Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

I Pirati Barbareschi
I Pirati Barbareschi

  New entry...

Marco Fin Gallery
Marco Fin Gallery

Waterloo, 1815 - Mario Bentivoglio

In questo diorama in scala 1:72, ho cercato di rappresentare una postazione difensiva britannica ambientata nella famosa battaglia di Waterloo che sancì la fine di Napoleone e del suo sogno di dominazione sull’Europa.




Dopo alterne vicende nelle quali sembrava che le sorti della battaglia volgessero a favore dei francesi, il mancato arrivo dei rinforzi, fece pendere l’ago della bilancia verso le truppe della coalizione alleata, tra cui, appunto, i britannici, comandati dall’acerrimo nemico di Napoleone… Wellington.

I figurini usati
Per ricreare la postazione ho attinto a quasi tutte le marche di figurini in 1:72 presenti sul mercato con soggetti napoleonici; sarà facile riconoscere soldati di provenienza Airfix, Italeri, A call to Arms, (o ‘House of campaigns’) Revell, Esci.
Questo mix di marche si è reso necessario per le esigenze ‘scenografiche’ che il diorama ha richiesto.




La postazione di artiglieria è formata dagli artiglieri della ‘Foot artillery’ della Revell (con alcuni soldati presi dal kit dell’Airfix), lo stesso dicasi per il traino a cavallo, sempre della Revell, a mio avviso un piccolo capolavoro in 1:72.




I figurini Revell hanno subito un lavoro di pulitura a causa delle sbavature presenti ma alla fine il risultato è soddisfacente in quanto le pose sono molto azzeccate .
La postazione difensiva posta dietro lo steccato è formato da fanti (Foot infantry) e Highlander scozzesi,le marche usate provengono dai kit dell’Italeri, Airfix, Esci, Revell e della House of Campaign.
Particolare attenzione ho posto per la colorazione del tamburino inglese, dello zappatore (non Mario Merola... scusate la battuta) e del portabandiera.
Molto belli a mio avviso i tre cavalieri della Heavy Cavalry della ‘Life Guards’ (Revell) posti nell’angolo opposto al traino di artiglieria.




Ambientazione
Per l’ambientazione ho usato una base di compensato dove ho creato i volumi con dei pezzi di legno, cartone e polistirolo, il tutto ricoperto con pasta per modellismo per i terreni.
Erbetta ferroviaria ed alcuni sassolini completano il lavoro.
Le palizzate e gli steccati sono costruiti con dei piccoli rametti, in questo modo ho cercato di dare maggiore realismo agli "arredi" usati per il diorama.
Gli altri accessori quali bidoni, casse e fucili provengono dalle scatole dei soldatini usate.




Colorazione
Per la colorazione mi sono avvalso degli acrilici della Lifecolor, sia per i figurini sia per il terreno.

Le foto sono state scattate da Mauro Carnevali, socio (dello stesso club al quale appartengo) nonché mio amico.


Mario Bentivoglio
[Gallery]
A. M. B. Brescia
06.08.2004

Nota: questo articolo è stato originariamente pubblicato nel sito superEva


Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No