Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Emanuele Iemma
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marcello d'Andrea
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Taxi de la Marne
Taxi de la Marne
Sergio Colombo

  Latest arrival...

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

  Latest arrival in the gallery

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

A7 Corsair II, la fabbrica Vought - Vito De Palo

Kit Hobby Boss scala 1/72




L’idea di questo progetto è nata durante la pandemia; curiosando in rete alla ricerca di qualche foto del Corsair dal quale prendere spunto ho trovato molte immagini che ritraevano il velivolo in fase di assemblaggio.
E li mi sono detto... SI PUÒ FARE!










Inizialmente doveva essere costruito in 1/48 su base del datato ma sempre ottimo Kit Hasegawa ma non avendolo a disposizione a casa ho optato di provare a realizzarlo in 1/72 anche se non ero sicuro di portarlo a termine dato le molte difficoltà che ho dovuto affrontare durante la costruzione.
La struttura delle ali è stata stampata in 3D ma il resto è stato tutto auto costruito con materiale di vario genere che poco ha a che fare col modellismo.

Ma procediamo con ordine...

Auto costruzione motore
Il motore è stato costruito partendo dalla base di un rossetto.












Cockpit
Anche questa zona è stata costruita dando il più possibile quel senso di "lavori in corso" e anche se di dimensioni davvero piccole alla fine giocherà un ruolo importante nell’insieme del progetto.












Condotto della presa d’aria
È stato ricavato da una porzione di un serbatoio in 1/48 di diametro perfetto tagliato e poi dettagliato con profilati evergreen.










Radar
Il radar è stato interamente auto costruito con avanzi vari di foto incisioni e plasticard.
Con una buona documentazione tutto è possibile con pazienza e voglia di fare bene.










Sonda per il rifornimento in volo
La sonda dell’ottimo kit Hobby Boss era costituita in un unico pezzo e rappresentata richiusa nel suo alloggiamento.
Da un vecchio kit Hasegawa del Corsair è stata utilizzata la sonda e migliorata; con una sezione di cavo elettrico è stato ricreato il condotto interno che porta il carburante al serbatoio.
L’alloggiamento è stato costruito in Plasticard e sezione di evergreen.








Vani avionica e vani carrello principale
Il kit forniva la possibilità di essere rappresentato con i due vani laterai aperti; utilizzando l’ottimo foglio di foto-incisioni Eduard dedicato e con l’aggiunta di cavi Plus Models, questa parte non ha richiesto particolari sforzi ad esclusione della RAT (Ram Air Turbine) di dimensioni microscopiche.
I vani carrelli del kit sono stampati con un ottimo dettaglio quindi sono stati aggiunti alcuni condotti idraulici per renderli convincenti.












Deriva e struttura motore
La deriva è stata rappresentata per metà senza pannellature, inizialmente la struttura interna era stata stampata in 3D come quella delle ali ma di fatto mai utilizzata perché troppo spessa.
Quella utilizzata è stata riprodotta in profilato evergreen assottigliato al limite della trasparenza.
I meccanismi interni che comandano il movimento del timone sono stati realizzati con avanzi di foto incisioni.




La costruzione della struttura motore è stata tra le fasi più complicate del progetto.
Anche per questa erano state stampate in 3D le ordinare che sostengono il motore ma poi inutilizzate perché di forna sbagliata quindi, con pazienza, usando come dima le sezioni della fusoliera sono state disegnate, ritagliate e dettagliate su plasticard da 0,5 mm.












Una volta terminato il lungo lavoro di adattamento di tutta la struttura sono stato auto-costruiti i meccanismi di movimenti dei piani di coda e posizionati i timoni.






È stato ricostruito il meccanismo del sistema del gancio d’arresto per l’appontaggio.








Struttura alare
La costruzione della struttura alare è stata la fase piu lunga e complicata essendo il punto cardine sul quale è strutturato l’intero progetto del diorama.
Le parti stampate in 3D (quelle azzurre) hanno richiesto olio di gomito e un lungo lavoro di "pulizia".
Essendo stampate a filo su un materiale davvero duro e irregolare.






Delle ali del kit sono stati tagliati e adattati flap, slat e la porzione di semi ala che va ripiegata per ridurre gli ingombri sulle portaerei.




Il lavoro di ricostruzione di tutti i sistemi idraulici, attuatori è tutto quello che c’è all’interno delle ali è stato un lavoro lungo e faticoso per via degli spazi davvero ridotti e le dimensioni delle parti da auto costruire soprattutto per via degli spessori.








Con profilati è stata ricostruita la parte centrale che unisce le ali che andrà poi sovrapposta alla fusoliera in fase di assemblaggio.











Accessori per il diorama
Per prima cosa sono stati costruiti i martinetti che sostengono le ali.
Come sempre foto alla mano, plasticard, avanzi di foto incisioni, bastoncino di lecca lecca e bastoncino per pulire le orecchie.









Scalette e trabbattello sono stampati in 3D.









Il compressore e l’estintore sono stato costruiti usando come base due capsule di protettore gastrico.








L’ultima fase del progetto è stata l’ambientazione, la più complessa di tutto il lavoro che ha richiesto più tempo della costruzione del velivolo stesso.
La struttura del carro ponte è stata interamente auto costruita, così come tutti gli elementi che la compongono.
La progettazione e la pianificazione di tutto il lavoro ha giocato un ruolo fondamentale dato la mole di lavoro che mi ha tenuto impegnato per circa 500 ore e nove mesi.

Seguono foto primi piani modello finito.
























Vito De Palo

IPMS Milano

[Gallery]

25.11.2021




Commento di ezio bottasini [26/11/2021]:

Ciao Vito; ho avuto il privilegio di seguire il WIP passo passo; il risultato finale è un lavoro che solo un grande modellista avrebbe potuto ottenere.

Grande Vito

Al prossimo Ezio


Commento di Enrico [26/11/2021]:

Una sola parola: Capolavoro!
(Ed io che mi sento un drago quando attacco 2 fili di rame su un carrello... quanta strada da percorrere con umiltà).
Ancora complimenti.
Saluti cari

enrico


Commento di PIETRO [26/11/2021]:

COMPLIMENTISSIMI !!
bellisimo lavoro
...mancano solo i figurini ;-)

Pietro


Commento di EMANUELE IEMMA [26/11/2021]:

Caro Vito complimenti per il grandissimo lavoro che ti ha impegnato per tanto tempo per la realizzazione degli innumerevoli particolari, ma che alla fine fa la differenza, regalandoti una sicura grandissima soddisfazione che non è altro che la giusta ricompensa al nostro modo, forse esagerato, di interpretare il modellismo... ma è questo il bello del modellismo.... pura passione... un abbraccio.


Commento di Massimo M. De Luca [26/11/2021]:

Ciao Vito
Inutile dire che sei l'eroe del giorno!!
Un Wip fenomenale ma, tra tutte, la cosa da Nobel del modellismo di diritto è l'estintore fatto usando una capsula medicinale!!
Eccezionale!
Massimo "Pitchup"


Commento di Vito [26/11/2021]:

Grazie a tutti sono contento che vi piaccia.
Massimo De Luca...
La pastiglia e nulla...
Considera che la struttura della fabbrica è costruita con spaghetti 🍝.
A breve uscirà uno speciale Sky model dove svelerà tutti i segreti di questo lavoro...


Commento di Michelangelo [26/11/2021]:

Lavoro egregio, dettagliato e soprattutto originale, i miei complimenti!


Commento di Giampaolo [26/11/2021]:

Capolavoro artistico e di ingegneria.. mai vista una precisione del genere.. stupefacente. Un abbraccio. Giampaolo.


Commento di Francesco [27/11/2021]:

Che dire. Ho visto crescere questo MERAVIGLIOSO lavoro giorno per giorno su Facebook. Aspetto prima o poi ( green pass permettendo ) di vederlo dal vivo per convincermi definitivamente di darmi al taglio e cucito, punto croce.


Commento di Valter [27/11/2021]:

Chissà se avrò occasione di vederlo dal vero prima che vada al museo??🤔




Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No