Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola New
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Come Back
I’ll Come Back
Pietro Ballarini

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

AB-212 S.A.R. Unit - Alby Starkiller




Questo bellissimo kit Italeri in scala 1/48 risalente al 1997, mi è stato donato un paio di mesi fa direttamente da un carissimo amico ed Ex pilota collaudatore di elicotteri dell’Aviazione Esercito Italiano, il Iº Maresciallo Nando Silvano Vaccari, che con ben oltre 5000 ore di volo basati prevalentemente su elicotteri AB-204 e 205 mi ha descritto accuratamente le varie caratteristiche di queste magnifiche macchine volanti.




L’obbiettivo principale di questa mia ultima impresa modellistica, a differenza delle precedenti, è stata quella di rendere il più dinamico possibile la rappresentazione del modellino all’interno della scenografia.
Dopo lunghe ore di studio sulla posizione dell’elicottero e di prove su prove effettuate con carta e cartoncino alla ricerca del più possibile senso di movimento, ho optato per una forma geometrica del tutto irregolare.
Quest’ultima forma, che dalle foto spero possa rendere l’idea, è risultata la migliore in assoluto, facendo decentrare il focus sull’elicottero rendendo quest’ultimo quasi sfuggente all’insieme.




Per le migliori specifiche di questo elicottero mi affido come sempre all’ottima enciclopedia multimediale Wikipedia:
Il Bell 212 è un elicottero utility medio biturbina con rotore a due pale, progettato dalla statunitense Bell alla fine degli anni sessanta.
La versione militare prende il nome negli Stati Uniti di UH-1N (anche noto come the Twin Two-Twelve "doppio due e dodici" e Twin Huey) ed è tuttora impiegata negli USA e da molteplici forze armate e operatori governativi e civili di vari paesi.
In Italia ne è stata costruita una versione sotto licenza dalla Agusta, ora AgustaWestland, denominata Agusta-Bell 212, in sigla AB-212.
L'Aeronautica Militare Italiana, ricevette i primi tre esemplari nel 1979 e li impiegò per compiti di collegamento, ricerca e soccorso, principalmente in montagna.
Col termine ricerca e soccorso, spesso abbreviato con l'acronimo S.A.R. (dal termine inglese: search and rescue), si indicano un insieme di operazioni di salvataggio condotte da uomini addestrati a tale scopo e all'impiego di specifici mezzi navali, aerei o terrestri volti alla salvaguardia della vita umana in particolari situazioni di pericolo e ambienti ostili.




In quanto al Kit in questione, le difficoltà non sono state poche, la presenza di molti e minuti particolari, di plastiche trasparenti a fungere da vetri sul modellino e gli incastri dei vari pezzi non sempre precisi, mi hanno impegnato per svariate ore, del tutto piacevoli in quanto il modellismo è per me una vera e propria passione, che mi spinge di volta in volta a migliorarmi sempre più.




Concludo, ringraziando colui che mi ha fatto dono di questo bellissimo kit ed ancora una volta tutta la mia famiglia per avermi sempre moralmente sostenuto in corso d’opera.
Vi lascio con una frase citata dal mio caro amico Iº Maresciallo Nando Silvano Vaccari:

                        ... Là dove osano le aquile, i piloti regnano...

Buon proseguimento e buon modellismo a tutti.


Alby Starkiller
[Gallery]
18.01.2014



Commento di Dall'Asta Dino [19/01/2014]:
Hello Alby,
hai osato... e la realizzazione di questo tuo originale lavoro è proprio ben riuscita!!
Complimenti.
Dino

Commento di ezio bottasini [20/01/2014]:
Ciao Alby, complimenti mi sembra ben riuscito sia il modello che l'ambientazione, nonchè il "senso" del volo.
Se mi permetti, però di direi cosa avrei fatto io per due particolari:
1. il supporto lo avrei messo trasparente, esistono in commercio tubetti da modellismo trasparenti, in modo da "nasconderlo" maggiormente
2. le pale del rotore principale le avrei piegate un po' erso l'alto, l'elicottero è in volo e quindi la portanza dell'ala rotante fa inclinare verso l'alto le pale.
Per il resto bellissimo lavoro e anche realistico il senso di movimento che sei riuscito ad esprimere.

Complimentoni Ezio

Commento di Massimo "Pitchup" [20/01/2014]:
Ottimo lavoro bravo!!!
Avrei solo fatto il piedistallo in plexiglas.

Commento di Marco Vergani [20/01/2014]:
carissimo Alby, il tuo modello, anche se gli elicotteri non sono i miei kit preferiti, mi piace molto.
Volevo solo muoverti una piccolissima critica: a mio modesto parere avrei usato un sostegno molto più piccolo di diametro e, soprattutto, trasparente (per esempio un pezzo di sprue dei trasparenti) o comunque altro molto meno visibile.
ciao e a presto.
Marco

Commento di Alby Starkiller [20/01/2014]:
Vi ringrazio tantissimo per i graditissimi commenti e precisazioni :-)
Sì, in effetti avrei potuto usare un supporto elicottero meno evidente in tutti i sensi...e ad essere alquanto autocritico, ho creato movimento in tutto tranne che nell'ambientazione. Avrei voluto per l'appunto creare anche l'effetto polverone sotto all'elicottero, ed avrei dovuto creare un paesaggio + verticalizzato. Ma come spesso mi accade, muoio dalla voglia di vedere la creazione finita e questo a volte mi penalizza su alcuni dettagli. Per Ezio: ...carissimo, d'accordo su tutto, ma sulle pale rivolte all'insù direi che è come dipingere un figurino in scala 1:72 rappresentandolo senza lacci nelle scarpe ;-)
Vi mando una caro saluto a tutti.
A presto!e buon proseguimento! :-)
Alby.

Commento di Gianni [21/01/2014]:
Ciao Alby , anche a me piace moltissimo il tuo lavoro, e anche io, pur comprendendo la difficoltà nel realizzare un modello sospeso , trovo il palo un pò troppo evidente.....d'altronde non è facile Ciao
Gianni

Commento di Giuseppe Politi [21/01/2014]:
Ciao carissimo Alby!... Certo, il supporto è evidente, ma è ancor più evidente il bel gioiellino che ci sta sopra, frutto del tuo gran talento. Mi piace tantissimo la citazione e io ne aggiungo una di Luis Sepùlveda che vale in tutte le situazioni della vita "vola solo chi osa farlo", il tuo amico maresciallo Vaccari l'ha fatto fisicamente, tu invece con la tua passione.... Complimenti e un abbraccio!!!

Commento di Raffanumber1 [22/01/2014]:
Ciao Alby, tutte le volte ci stupisci con delle tecniche sempre più elaborate e particolari per dare degli effetti sempre più realistici ai tuoi modellini..bravo! Mi sarebbe piaciuto vedere il tuo scenario con la nube di polvere che si alza da terra come se l'elicottero stesse appena decollando. Mi aggiungo con gli altri, alla sola critica del sostegno dell'elicottero, perchè poi di colore verde? Io l'avrei fatto di colore azzurro così da conforderlo con il cielo...comunque riassumendo la cosa migliore per una tua prossima creazione è un piedistallo trasparente..modellino ben riuscito, ciao a presto


Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No