Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola New
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Come Back
I’ll Come Back
Pietro Ballarini

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

F-14D Tomcat - Alby Starkiller




Dopo un estenuante lavoro svolto per realizzare il mio primissimo diorama, decido di prendermi una piccola "pausa-relax" e di realizzare un kit veloce ed al contempo gratificante.




Mi recai così nel mio solito negozio di fiducia e dopo una lunga ricerca, intravidi tra i tanti kit di montaggio una piccola scatola della REVELL per realizzare uno dei miei aerei preferiti l’F-14 TOMCAT, ma in una scala a me del tutto nuova, cioè la 1:100 e subito dentro di me balenò la domanda: "...ma che cavolo di scala è mai questa??!!".




Avendo prevalentemente assemblato aerei in scala 1:48, e visti gli ormai esigui spazi in casa mia per poterne esporre altri di quelle dimensioni, la scala 1:100 sarebbe stata l’ideale, in quanto le dimensioni davvero ridotte mi avrebbero permesso di trovare un posto per sistemare al meglio questo piccolo F-14.




A questo "giro" sono però convinto che se non vi dicessi immediatamente che si tratta di un EasyKit, solo l’occhio più attento se ne accorgerebbe subito.
Ma attenzione, il fatto che la parola EASY significa FACILE, non è sempre così nel modellismo e di fatti in questo specifico Kit ho riscontrato non poche difficoltà.




Difficoltà NON tanto per il semplice montaggio, ma riscontrate nel riuscire a far combaciare al meglio i vari componenti.
Anche se questo easykit come altri non prevede l’utilizzo di colla, in quanto, secondo le istruzioni di montaggio il tutto si realizza con semplici incastri, ho dovuto comunque utilizzare per l’appunto la colla, in aggiunta a pinze, morsetti e carta abrasiva fine.
Questo fatto non è dovuto allo stampaggio in sé della plastica, ma è dovuto dal fatto che essendo già il tutto grossolanamente pre-dipinto, la vernice crea uno spessore a tratti informe, lasciando buchi e spazi vuoti tra i vari pezzi, o peggio ancora creando l’impossibilità di effettuare un corretto e facile incastro.




Ovviamente dopo aver ultimato l’assemblaggio che mi ha portato via non poche ore di assiduo lavoro, mi ritrovo tra le mani un piccolissimo "giocattolo" chiamato F-14D TOMCAT.
Già, perché come nei miei precedenti capitoli inerenti agli easykit, anche questa volta ho dovuto ricreare alcune parti e ritoccare moltissimo il tutto per trasformare questo bel giocattolino in un modellino vero e proprio.








Vorrei però incentrare l’attenzione NON su come ho eseguito i ritocchi, in quanto la mia "tecnica" è sempre la stessa già descritta nei precedenti articoli, ma su come ho realizzato la base/diorama di questo Kit.




Come prima cosa ho preso un pezzo di legno compensato di spessore 8mm, l’ho levigato ed arrotondato gli spigoli.
Poi ho applicato su di esso tramite colla vinilica un foglio di carta abrasiva medio/fine, e con la colla ancora bagnata, ho effettuato delle incisioni con un cutter aiutandomi con un righello ad eseguire linee rette.
Subito dopo, sempre con la colla vinilica fresca di stesura, ho tolto le parti che avevo tagliato e con una bomboletta spray color grigio ho verniciato la carta abrasiva simulando un ipotetico asfalto.
Il secondo passo è stato quello di cospargere di colla vinilica le parti di legno esterne al foglio di carta abrasiva, e di lasciar cadere sopra un paio di tipi diversi di erba sintetica utilizzata nel FERMODELLISMO.








Una volta atteso l’indurimento della colla assieme all’erbetta sintetica, ho iniziato a sporcare "l’asfalto" con un pennellino imbevuto di acqua e colore nero/grigio simulando sporco e ed informità.
Per finire mi sono creato una "maschera" di carta che ho poi appoggiato sopra tutta la base, lasciando ovviamente scoperte le parti interessate e sempre tramite una bomboletta spary color giallo melone, ho lasciato cadere un velo di vernice su di essa.
Una volta tolta la mascheratura, il risultato è: ipotetiche linee di delimitazione.










Per concludere questa mia piacevole esperienza e soddisfatto del risultato che sono riuscito ad ottenere dal quel che all’apparenza poteva sembrare fin troppo semplice, resto dell’idea che di tanto in tanto una piccola pausa con un EasyKit sia utile al miglioramento delle proprie capacità e gratificate allo stesso tempo, tenendo comunque a sottolineare il fatto che la parola EASY nel mondo del modellismo NON sempre significa: FACILE.




Buon proseguimento e buon modellismo a tutti.

Alby Starkiller
[Gallery]
11.09.2013



Commento di Raffanumber1 [16/09/2013]:
Bravo Alby, sinceramente ero pronto a vedere il tuo prossimo diorama, ma come dici tu hai voluto prenderti una pausa, e comunque il lavoro è riuscito bene anche questa volta, nonostante ti abbia creato qualche complicazione imprevista. Continua così!!

Commento di Opal [16/09/2013]:
Grande Alby, ottima l'idea della realizzazione della base, e molto bello l'effetto "sporco" ottenuto con il colore diluito! è l'ingegno che fa la differenza ;)

Commento di ezio bottasini [17/09/2013]:
Ciao Alby, sempre meglio, se non l'avessi letto non avrei detto che era un kit 1:100, belli gli effetti sulla basetta, visti così molto realistici.

Complimenti.

Ezio

Commento di Simona [17/09/2013]:
Come sempre superi te stesso. Ogni volta sempre meglio.ottimo lavoro continua così!!

Commento di Giorgio [18/09/2013]:
Bravo Alby,cimentarsi su scale piccole dopo i tuoi "Big model" non era semplice.
Bravo a rendere questo piccolino molto realistico.
Un piccolo accorgimento sulla basetta che hai realizzato.Le linee gi giunzione tra il cemento,sono troppo larghe.Rispetto al Tomcat se fossero così,sarebbero delle voragini invalicabili per qualsiasi Top Gun!!!
Cmq,bravo,bravo,bravo!!!

Commento di Alby Starkiller [18/09/2013]:
x Giorgio: sì in effetti è un errore dovuto a 2 fattori, il primo la scala a me del tutto nuova, che non mi ha reso conto da subito le minute dimensioni del velivolo ed in secondo ho avuto la "brillante" idea di costruire il modellino e la base di pari passo...e quando ho avvicinato entrambi, mi son reso conto dell'errore di proprozioni... ma ahimè era troppo tardi per rimediare. cmq sia complimenti per l'acuta osservazione ;)
X Raffa, Ezio, Simona e Stefano, un grazie di cuore come sempre! Vi abbraccio forte tt. un caro saluto. Alby




Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No