Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Alessandro Magno
Alessandro Magno

PzKpfw VI Tiger - Roberto "target" Colaianni

Modello Academy, scala 1/35.




Causa regalo a lontano parente tedesco, grande appassionato di storia della seconda guerra mondiale, ho costruito velocemente, più o meno da scatola, so che stenterete a crederlo, quello che si suppone fosse stato il Tiger usato da Michel Wittmann, asso dei carristi Tedeschi, nella famosa Battaglia di Villers Bocage, il 13 Giugno 44, al comando della 2° compagnia del 101mo battaglione carri pesanti delle SS.
Ho scelto il modello Academy, poiché mi permetteva di realizzare da scatola il carro in questione, a parte lo Zimmerit e la saldatura sul cielo della torretta da eliminare, assieme ad altri esemplari del 101mo.
Il montaggio è proceduto spedito e, in circa due settimane, durante le vacanze estive l’ho ultimato.
Inizialmente volevo posizionarlo su dei binari ferroviari, disallineando quindi le ruote del treno di rotolamento per seguire i rilievi delle rotaie, poi mi sono reso conto che con i cingoli in vinile l’operazione sarebbe stata complicata, ed ho ripiegato per una classica configurazione in piano.
Questo mi ha portato ad avere il carro già assemblato, a meno del treno di rotolamento, cosa che ha complicato un pochetto l’esecuzione delle "cuciture" eseguite col filo da pesca per far ben aderire il cingolo alle ruote.
L’unica particolarità del montaggio, La riproduzione dello Zimmerit mediante fogli di cera per decorare, secondo quanto letto su un vecchio Steel Art. I fogli in questione, dello spessore di circa un millimetro, li ho trovati in cartoleria, si applicano senza bisogno di colla, aderiscono semplicemente schiacciandoli con i polpastrelli sulle superfici interessate, meglio premere forte per ridurne un po’ lo spessore.
Possono essere applicati anche a pezzi, in quanto basta premere per far sparire le giunzioni.
Si rifilano i bordi in eccesso con un taglierino e il gioco è fatto.
Per riprodurre la trama, mi sono servito di apposito set di rotelline, dedicate a questo scopo che si trovano in commercio, purtroppo non ne ricordo la marca.






Non so se avete notato l’ambientazione "VACANZIERA" era Agosto... Sigh!






Colorazione eseguita ad aerografo, con colori Tamiya. Per il Sand Gelb ho usato una mescola al 60% di XF-60 e 40% di XF-59




Nella foto sopra si notano le cuciture in filo da pesca che trattengono i cingoli aderenti al treno di rotolamento. Mancano le ruote esterne che andranno a coprirle.




Per il verde una mescola sempre di Tamyia che non ricordo, per il marrone, il canonico XF-64 smorzato con la mescola XF-58-60 di cui sopra. La mimetica è stata eseguita con colori diluitissimi, 1parte di colore, 4-5 di diluente, spruzzato a meno di 0,5 atm. Dopo aver eseguito le macchie, ho ripassato gli spazi in Sand Gelb con la mescola originale, anch’essa diluitissima e a bassa pressione.






I carri del 101mo erano stati consegnati nella primavera del 1944, e, consultando le foto reperibili in rete, sembravano abbastanza ben messi, prima dell’inizio delle operazioni in Normandia. Per cui mi sono limitato a riprodurre danni limitati ai parafanghi, poche scrostature in un giallino tenue, enfatizzate solo in qualche punto col grigio panzer, a simulare graffi più profondi, oltre che a qualche ammaccatura nello zimmerit.




Tutti gli spigoli e le "CRESTE" dello Zimmerit sono state evidenziate con un leggero dry brush, tinta su tinta con smalti Humbrol, prelevando il colore, posandolo su un fazzolettino di carta per far assorbire la resina, per almeno 5 minuti.
Per il giallo sabbia ho usato un Light Stone, per il Verde lo slate gray per il marrone il Flesh I cingoli del treno di rotolamento sono stati colorati con marone scuro Valleio a pennello, hanno subito diversi lavaggi a olio con terra di Siena bruciata e impolverati con pigmenti ricavati dai soliti gessetti, per finire con un Dry Brush Alluminio Humbrol.
Quelli di scorta li ho differenziati insistendo anche con pigmenti arancioni, per farli sembrare maggiormente arrugginiti.




Dopo aver colorato croci e numeri tattici a pennello, poiché anche sui mezzi veri apparivano irregolari e approssimativi, ho fatto un leggero lavaggio in terra di Cassel a olio, trascinando il colore verso il basso sulle superfici non coperte da Zimmerit.
Qualche leggera colatura di ruggine è stata fatta invece col Terra di Siena Bruciata.




Qualche chiazza di carburante e olio sul vano motore con Smoke Tamiya , una leggere impolveratura con XF 55 Deck Tan Tamiya ad aerografo e pigmenti ricavati da gessetti da artista hanno terminato l’invecchiamento.
I Figurini sono Tamiya e Academy, leggermente modificati nelle pose, solo la testa del conducente è un pezzo in resina.
Interamente colorati ad acrilico.
Le mostrine sui baveri, le spalline e qualche altra patacca sono fotoincisioni.
Dopo tale esperienza sono tornato a lezione di figurini da un Figurinista per migliorare un pochetto e cominciare ad usare gli olii.
Per quanto riguarda la basetta vi rimando al piccolo tutorial dedicato ai meno ferrati in materia, poiché si tratta di un lavoro relativamente semplice e veloce, che può interessare anche qualche aeroplanaro, con le dovute correzioni.
Ed ecco le foto del felino finito:














Aufwiedersehen, und gute 2016!!!!


Roberto “Target” Colaianni
e-mail roberto.colaianni@alice.it
[Gallery]
GAMS Udine
04.01.2016


Commento di Vito [09/01/2016]:
Ciao Roberto
lavoro spettacolare !!!!
Figurini strepitosi
Complimenti Vito

Commento di maurizio ugo [09/01/2016]:
....ciao Roby, mi spazi da carri ad aerei con la stessa facilità che ho io nel passare dal primo al secondo di una abbuffata a tavola...e con che risultati!!!!!...anche io però ho dei risultati.... in peso però ..belin!!!!!
Davvero piacevole a vedersi tutto il WIP, bella anche la rappresentazione della basetta.... aspetto il tutorial, nel frattempo, complimenti e un salutone..... maurizio

Commento di Lauro Bonfa' [10/01/2016]:
Complimenti Roby per questo splendido felino,interessante l'idea su come hai realizzato lo zimmerit.Belli e ottimamente eseguiti i figurini,nonche' la mimetica del carrettino e l'ambientazione.In definitiva hai fatto un ottimo lavoro . Lauro

Commento di riccardo casati [10/01/2016]:
Bellissimo lavoro Roberto sia il carro molto ben fatto e anche i figurini molto realistici ...una sola cosa però. .mi sembra che Wittmann a Villers-Bocage avesse come numero di matricola sul suo tiger 007 ...complimenti per il bel lavoro ..

Riccardo

Commento di ROBERTO [10/01/2016]:
Grazie a tutti, come al solito, per i complimenti, secondo me un po' esagerati per quanto riguarda i figurini, ben lontani, come qualità, de quelli del più scarso figurista.

Riccardo, Wittmann è deceduto sul Tigre 007, sempre durante la campagna di Normandia, che era il carro del comandante di battaglione, preso "in affito". A Villers Bocage pare avesse usato il 212, ma è tutt' ora oggetto di discussione. Nessuna cerrtezza quindi, ho adottato la tesi più probabile. I Tigre soffrivano di parecchie noie meccaniche, per cui era frequente che gli equipaggi si scambiassero i mezzi, inoltre Wittmann, essendo comandante di compagnia, in caso di azioni importanti, non restava certo a piedi perchè il suo carro era guasto. A volte trasbordava con l' intero equipaggio, a volte lo prendeva a prestito, infatti non tutti i membri del suo equipaggio sono morti con lui.

Ciao e grazie,

Roberto

Commento di Francesco Sasso [10/01/2016]:
Ciao Roberto, ottimo lavoro..mi piace moltissimo come hai realizzato la mimetica, davvero perfetta.
Un caro saluto.
Francesco

Commento di Gianni [10/01/2016]:
Di carri non me ne intendo , non mi addentro mai troppo nello studio storico dei modelli, ma il tuo lavoro lo trovo stupendo...mi sono piaciuto molto i figurini oltre allo scenario.
Gianni

Commento di ezio bottasini [11/01/2016]:
Ciao Roberto, come sempre un lavoro da grande modellista, come sempre. Certo che con i tuoi modelli nn ci si può annoiare, vista la varietà di soggetti ed epoche in cui vai a parare.
Bellissimo lavoro.

Ciao Ezio

Commento di giampaolo bianchi [12/01/2016]]:
ciao roberto. bravissimo. ricostruzione storica ineccepibile come altrettanto ineccepibile e' il modello. Bellissima la livrea mimetica. un lavoro eccezionale come al solito.
complimenti.
giampaolo

Commento di Fabio [14/01/2016]]:
Un vero tutorial. Lavoro eccezionale, mi piacciono molto i cingoli.

Commento di Mario Bentivoglio [20/01/2016]:
Splendida realizzazione Roberto !!!
:-)
un salutone
ciaoo
mario

Commento di Corrado Laccetti [21/01/2016]:
Sempre delle belle realizazzioni Roberto!!! Masterpiece o capolavori ti stimo Roberto.

Commento di Dino Dall'Asta [21/01/2016]:
Anche questo è uno splendido lavoro...
Sinceri complimenti!
Dino



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No