Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini New
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  I prossimi eventi

AMP


Hobby & Model Show a Forlì
12-13 maggio 2018


Milano Scale Model 2018


Milano Scale Model
12-13 maggio 2018

Kogge cocca anseatica sec. XIV - Dino Dall'Asta




L’Hansa, formatasi nel XII secolo, era una associazione di commercianti di città soprattutto rivierasche impegnata in attività a lunga distanza principalmente nell’area dei Mari del Nord e del Baltico.
Il periodo più produttivo e di massimo splendore di questa Lega Anseatica, cosiddetto età dell’oro, fu durante gli ultimi anni del XIV secolo sotto la guida della città di Lubecca e il tipo maggiormente diffuso di navi commerciali in quel momento era il Kogge (Cog o Cocca).



Stampa d’epoca del porto di Lubecca


Era un bastimento da carico per il trasporto merci della lunghezza variabile da 20 a 25 m, con un unico albero dalla vela quadrata, con bracci e cime di bolina in modo che la vela stessa potesse essere orientata per procurare il movimento in avanti anche con vento al traverso.




Costruito in legno di quercia o rovere, aveva lo scafo rivestito a fasciame sovrapposto (caratteristica derivata dai drakkar vichinghi) e per ottenere una perfetta tenuta stagna veniva inserito a cuneo nelle varie giunture del materiale fibroso, generalmente muschio, come sigillante.
Il ponte era scoperto con sottostante un unico vano che costituiva la stiva e con a poppa un castello sopraelevato, con merli e scudi appesi che ospitava balestrieri e alabardieri, destinato alla difesa contro i pirati o per consentire l’uso di questo tipo di imbarcazione come nave da guerra.


Kogge cocca anseatica sec.XIV

La prua era dritta formante un angolo di circa 60 gradi fissata da una lunga chiglia e con la poppa anch’essa dritta formante un angolo di circa 75 gradi, sulla quale era incernierato centralmente un lungo timone.
La carena arrotondata lo rendeva capace di ben veleggiare sia in condizioni di mare calmo che di mare agitato e di manovrare fra i ghiacci galleggianti o addirittura di scivolarvi sopra, se preventivamente veniva rivestita con pelli di animali conciate ed ingrassate.




Nel 1962 fu individuato e successivamente recuperato il relitto di questo tipo di imbarcazione, il cui scafo è conservato presso il Museo marittimo di Brema.




In base agli studi sul relitto è stato ricostruito un modello navigante a motore che oggi trasporta i turisti, con l’equipaggio indossante abiti del XV sec.



Replica


Il modello scala 1:87
Il modello è interamente in resina di color bianco, lo scafo si presenta ottimamente dettagliato, compresi i vari componenti della soprastruttura.
Il kit è della Artitec Shop, produttore con sede ad Amsterdam che ho scoperto nel mio girovagare nel web in cerca, come mia consuetudine, di modelli poco conosciuti e originali.
Mi ha piacevolmente sorpreso l’accuratezza e la precisione delle varie stampate in resina, veramente notevoli, per cui non ho avuto particolari difficoltà ad assemblare il tutto.
Con l’occasione, ho anche acquistato dalla stessa i relativi figurini d’epoca, sempre in resina, raffiguranti alcuni membri sia dell’equipaggio che dei soldati e delle merci varie, aggiungendo sul ponte alcune botti che ho fissato alle due sponde, un paio di secchi e la scaletta nel boccaporto per accedere alla stiva prelevati dal mio archivio.












Ho eseguito la verniciatura usando acrilici di marche e tonalità diverse con il solo uso del pennello, dando “l’effetto legno” alla nave previa stesura del primer Rustbrown della True Earth.




Più laboriosa invece è stata la realizzazione del sistema velico, composto da un albero centrale, pennone, bozzelli e relativo cordame di diverso spessore.
La tela della vela l’ho ricavata da una pezza di cotone bianco e dopo averla rinforzata con delle cuciture intervallate verticali l’ho immersa in un vassoio in alluminio riempito con del the per dare il giusto invecchiamento.
Una volta asciutta l’ho bordata con della corda sottile, formando contemporaneamente degli anelli ai quattro angoli, per poi stendere altre corde sottili intervallate orizzontalmente anch’esse con anelli alle loro estremità.
Successivamente, ho applicato degli ulteriori rinforzi nei punti di maggior tensione ricavati da una toppa in alcantara color marrone scuro (nella realtà veniva impiegata della pelle conciata di animale).






Da un pannello di materiale isolante edile, ho ricavato una base da 35x21x3 cm sulla quale ho dapprima asportato un tassello di materiale riferito all’ingombro dello scafo posto diagonalmente, per poi stendere alcuni strati di DAS, opportunamente modellati e testurizzati con un pennello a setole grezze, per simulare l’andamento del mare calmo.




Quindi, una volta asciutta la superficie del DAS, l’ho dipinta a pennello con un mix di acrilici color verde e blu, per creare così le diverse tonalità del mare.
Il modello della nave finito è lungo 25 cm dallo specchio di poppa all’estremità di prua, largo allo scafo centrale 8 cm e al pennone 15 cm, con altezza all’albero di 30 cm.




L’ho completato inserendo alla base del pannello una lastrina in ottone da 14x2,5 cm con applicate ai lati del nome le immagini rispettivamente della bandiera e dello stemma della città di Lubecca in quell’epoca, i cui colori bianco rosso sono anche evidenziati nelle divise degli armigeri.




Ho ipotizzato che il Kogge veleggi in uscita dalla rada del porto, visto che parte dell’equipaggio sta ancora inserendo nella stiva le ultime merci accatastate sul ponte: è colpa della marea favorevole che ha costretto la nave a salpare velocemente, in ritardo nel posizionare parte del carico...




Dino Dall'Asta

[Gallery]

29.01.2018

Bibliografia e immagini.





Commento di ezio bottasini [02/02/2018]:
Carissimo Dino, hai superato te stesso, è meravigliosa, oltre per l'indiscutibile pregevole fattura modellistica, anche per gli innumerevoli particolari sicuro frotto di approfondita documentazione...inoltre sei anche un abile sarto.....lo terrò presente per il prossimo abito che dovrò farmi confezionare...sicuramente la vedremo in bella mostra a Giussano...io opterei, quantomeno, per un best di categoria....
Un caro saluto, al prossimo lavoro
Ezio

Commento di Luca Navoni [02/02/2018]:
bello bello bello...!!!!! ;-) ....sembra tutto in movimento e di riuscire a percepire il rumore del mare.....

un saluto e un abbraccio, Luca.

Commento di giovenco giuseppe [02/02/2018]:
insomma, in ultima analisi è la tua cocca!!! ... c'è chi nel tè mette il limone, .. chi il latte, ... ma tu per distinguerti hai messo del cotone!!!! non cessi mai di stupirci - bravo Dino!!! sei passato dalle coste atlantiche delle Americhe al freddo mare del Nord. Bellissima realizzazione - Giuseppe

Commento di giampaolo bianchi [02/02/2018]:
caro dino eì un lavoro magnifico in tutto.. magistrale la realizzazione delle vele
complimentoni
giampaolo

Commento di Lauro Bonfà [03/02/2018]:
Grande Dino, è sempre un Piacere ammirare i tuoi Capolavori, frutto ti tanta manualità modellistica, estro, ingegno, fantasia e ricerca Storica. Mi piacciono particolarmente tutti quei piccoli particolari che arrichiscono ulteriormente un lavoro già per se molto interessante e perfetto. Complimenti.
Lauro.

Commento di Enrico Calanchini [03/02/2018]:
Un'altra tua opera di pregio che abbiamo la fortuna di ammirare in tutta la sua bellezza, che immagino superiore vedendo il modello dal vero.
Bellissimo soggetto realizzato magnificamente e meticolosamente in ogni suo aspetto.
Complimenti, bravissimo.

Enrico

Commento di Dino Dall'Asta [04/02/2018]:
Ringrazio tutti per i vostri commenti.
Dino

Commento di Francesco Sbarile [06/02/2018]:
Questa Cocca è una chicca, come sempre riesci a farmi innamorare dei tuoi lavori.
Bravissimo Francesco

Commento di maurizio [08/02/2018]:
...ciao Dino, per trovare qualcosa che non mi piace del tuo lavorone, devo attaccarmi al te'....... detto questo, sul tuo modello, ti abbraccio e aspetto con trepidazione il prossimo modello....
maurizio



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No