Editoriale

Perche' KitShow?

  Gli assi dell'aviazione

Aldo Buvoli
Aldo Buvoli New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Vittorio Minguzzi
Giulio Reiner
Mario Visintini
Lydia Litvyak

  Quick Articles...

Il bivio (Sd.Kfz. 222)
"Il bivio" (Sd.Kfz. 222)
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cameron Highlanders 79th Rgt
Cameron Highlanders 79th Rgt
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Grumman Hellcat F6F-3 - Giuseppe Mazza




L’Hellcat in scala 1/48 della Otaki è una scatola che avevo da molto tempo e volendo fare un progetto veloce, ho deciso di procedere con questo kit che, pur essendo datato, non è male.
Le uniche aggiunte che ho fatto sono il seggiolino della Ultracast e le ruote in resina True Details.
Il kit si monta senza particolari problemi ed il ricorso allo stucco è veramente minimo.








Come tutti i kit Otaki, le forme sono essenzialmente giuste (comparate con i disegni della monografia Kagero), gli incastri sono buoni, le pannellature in negativo.
Punti deboli: cockpit scarno, tettuccio stampato in un solo pezzo e quindi va montato chiuso; purtroppo il tettuccio non combacia bene con il kit (come si vede nelle foto).








Ho deciso di rappresentare un "gattone" imbarcato sulla USS Essex nell’aprile del 1943, con una colorazione diversa dal solito blu.
Infatti la colorazione è a due toni: superfici superiori in blue gray (FS 35189, approx), superfici inferiori in light gray (FS 36440).
Dopo svariate ricerche, ho scoperto che i colori ANA 602 e 603 non erano ancora in uso. Lo sottolineo perché alcuni libri e molti fogli decals riportano tali riferimenti per questa colorazione.
Ho usato i colori della Gunze, H325 light gray, H42 blue gray.




Le insegne e codici li ho dipinti ad aerografo usando le maschere della Montex.
Per la cronaca, l’Hellcat in oggetto, finì in acqua dopo aver rotto il gancio d’arresto in fase di atterraggio.




Sono abbastanza soddisfatto del risultato finale del mio lavoro e soprattutto di aver concluso il progetto in circa un mese.

Un saluto a tutti e complimenti per i capolavori che pubblicati su Kitshow.

Giuseppe Mazza

[Gallery]

18.03.2018

Referenze:

  • Monografie Kagero N°10 F6F Hellcat,
  • Ginter Naval Fighters N°92 F6F Hellcat,
  • vari siti web.





Commento di Gerry [20/03/2018]:
Bravo Giuseppe, bel lavoro. Il kit Otaki ce l'ho anche io e quando lo farò cercherò di infilarci il cockpit della Hasegawa che ho da parte perché in quello che feci ne usai uno aftermaket.

Commento di ezio bottasini [20/03/2018]:
Ciao Giuseppe, da aeroplanaro a aeroplanaro, ben atterrato tra noi.
Mi sembra un buon lavoro, forse poco invecchiato visto il teatro operativo, ma nell'insieme buono. Per il raccordo del tettuccio, avresti potuto stuccare un po e reincidere delicatamente.
Ultima cosa (mi sembra di fare come sua Altezza Roberto "Target"...) un "trancio" di ponte sotto le ruote lo avrebbe esaltato maggiormente, ma per questo sei ancora intempo per farlo (io ne avevo usato una prestampato per il Corsair "Briefing sul ponte", non mi ricordo però di che marca).
Comunque complimenti e spero al prossimo.

Commento di Gianni [20/03/2018]:
Bellissimo lavoro Giuseppe mi piace per la pulizia, il fatto che non presenti usure e sporco ecessivo non mi dispiace, come dice Ezio probabilmente il tettuccio andava raccordato meglio ma non mi sembra un colpo in un occhio è confermo che una parte di ponte della Essex ci starebbe benissimo... magaripensa a dei listelli in legno per modellismo navale.
Bravissimo
Gianni

Commento di giampaolo bianchi [20/03/2018]:
caro Giuseppe bellissima realizzazione e grazie per le informazioni sulle colorazioni.
giampaolo

Commento di Marco Vergani [20/03/2018]:
Ciao Giuseppe, in effetti c'è una piccola imperfezione nella zona del cupolino, soprattutto il vetro posteriore dx presenta una piccola fessura. Comunque resta un modello di tutto rispetto!
Ciao e a presto. Marco.

Commento di Giuseppe [20/03/2018]:
Carissimi, vi ringrazio per il benvenuto e per i vostri commenti di cui terrò conto nelle prossime costruzioni. In generale non ho invecchiato troppo l'Hellcat perché nell'unica foto che avevo a disposizione non mi è sembrato molto usurato. Per quanto riguarda la stuccatura per raccordare il tettuccio: mi sono accorto di questa imperfezione a fine costruzione e conoscendomi se avessi iniziato a stuccare, reincidere, ricolorare etc avrei fatto un pasticcio.Per il "trancio di ponte" mi sto attrezzando.
Purtroppo il tempo a disposizione è poco ed il principale obiettivo è finire l'assemblaggio.
Un saluto a tutti, alla prossima.

Commento di Lauro Bonfà [21/03/2018]:
In Primis Benvenuto Caro Giuseppe e Complimenti per il tuo bellisssimo modello. Un lavoro molto pulito e dipinto in maniera egregia. Spero in futuro di vedere molti altri tuoi lavori.
A presto, Lauro.

Commento di Enrico Calanchini [22/03/2018]:
Ciao Giuseppe e benvenuto, l'esordio è di tutto rispetto, complimenti per il monocolore non facile per ottenere realismo, spero di vedere in futuro altre tue opere.

Ciao Enrico



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No