Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

I Pirati Barbareschi
I Pirati Barbareschi

  New entry...

Marco Fin Gallery
Marco Fin Gallery

P-51D Mustang - Sierra Charlie

Pacific Theatre - Iwo Jima, August 1945

Kit Tamiya scala 1/32




Il kit di montaggio della Tamiya in scala 1/32, propone tre versione del Mustang: la D, K e l’F-6D, quest’ultima da foto-ricognizione aerea.
Nel mio caso, ho riprodotto un P-51 del 45th Fighter Squadron, del 15th Fighter Group dislocato sull’isola del Pacifico di Iwo Jima nell’agosto del 1945.
Il kit, anche se acquistato on-line, certamente presenta un prezzo oneroso, ma ovviamente il tutto ha un perché, basta infatti scorrere gli sprue, per rendersi conto della precisione dei pezzi, nonché della robustezza degli stessi, ma anche e soprattutto per l’architettura di montaggio del modello; già perché la solidità è un punto cardine, infatti le parti più complesse e quindi pensanti, come il motore, oppure le parti strutturali tipo i carrelli, verranno realmente imbullonate, il tutto perfettamente a scomparsa dietro un pannello, piuttosto che una paratia.
Tutte le superfici di controllo sono mobili, e ciò sarebbe normale per una scala del genere, il fatto però che siano state progettate per muoversi su cerniere e perni in metallo, fa la differenza.
Degne di nota sono le calamite! Strano trovarne in un kit statico... eppure serviranno per mettere in posizione ad esempio le cappottature motore, senza bisogno di colle.
Nella confezione sono comprese parti in resina sottili e finemente rifinite, fotoinsioni, set di schermature adesive per la verniciatura delle parti trasparenti, pneumatici in gomma e la possibilità di inserire un pilota in modalità ready-to-fly oppure in piedi a terra.
In definitiva, la raffinatezza e la cura di ogni dettaglio con cui questo kit è stato concepito, merita il prezzo che vale.
Passiamo ora al montaggio...






Dal 1942 il Mustang venne equipaggiato con il motore MERLIN V-1650-3 da 1400 hp, della Rolls-Royce prodotto su licenza dalla Packard in America; Il sistema di sovralimentazione Supercharger doppio stadio, due velocità, permise grandi performance alle alte quote, proprio dove era necessaria la scorta a lungo raggio ai bombardieri B-24 e B-29.
Al kit originale ho aggiunto le tubature dell’olio, il sistema candele-cablaggi e i raccordi dei magneti.




Seggiolino-blindatura e nuovo kit cinture di sicurezza; consiglio vivamente, per un realismo senza pari, il kit cinture di Radubstore.com (è in Irlanda ma è velocissimo con le spedizioni).




Il Merlin con annesso il serbatoio dell’olio si connette al firewall tramite una coppia di viti/bulloni.
Oltre gli strumenti tipici del cockpit, si nota sul basamento, lato destro, il ricevitore del radio-faro di navigazione.
Posteriormente al seggiolino, trovano posto sopra il serbatoio interno da 85 US gallons, la batteria e (meno in vista) la consolle del sistema dell’ "Identification Friend or Foe".
Ovunque ho utilizzato la tecnica dello "scraping", ovvero base di colore alluminio, successiva mano di "Heavy chipping Fluid" di AK-Interactive, ed infine il colore definitivo, che poi verrà grattato a piacimento.






Assemblaggio fusoliera-cockpit-motore.
Le due semi-fusoliere si chiudono sul blocco cockpit e sulle canalizzazioni dei radiatori dell’olio sotto-scocca (non visibili qui) in maniera talmente precisa che non par vero!
Si notano i tromboncini di scarico dei cilindri, le tubature coi giunti anti-vibranti del sistema di raffreddamento a liquido, il cui serbatoio è posto circolarmente nella parte anteriore del propulsore.
Altre tubature dell’olio nella zona inferiore del motore e il condotto di aspirazione dell’aria al carburatore con i filtri.
Per le colature/sporcature di lubrificante ho utilizzato "Engine oil " e "Interior streaking effect" e "Panel liner " della AK-Interactive.




Vano carrelli principali; Qui, tutto è assemblato da pezzi singoli, centine e paratie sono montati uno dopo l’altro.
Effetti di ruggine leggera e accentuata con "Rust streaks", Crusted rust deposits" e Rust pigments" sempre di AK-Interactive.
Nelle estremità sx e dx del pezzo si intravedono le nicchie per i bulloni di fissaggio delle gambe dei carrelli.




12,7mm machine guns, vano aperto della semi-ala sinistra. Traccianti in vista.




Molto è stato assemblato e la colorazione base è già stata stesa: una mano di Tamiya AS-12 Bare Metal Silver.
Lo Squadron era contraddistinto da bande verdi (Tamiya X28 5 parti con XF5 1 parte) sulle tip alari e dei piani di coda come inoltre sulla parte superiore della deriva.
Esclusivamente ad aerografo per creare uniformità, ho steso un filtro per l’effetto di contrasto cromatico tra le pannellature/blindature di duralluminio dovuto all’ossidazione del tempo come pure per le sostituzioni da riparazione dei pannelli durante le manutenzioni.
Per differenziare la tonalità del filtro è bastato dare più o meno mani al pannello in questione.
Filtro di "Alu Effect" di True-Earth.com.
Messa in rilievo di tutte le giunzioni delle pannellature dell’aereo, con "Panel Liner Black" di AK-Interactive e weathering a pennello secco con pigmenti Tamiya.






Primo display senza diorama;
Vano motore aperto e relative cappottature a terra; si noti lo splendido tettuccio "Teardrop Canopy" della versione D.
Sulla deriva spiccano le antenne del "Warning Radar Antenna"; sono poi presenti i serbatoi sganciabili da 108 US gallons.




Kit extra per il diorama.
L’aereo è in display di manutenzione e precisamente i meccanici stanno sostituendo l’elica; qui ho ricostruito un argano con catena in metallo della AK-interactive.




Carrelli trasporto bidoni benzina e compressore per pomparla, entrambi di Verlinden, come pure il set di cosine varie ed eventuali! Come sempre purtoppo la Verlinden lascia scoperto il modellista per ciò che riguarda le decal sui suoi pezzi, perciò ho dovuto usare dry transfer sempre della stessa marca.
Ho inoltre completato il compressore con il cavo della corrente, il tubo dell’aria, la pistola dell’aria e la cinghia motore-cilindro.








Diorama ultimato:
Vediamo i due meccanici con il paranco per il sollevamento dell’elica, kit di Zoukey-Mura in resina eccezionalmente rifinita.
Avendo però ricostruito l’argano ho dovuto inventarmi la corda che lo fa girare, mossa da uno dei due meccanici, al quale ho modificato le mani! Il terreno: Ho posato 72 pezzi foto-incisi di PSP Pierced Steel Planking, precedentemente ossidati con "Photoetched burnishing" di AK-Interactive, tipicamente usati per conferire compattezza e tenuta alle airstrips del Pacifico e non solo;
Attorno ho ricreato un suolo il più verosimile assomigliante a quello di un’isola vulcanica come è Iwo Jima, ovvero con tonalità medio scure e a granulometria abbastanza fine. La vegetazione è comunque discontinua, vista l’area di manovra aeroportuale, e a carattere di sterpaglia a tratti verdeggiante.
Tutte le terre/polveri come pure il fissatore, sono di AK-Interactive, l’erba e i ciuffi di sterpaglia della Noch.




Come sempre concludo i miei lavori con una teca in plexiglass 3mm, auto-costruita, apribile, poggiata su scansi creati ad hoc sulla base in laminato da 18mm che funge da base per il diorama.
Ho aggiunto sullo sfondo una foto di repertorio, ridimensionata, proprio del campo di volo di Iwo Jima nel 45’.

In conclusione:
Ringrazio S.M. per avermi commissionato il lavoro e avermi fatto fare "a modo mio" (!!!!).
Certamente un kit oneroso sotto il punto di vista economico, viste le cifre di tutti i kit supplementari utilizzati, nonché la scatola di montaggio dell’aereo stesso, ma anche sotto l’aspetto lavorativo, dal momento che mi ha occupato per 111,5 ore solo il Mustang e per altre 30 il diorama completo.
Da modellista dico solo che è stato un vero piacere costruire utilizzando questa scatola di montaggio della Tamiya.

Sierra Charlie

[Gallery]

07.11.2015



Commento di maurizio ugo [13/11/2015]:
...ciao S.C. bel lavoro, gran bell'aereo e gran bel modello....indubbiamente le ore spese hanno dato i loro frutti, anche nell'insieme modello /diorama, nulla da ridire, ben armonizzato il tutto.
Non sono per i modelli con aperture, mi piacciono "pronti al decollo", anche per manifesta incapacità a gestire troppi ammennicoli, ma indubbiamente il dettaglio alla fine fa la sua figura...
un salutone .... maurizio

Commento di riccardo casati [13/11/2015]:
Ciao veramente un lavoro bellissimo ...il motore e l'abitacolo sono fenomenali ..e anche la parte esterna è secondo il mio mparere bellissima ....un capolavoro
Bravissimo

Ciao Riccardo

Commento di Vito [13/11/2015]:
Ciao !!
Piacere di conoscerti collega aeroplanaro
Lavoro davvero eccezionale ricco di particolari realizzati in maniera egregia !
Complimenti Vito

Commento di Enrico Calanchini [13/11/2015]:
Straordinariamente magnifico!!
Senza dubbio una performance modellistica di alto livello,grande cura dei particolari sia del soggetto che dell'ambientazione, il tutto ben studiato e lavorato per conferire un realismo impressionante.
Se lo avessi realizzato io ( cioè mai) sarei incapace di disfarmene, ma è solo un mio punto di vista.

Ciao Syerra Enrico

Commento di Lauro Bonfa' [14/11/2015]:
Ciao Sierra,complimenti hai fatto un lavoro da certosino. Eccellente il superdettaglio di armi, interno abitacolo e motore. Molto realistico il diorama curato in ogni particolare. E'pur vero che la Tamiya offre ( a caro prezzo) una indubbia qualita', ma occorrono poi doti non comuni di conoscenze e tecniche e abilita' modellistiche per arrivare a questi risultati.
Lauro

Commento di Giampaolo Bianchi [14/11/2015]:
ciao sierra veramente complimenti.lavoro stupendo e superdettagliato,. a breve anch'io pubblichero' un articolo con uno spitfire tamiya 1:32.
Benvenuto e aspetto i prossimi lavori

Commento di Sierra Charlie [14/11/2015]:
Mille grazie a tutti per le belle parole!

Commento di Luca Navoni [15/11/2015]:
Ragazzo gli aerei non sono il mio campo, ma direi lavoro molto ben eseguito in tutti i suoi dettagli e particolari.... ...ottimo insieme di modello e diorama/scenetta, bella l'idea del paranco con l'elica appesa e i vari accessori di contorno.....


Davvero complimenti, un saluto, Luca

Commento di Francesco Sasso [15/11/2015]:
Bellissima realizzazione, tutto curato con precisione.. mi piace molto anche l'ambientazione, complimenti!!
Un salutone
Francesco

Commento di ezio bottasini [16/11/2015]:
Ciao ben arrivato tra noi, bellissimo lavoro, ottima realizzazione da tutti i punti di vista.
Complimenti al prossimo Ezio

Commento di Marco Vergani [16/11/2015]:
BELLISSIMO .... un solo svantaggio, la scala ... i modelli in 1/32 occupano troppo spazio !!!
Ciao, Marco

Commento di Mario Bentivoglio [24/11/2015]:
SPETTACOLARE!!!!!!!!!!
Bravissimo!!!!!!
:-)



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No