Editoriale

Perche' KitShow?


MiG-21 PFV
MiG-21 PFV
Fausto Muto

  Gli assi dell'aviazione

Ugo Drago
Ugo Drago
Pietro Ballarini


I precedenti...

Aldo Buvoli
Vittorio Minguzzi
Giulio Reiner
Mario Visintini

  Quick Articles...

Il bivio (Sd.Kfz. 222)
"Il bivio" (Sd.Kfz. 222)
Paolo Tarantino

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

N.A. F-86F Sabre – Massimo De Luca

Kit Academy 1/72




Pur preferendo modellisticamente rappresentare velivoli della generazione successiva, ammetto che mi è sempre piaciuto il Sabre! Infatti, malgrado quella sua aria da "paperotto", siamo di fronte al velivolo che credo abbia il più favorevole rapporto tra perdite e abbattimenti dell’USAF (F15 a parte), registrato durante la guerra Corea, circa 13:1, poi, successivamente, più realisticamente portato a 9:1 ma, comunque, sempre ragguardevole considerati gli agguerriti avversari.
Inoltre il Sabre, generosamente distribuito a piene mani dagli USA, ha contribuito alla rinascita, dalle macerie della guerra, di tante aeronautiche (AMI compresa).
E allora cominciamo!
Il kit di partenza è l’arcinoto Academy 1/72.


N.A. F-86F Sabre

Come potete vedere sulla scatola c’è raffigurato un bell’esemplare della guerra di Corea, "El Diablo", poi è indicata come versione la "E".
Aprendola troviamo delle stampate in negativo molto fini e belle decals per due velivoli. La cosa che poi sono andato a vedere è l’ala. Questa è giustamente del tipo con slat sul bordo d’attacco. Tutto bene dunque direte! Eh invece no, ahimè, purtroppo anche Academy è incappata nell’errore sul tipo di ala. Infatti volendo rappresentare una versione "E" l’ala deve essere si slattata ma, deve essere quella tipo a "corda stretta", cosa che il kit invece non rappresenta. Infatti troviamo invece un’ala tipo "slat" "6-3" (corda larga) che va bene solo per le versioni "F" sulle quali da prima vennero bloccati (Hard wing) e poi, successivamente ripristinati, gli slat mobili sul bordo di attacco.
Volendo io proprio fare un F86 con le bande gialle di riconoscimento del conflitto coreano, che fare dunque???
Inizialmente avrei voluto lasciare tutto così e far finta di nulla ma poi, però, migliori consigli degli amici del forum mi hanno riportato alla realtà. Fortunatamente avevo in casa anche il kit Airfix che invece rappresenta una versione "F" della guerra di Corea con bande gialle di riconoscimento.
Visto che avevo già cominciato il kit Academy ho semplicemente fissato gli slat in posizione chiusa, aggiunto le due fences, e così il mio F86 si è trasformato magicamente in un "F".
Per il resto il kit si monta benissimo e solo con il parabrezza ho dovuto litigare perché fittava malissimo. Piccolo consiglio: attenzione anche alla gamba del carrello anteriore che è un po’ sovradimensionata. Io l’ho modificata un pochino per evitare che il modello assumesse un assetto troppo "seduto".




Colorazione
La "colorazione" in realtà non è una colorazione ma la rappresentazione del metallo, da sempre croce e delizia dei modellisti. Devo dire che dai tempi (ahimè) del barattolino Humbrol Silver 11 è passato un secolo. Oggi infatti disponiamo di decine di prodotti per rappresentare una finitura metallica. Ognuno quindi sceglierà il preferito.
Per prima cosa ho passato una base di nero, passaggio fondamentale per il metallo successivo. Il nero ha inoltre fatto da base per i bordi delle bande gialle che ho voluto assolutamente verniciare (ci sono le decals comunque).




Poi si passa a colorare le bande gialle. Per queste consiglio di fare un passaggio preventivo di bianco che aiuterà poi il giallo a coprire meglio.




Arriviamo al metallo: avevo varie opzioni a disposizione come acrilici MiG Ammo e Tamiya o lacche Mr Metal Gunze; ora, io non necessitavo di ottenere un metallo luccicante e riflettente, quindi quello che avevo in casa era più che sufficiente.
Ho usato quindi:




Un lavaggio nei pannelli e si passa alle decals:




Una mano di lucido e poi le decals che sono quelle contenute nel kit Airfix e si sono comportate bene.
Un minimo di invecchiamento ci sta trattandosi di un "guerriero". Ho usato per questo i colori ad olio, ottimi per fare un po’ di "filtro" e striature varie. Inoltre ho usato un po’ di matita argento sulle bande.












Ecco qui classica foto di rito di confronto con l’originale: N.A. F 86F "Little Rita", 16th FIS, fotografato nel 1953 durante il conflitto coreano... direi che ci somiglia abbastanza!




In conclusione il kit Academy è davvero bello e si monta benissimo. Ovviamente però considerato il contenuto dotatevi delle decals giuste visto lo svarione dell’ala. Piccola nota di servizio, con le modifiche fatte descritte nell’articolo il kit va benissimo per un F86 italico tutti dotati di ala "6-3" (tranne giusto un paio). Spero vi piaccia dunque.
Un ringraziamento finale comme sempre agli amici del Forum per l’assistenza e i consigli e un salutone agli amici di Kitshow.





Commento di Emanuele Iemma [14/04/2022]:

Complimentissimi... ottima realizzazione, peccato solamente per la mancanza dello specchietto retrovisore, la cui collocazione,ricordo bene, avendo anch'io realizzato questo modello una quarantina di anni addietro, è stata molto difficoltosa in quanto il suo supporto non era sul montante del tettuccio bensì incollato sul tettuccio stesso in posizione leggermente arretrata rispetto al montante.


Commento di enrico [14/04/2022]:

Sempre un piacere vedere e rivedere i tuoi modelli, molto bravo come sempre.
Saluti cari
enrico


Commento di ezio bottasini [15/04/2022]:

Ciao Massimo, che dire, bello, "semplice", pulito, con gli effetto natural metal da Maestro.
Mi piace molto.
Al Prossimo.

Ezio


Commento di Massimo M De Luca [16/04/2022]:

Ciao a tutti e grazie per i gentili commenti
rispondendo ad Emanuele: hai ragione per lo specchietto.. ma me ne sono proprio dimenticato alla fine anche se, ammetto, come fai notare tu il posizionamento è abbastanza complicato e si rischia di rovinare il trasparente se scappa un po' di colla.
Grazie a tutti e auguri di Buona Pasqua!
Massimo


Commento di Roberto [26/04/2022]:

Ottimo lavoro molto ben realizzato per essere uno scriccioletto in 72.



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No