

Commento di Enrico Calanchini [06/02/2017]:
Un "Bassotto" veramente di razza con tanto di pedigree, magnifico davvero, ambientato a dovere farà esclamare nell'ammirarlo "Alzo zero...fuoco!!!" Strepitoso
Complimenti ciao Enrico

Commento di Francesco Sasso [06/02/2017]:
Ciao ragazzi, leggere tutti questi bellissimi commenti mi rende veramente soddisfatto!
Che dire.. Grazie a ognuno di voi!!
Non vedo l'ora di ammirare altre vostre opere..
Un caro saluto a tutti!
Francesco

Commento di Luca Navoni [07/02/2017]:
Ciao Franc,

....bello tutto... ...l'invecchiamento, l'usura del mezzo e i vari particolari aggiunti...

...vai alla grande veramente ben realizzato, davvero complimenti....

un saluto e un abbraccio, Luca

Commento di Dino Dall'Asta [07/02/2017]:
Ottima realizzazione, complimenti sinceri...
Dino

Commento di maurizio ugo [07/02/2017]:
.....ciao Francesco, hai rappresentato questa parte del diorama ottimamente e con un mezzo a mecaro, in quanto amante di questo piccolo brutto ma efficiente mezzo, almeno per i standard italici dell'epoca, aspettiamo il resto, nel frattempo, un salutone non te lo leva nessuno.

maurizio

Commento di Francesco Sasso [09/02/2017]:
Luca, Dino e Maurizio.. Grazie anche a voi, sono felice che vi sia piaciuto!!
Un caro saluto a tutti!!
Francesco



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No