Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Emanuele Iemma
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marcello d'Andrea
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Taxi de la Marne
Taxi de la Marne
Sergio Colombo

  Latest arrival...

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

  Latest arrival in the gallery

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

Ferrari 512 Sport - Mario Galimberti




Nel 1970, il regolamento tecnico relativo alle vetture Sport-Prototipo consentiva di poter utilizzare vetture con una cilindrata massima di 5 litri purché fossero state realizzate in un numero minimo di 25 esemplari.
La Ferrari quindi realizzò una nuova vettura denominata 512 S, dove il 5 stava per 5000cc, 12 era il numero dei cilindri e la S stava per Sport.
La prima vettura (N°21) è quella ufficiale vittoriosa alla 12 ore di Sebring con l’equipaggio Vaccarella-Giunti-Andretti.




Ferrari 512 S - Sebring 1970 [ Kit Tecnomodel - Scala 1/43 ]




Per l’appuntamento principale della stagione, la 24 ore di Le Mans, vennero realizzati dei nuovi cofani molto più lunghi per avere una migliore deportanza sul lunghissimo rettilineo dell’Hunaudières.
La squadra ufficiale Ferrari schierò ben quattro esemplari; la vettura N°5 era quella guidata da Ickx-Schetty.




Ferrari 512 S Coda Lunga - Sebring 1970 [ Kit MPA-Hostarò - Scala 1/43 ]




Ma il grosso handicap di questa vettura era il peso, si decise quindi di apportare alcune modifiche rimuovendo il tettuccio e realizzando un nuovo cofano posteriore molto più leggero; nacque così la versione Spyder.
La vettura gialla N°9 fu schierata alla 24 ore di Le Mans dalla scuderia spagnola Montjuich affidata all’equipaggio Juncadella-Fernandez.




Ferrari 512 S Spyder - Le Mans 1970 [ Kit MPA-Hostarò - Scala 1/43 ]




Dato lo scarso successo della formula 5 litri (solo Ferrari e Porche realizzarono vetture di questa cilindrata) la FIA decise di ritornare alla formula 3 litri.
Per l’anno successivo si potevano schierare vetture di 3 o 5 litri, mentre dal 1972 la cilindrata massima sarebbe stata la 3 litri.
A Maranello decisero quindi di realizzare un nuova tre litri spinta dal nuovo motore Boxer utilizzato sulle Formula 1, la 312 PB, mentre le 512 dopo ulteriori modifiche furono tutte cedute ai clienti sportivi.
La nuova vettura venne denominata 512 M (M stava per Modificata).
La vettura N°11 fu acquistata dal team Penske e venne schierata alla 24 ore di Le Mans 1971 guidata dall’equipaggio Donhoue-Hobbs.




Ferrari 512 M - Le Mans 1971 [ Kit MPA-Hostarò - Scala 1/43 ]




La Scuderia Filippinetti acquistò due esemplari ed uno fu modificato a tal punto che assunse la denominazione 512 F (F stava per Filippinetti).
Questa vettura fu schierata a Le Mans (N°7) guidata dall’equipaggio Parkes-Pescarolo.




Ferrari 512 F - Le Mans 1971 [ Kit MPA-Hostarò - Scala 1/43 ]




Mario Galimberti

06.12.2014

Mediolanum Modelling Club

[Gallery]





Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No