Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

I reparti ippotrainati tedeschi - Lauro Bonfà




Durante tutto l'arco della 2ª Guerra Mondiale i tedeschi fecero un esteso uso di reparti ippotrainati su diversi fronti in special modo su quello dell'est e sul fronte italiano nel triennio 1943/45.
Usarono cavalli e cariaggi per trasportare armi e munizioni equipaggiamenti, cibo, vestiario, e tutto cio' che poteva servire ai soldati in prima linea, viste le difficoltà spesso estreme del terreno e del territorio.







I reparti ippotrainati tedeschi

Oltre al traino di molti pezzi di artiglieria, adibirono i cavalli anche al traino delle cucine da campo riuscendo spesso a raggiungere unità che con i mezzi meccanici difficilmente avrebbero potuto avere cibo caldo.




Anche sui nostri territori ci fu un esteso uso di cavalli e cariaggi, e dalle mie parti molti anziani ricordano e raccontano di centinaia di cavalli abbandonati dai reparti tedeschi in ritirata nell'atto di attraversare il fiume PO nel mantovano e che per molti anni impiegarono quei cavalli nei lavori agricoli.
Naturalmente ricordano anche come si sfamarono per mesi anche con la loro carne.








I due piccoli diorami che ho costruito usando la cucina da campo e il carro entrambi ippotrainati sono modelli della Tamiya e della Esci e portano le insegne di reparti che operarono sul fronte russo nella primavera/estate del 1942.
Il terreno è Das steso e colorato con tempere marroni e verdi e l'erba è quella usata per i plastici dei treni.








I figurini sono da scatola e di questi ultimi vi chiedo venia dato che mi rendo perfettamente conto di avere dei grossi limiti.
Due taglieri di legno verniciati con bomboletta spray marrone hanno costituito le basi.




Lauro Bonfà

[Gallery]

Gruppo Herring - Mantova
22.01.2016




Commento di Mario Bentivoglio [24/01/2016]:
Bravissimo Lauro !!!! Dopo la serie che avevi fatto ambientati nella neve..molto belli e interessanti questi relativi al traspoto con in cavalli!!!!
:-)
Complimenti!!!!
un salutone
ciaoo
mario
:-)

Commento di ezio bottasini [25/01/2016]:
Ciao Lauro, dopo le slitte i carri, altre chicche di storia militare, mirabilmente realizzati e ambientati.

Commento di Giampaolo Bianchi [25/01/2016]:
Caro lauro i complimenti sono d'obbligo sia per la realizzazione che per l'originalità del diorami. Bravissimo..ricorda che i limiti sono fatti per essere avvicinati e talvolta superati.
Un caro saluto.
Giampaolo

Commento di Vito [25/01/2016]:
Ciao Lauro
Ottimo lavoro !
Ennesima dimostrazione di un modellismo un po "diverso"
Dal solito.
Bravo !!!
A presto Vito

Commento di giuseppe giovenco [25/01/2016]:
sfizioso il gattino che segue il carro cucina - questi diorami vanno esaminati con la lente per carpire i particolari e, soprattutto, il momento storico che rappresentano - con Lauro abbiamo un'intesa all'interno del gruppo Herring, per cui certi diorami già li conosco, ma l'aver contribuito con immagini d'epoca, rendono meglio i soggetti e completano la professionalità di chi ha fatto del modellismo una testimonianza storica - giuseppe

Commento di Luca Navoni [25/01/2016]:
Ciao Lauro,

altra perla di storia da aggiungere ai nostri bagagli..... ;-) ....vai alla grande continua così... ...peccato che la luce delle foto non evidenzia bene il lavoro fatto.....

un saluto, Luca

Commento di Lauro Bonfa' [26/01/2016]:
Grazie di Cuore Cari Amici, e'un grande piacere condividere i miei piccoli lavori con persone che sanno valutare la ricerca storica e il lavoro svolto dietro ogni singolo modello che facciamo.
Lauro

Commento di Enrico Calanchini [26/01/2016]:
Realizzazioni superbe, insolite e accattivanti degne di figurare in un museo.
Bravissimo!! Ciao Enrico

Commento di Francesco Sasso [26/01/2016]:
Ciao Lauro.. articolo davvero interessante, come scrive Giuseppe, ulteriori complimenti perché fai del modellismo una testimonianza storica.. bravissimo!
Un salutone, Francesco

Commento di maurizio ugo [26/01/2016]:
...ciao Lauro, eccomi qui ad ammirare un po di storia diversa da quella che in genere si vede in questi articoli, la storia vissuta da mezzi da traino inusuali ma di vitale importanza, che hai fatto benissimo a farci conoscere con i tuoi lavori, sia questi che quelli dell'articolo precedente...che tra l'altro, in caso di necessità, sono anche buoni da mangiare... mai mangiato un parafango di un Panzer III ????
....un salutone maurizio

Commento di Antonio Tallillo [27/01/2016]:
Ben fatto Lauro, spesso ci si dimentica che un pò su tutti i fronti le FF.AA tedesche non erano certo quel mostro meccanizzato che compariva nei cinegiornali, anzi....a fianco dei carri armati e dei semicingolati c'era una flotta di automezzi di 40 marche diverse, più che altro un incubo per le officine. Per il resto, cavalli..e pur alcuni dromedari nel caso del fronte meridionale con l'URSS.
Buon lavoro e continua così...

Commento di bruno [19/04/2018]:
Mi piacciono i mezzi militari "inconsueti"!
Questo poi in atmosfera rilassata fa apprezzare di più l'esecuzione!



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No