Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola New
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Come Back
I’ll Come Back
Pietro Ballarini

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

Kamov KA-50 Hokum - Alby Starkiller




Il Kamov KA-50 (nome in codice NATO: Hokum) entra in servizio il 28 Agosto del 1995 presso le forze armate russe.
Si tratta di un moderno elicottero da combattimento russo dotato di un poderoso armamento unito a nuove tecnologie e peculiari caratteristiche di protezione della cellula dal fuoco nemico in aggiunta ad una notevole dote di velocità e manovrabilità.




La caratteristica più rivoluzionaria di questo velivolo è data dal concetto di utilizzare un solo pilota.
Tale caratteristica, che lo rende unico nel suo genere tra gli elicotteri da combattimento, è data dalla ricerca e progettazione di un velivolo piccolo e leggero, veloce ed agile con lo scopo di ottenere la massima capacità possibile di sopravvivenza ed efficacia sul campo di battaglia.










Lo studio della Kamov (industria russa che produce elicotteri) in merito al nuovo concetto di elicottero da combattimento dotato di un solo pilota nacque dal fattore impiego di elicotteri in Afghanistan ed in altre zone di guerra.
La Kamov affermò così di essere giunta alla conclusione che la tipica missione di attacco nella maggioranza dei casi si trattava di un avvicinamento a bassa quota, salita per l'acquisizione del bersaglio e sparo con le armi di bordo, e per tanto non avrebbe richiesto contemporaneamente attività di navigazione, manovra e gestione dell'armamento al pilota.
Con questo convincimento, l'ufficio progetti della Kamov teorizzò che un solo pilota, se dotato di sistemi efficaci e ben armonizzati tra loro, sarebbe stato in grado di condurre una missione bellica interamente da solo.






Il KA-50 detto anche: "squalo nero" in russo, è dotato inoltre di un seggiolino eiettabile, una caratteristica unica per un elicottero, che all'atto dell'espulsione, prima che il razzo spinga fuori il sedile dall'abitacolo, le pale dei due rotori coassiali controrotanti vengono fatte staccare da una carica esplosiva nel mozzo, così come accade per il tettuccio del cockpit.
Rimanendo nell’ambito delle singolari caratteristiche del KA-50, vi è anche l’utilizzo di due rotori coassiali controrotanti a tre pale che rimuovono la necessità di un rotore di coda, aumentando considerevolmente le capacità acrobatiche dell'elicottero; infatti il KA-50 è in grado di effettuare manovre come: looping, tonneau e il "funnel": cioè una manovra di mitragliamento circolare, nella quale l'elicottero mantiene l'allineamento verso l'obiettivo pur volando in circolo, cambiando quota e velocità durante la manovra.




Per concludere in dati tecnici, lo "Squalo Nero" è in grado di raggiungere una velocità di crociera di 270km/h e una velocità massima di ben 390km/h, con un’autonomia di 1160km ed un raggio d’azione pari a 460km.
Le dimensioni dei due rotori a tre pale sono di diametro 14,5m, la lunghezza dell’elicottero è di 13,5m per un’altezza di 5,4m.
Quindi riassumendo tutte le caratteristiche che vi ho fino ad ora elencato, rendono il KA-50 un temibile elicottero da combattimento.










A riguardo dell’ottimo kit di questo KA-50 in scala 1/48 della nota marca ITALERI, sono ad ammettere che per ora, è stato per me il modellino più difficile da realizzare, ma forse anche quello che mi è meglio riuscito.



Purtroppo, come è ormai noto sapersi, ITALERI non include nella scatola di montaggio il figurino del pilota, così ho ovviato a tale lacuna, modificando un figurino di un pilota di aerei prelevato da un’altra scatola di montaggio in scala 1/48 dell’Hasegawa, che ne conteneva addirittura due.




Le difficoltà nel realizzare questo kit sono state prevalentemente due: la prima il montaggio complesso di alcune parti, come ad esempio i rotori, il cockpit e l’allineamento dei vari pezzi; mentre la seconda grossa difficoltà l’ho riscontrata nella pianificazione del montaggio e della colorazione dei vari componenti dell’elicottero, facendomi di passo in passo analizzare le istruzioni di montaggio sotto un’ottica completamente diversa, cioè quella di non seguire affatto la sequenza proposta da esse.
Ciò è dovuto dal fatto che una volta assemblati alcuni pezzi, non vi sia in seguito la possibilità di poterli colorare al meglio, così la sequenza è stata completamente stravolta e rivista a seconda delle mie esigenze di colorazione.








Ed in merito alla colorazione del modellino in questione, per la primissima volta ho adottato anche la cosiddetta tecnica dei "LAVAGGI"e per tanto devo assolutamente ringraziare il mio caro amico Dino Dall’asta, che mi ha consigliato e ampliamente ed accuratamente descritto tale tecnica.
Spero di non aver deluso le aspettative :)




Per concludere questo mio articolo, sottolineo ancora una volta i sentiti ringraziamenti alla mia famiglia e a tutti gli amici che mi hanno sempre sostenuto in corso d’opera nella mia ardua impresa per realizzare questo modellino.

Buon proseguimento e buon modellismo a tutti.


Alby Starkiller
[Gallery]
14.11.2013



Commento di Dino Dall'Asta [21/11/2013]:
Ciao Alby, non conoscevo questo tipo di elicottero russo, così originale e caratteristico, che tu hai ben descritto. Veramente ottima la riuscita del modello, complimenti davvero!
Dino

Commento di NANDO SILVANO [21/11/2013]:
STUPENDO!

Commento di Angelo Manson [21/11/2013]:
Fratellone!!! Spettacolo!! :))) sei un talento nato! TVB!


Commento di Opal [21/11/2013]:
Alby grande come sempre, ed è bello vedere che non ti limiti al mero montaggio del modello ma ne approfondisci anche la "storia".

Commento di sergio govoni [21/11/2013]:
stupendo

Commento di gigia [22/11/2013]:
ciao Alby , mi ha detto che questa volta hai cambiato soggetto e mi aspettavo una barbie . . . ih . . ih . . ih
grande , continua così

Commento di ezio bottasini [22/11/2013]:
Ciao Alby, dalle foto mi sembra un modello ben riuscito, l'adozione dei lavaggi ha reso ulteriore realismo al modello, anche la coloprazione i sembra azzeccata per quel poco che conosco dei velivoli russi contemporanei.

Complimenti Ezio

Commento di simona [22/11/2013]:
senza parole..splendido!!!

Commento di Mario Bentivoglio [23/11/2013]:
BELLISSIMO !!!!

Commento di Mirko [23/11/2013]:
Grande Alby,come sempre del resto...ottimo lavoro davvero!

Commento di Alby Starkiller [24/11/2013]:
UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI X I GRADITISSIMI COMMENTI!!! :)

...ho fatto una piccola grande scorta di scatole di montaggio per il periodo invernale... e spero di riuscire a realizzare modellini sempre migliori.
un abbraccio grande a tutti e a presto! ;)
Alby.

Commento di raffanumber1 [25/11/2013]:
Ciao Alby, stupendo modellino, quando mi hai detto che avevi cambiato soggetto non sapevo cosa pensare...:) sulla tua creazione non c'è nulla da dire parla da sola...a presto

Commento di Adriano [26/11/2013]:
Ottimo articolo ed ottima presentazione.
Complimenti Alby.
Adriano

Commento di Giuseppe Politi [04/12/2013]:
Dagli aerei a uno stupendo elicottero, così mi hai fatto arrivare in ritardo (tanto per giustificarmi).... Ormai questa tua passione ti ha portato ad essere un artista affermato! Per il futuro cosa devo aspettarmi, che atterri e prendi un mezzo anfibio?.... Sei un grande!!!! Ti abbraccio

Commento di Gianni [09/12/2013]:
Bellissima realizzazione complimenti.
Gianni

Commento di adrian kamov [22/11/2016]:
molto bello , complimenti ...mi piacerebbe molto averne uno sulla scrivania.
Io lo costruito, ma un pò più grande, ciao amico, complimenti ancora. Se vuoi vedere il mio Ka 50 : www.kadr01.blogspot.it


Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No