Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Biker Forever - Pietro Ballarini




"Biker Forever", è il titolo del mio ultimo busto realizzato in stampa 3D; approssimativamente la scala è 1/6.
Ho fatto questo volto di anziano (ed una mano) come prova che poi ho deciso di trasformare in un Biker tatuato che si sta facendo un selfie.






Per contenere i costi del 3D ho realizzato il busto ed il braccio con ‘telaio’ in FOREX rivestito di DAS.


















Il tutto è stato ricoperto di stucco bianco Tamiya diluito in acetone.
Poi ho dato tre mani di smalto HUMBROL FLESH MATT N.61 per un ulteriore amalgama superficiale.






Ho realizzato le pieghe della bandana in pelle con porzioni di Milliput bianco su cui ho simulato le cuciture con i dentini fini del seghetto.




Lo smartphone, la croce della catenella e gli occhiali li ho ricavati col plotter taglierino della Silouette modello PORTRAIT.
















All’inizio pensavo di fare gli occhiali con un telaio e poi di inserirci le lenti gialle tipiche ma, siccome il telaio degli occhiali è curvo, ho poi rifatto il taglio con lenti (solo segnate) e telaio in un pezzo unico affinchè si curvino insieme.
Avevo finito l’acetato giallo e quindi ne ho utilizzato uno azzurro altrettanto valido.
La catenella è un accessorio TRUMPETER già dorata.




La grande scala mia ha permesso di divertirmi a ‘tatuare’ il soggetto con i disegni trovati in rete.










Naturalmente ho firmato con le mie iniziali la basetta con uno ‘pin stripe’.






DAL MONITOR ALLA BASETTA - Una nuova frontiera del modellismo.
Alla fiera di Padova 2017 ho assistito ad una presentazione della stampa 3D fatto da Andrea Pirazzini che ha dei tutorial sul web con lo pseudonimo di Piraz ed un negozio chiamato HELP3D.
Parlandoci mi è venuta l’ispirazione di provare il suo servizio stampa creando un mio pezzo originale.
Dopo una rapida ricerca sul web ho trovato un programma veramente bello in quanto gratuito e soprattutto facile da usare che si chiama SCULPTRIS.
La schermata iniziale presenta una sfera che si può modellare come fosse plastilina aggiungendo O togliendo materiale.
In due minuti si possono già fare ‘faccette’ strane da farsi realizzare o modificare nella scala voluta.




Non si riescono a fare oggetti geometrici che però si possono importare da altri semplici programmi dedicati tipo FREECAD purchè abbiano la stessa estensione (OBJ).
Con i tutorial sul web si trovano le istruzioni dei pochi comandi ed esempi visivi di scultura digitale in timelaps (video accelerati) su YOUTUBE.
DETTO! FATTO! ho realizzato un volto di un anziano ed una mano in una Settimana (6/7 ore).




La cosa bella della scultura digitale è l’eliminazione dei problemi dovuti all’utilizzo dei materiali quali il milliput /magic sculpt /materia verde /stucchi bi componenti ecc.
Il vantaggio maggiore è la possibilità di ingrandire il particolare da scolpire per farlo bene basandoci anche su foto e disegni anatomici che possiamo tenere a video mentre lavoriamo.
Impagabile è il tasto MIrror che mantiene la simmetria della scultura da centro viso, ovvero se modello un orecchio mi verrà replicato uguale e speculare sull’altro lato, poi, alla fine, lo si può escludere per differenziare leggermente i due lati del viso.
Il disegno tridimensionale è composto da un insieme di poligoni (detto MESH) che si possono vedere col tasto WIREFRAME.
Al momento di inviare il file per la stampa 3d bisogna aumentare la MESH col tasto SUBDIVIDE ALL per incrementarere la definizione finale del pezzo stampato.
Con pochi poligoni una palla sarà un geode con tante sfaccettature con tanti poligoni sarà una sfera.
Delle tre principali tecnologie di  stampa 3d (FDM estrusione di filamento, SLA fotopolimerizzazione di resine  e SLS sinterizzazione di polveri) ho scelto il più raffinato che è la SLA (stereolitografia) con laser che solidifica un bagno di resina liquida.
Otterremo così il pezzo finito senza altri interventi se non una leggera cartavetra tura.
Costerebbe meno quella realizzata in FDM, ma poi bisogna stuccarlo per non vedere troppo i layer/strati depositati, una tecnologia a resina realizza strati fino a 25 micron di spessore mentre una FDM, in genere, lavora sui 150/200 micron. Più alto è lo strato depositato, maggiore questo sarà visibile su superfici curve.
Quello a polveri di nylon (SLS) risulta poroso e bisogna intervenire quindi in post produzione.
In futuro si può pensare che un figurinista può bypassare le case produttrici e comprare sul web i file stampabili delle figure (già ci sono!) da farsi realizzare o modificare nella scala voluta.




I cataloghi saranno il mondo del web e la qualità si può verificare in diretta Zoomando e ruotando l’immagine prima del download.
Mentre invece chi ha le capacità può vendersi i propri soggetti o in formato digitaleo addirittura il pezzo finito in resina.
Della testa che ho realizzato penso di fare altre copie in scale diverse per avere un magazzino ‘personalizzato’.
Il costo di una stampa? dipende da chi stampa... c'è chi conteggia a volume, chi conteggia a tempo, chi un misto delle due cose e tutto questo varia in base al tipo di macchinario utilizzatori e relativo materiale (sia esso resina, filamento o polvere).




Per quello che mi riguarda considero questo strumento un aiuto all’arte di ognuno di noi, se Leonardo avesse avuto l’aerografo lo avrebbe usato eccome!
L’unica controindicazione è la probabile perdita di manualità, ma aumenterebbe la creatività.
Spero di essere stato abbastanza esaustivo nell’aprirvi questa possibilità modellistica.
Tanti si lamentano che non hanno abilità manuali: ora si può provare col mouse...




Pietro Ballarini
06.11.2018

[Gallery]


Commento di ezio bottasini [07/11/2018]:
Grande Pietro, due parole... MAMMA MIA... sei arrivato al modellismo 4.0... stupefacente

Commento di giampaolo bianchi [08/11/2018]:
MERAVIGLIOSO.GRAZIE PER AVER APERTO UNA NUOVA FRONTIERA NELLA CREAZIONE MODELLISTICA.
GIAMPAOLO

Commento di PIETRO [08/11/2018]:
grazie peri commenti ...fin troppo entusiastici.
Non ho fatto altro che 'provare' questa tecnologia ed illustrarvela.

Naturalmente il cavallo non l'ho fatto io, è un esempio di quello che potete trovare sul web.

magari può essere un occasione per esprimere un parere personale su questo modo di fare modellismo.

Pietro

Commento di Alby Starkiller [10/11/2018]:
Ciao Pietro,
Il mio parere personale in merito a questo tua ultima realizzazione, che esce dagli schemi canonici del modellismo, è di grande ammirazione, come molte altre tue opere che ho potuto vedere nell'arco degli anni.
Trovo davvero geniale la tua fantasia e creatività.
Ho lasciato diversi commenti alle tue opere, ma non ho mai ricevuto commenti da parte tua alle mie modeste creazioni... non una parola, non un consiglio o quant'altro...
Ecco perché mi permetto di dirti, che la bravura, la maestria, L'ARTISTA DI SPESSORE che io credo tu sia, avrebbe ancor più valore con una piccola nota di umiltà. Premetto, x non fraintendere, non è che se io ti commento un'opera e tu no, allora non va bene, dico soltanto che un tuo commento, un suggerimento, inserito alla fine di una creazione, può aiutare colui che magari ha tanto ancora da imparare.
I miei complimenti per questo tuo innovativo capolavoro.
UN SALUTO.
ALBY.

Commento di PIETRO [12/11/2018]:
Ciao Alby,
con questa frase:
magari può essere un occasione per esprimere un parere personale su questo modo di fare modellismo.
non intendevo ricevere un parere su di me ma sulla tecnologia che ho illustratoin questo articolo.
del tipo: preferisco la scultura manuale che la facilitazione del computer .. che ne so.

Per quanto riguarda i commenti mi scuso con te ed altri se sono così parco nel farli.
Se volessi esssere più 'social' scriverei sui Forum e sui blog, col costante riscontro di altri modellisti.

Per come intendo io KITSHOW questo è uno spazio espositivo di modelli finiti.
(e quindi per chi ha poco tempo di scrivere sul web).

ho piacere se arrivano commenti positivi e critiche costruttive ma non ho nessun problema se nessuno scrive o mi fa un commento negativo.

non lo ritengo un concorso di 'like'.

in pratica non voglio sentirmi obbligato a commentare forzatamente, lo faccio solo se me la sento.

Altresì se un neofita vuole imparare dai modellisti 'esperti' ci sono i forum apposta con gente più preparata di me (io no ho nemmeno l'aerografo..ma un semplice spruzzatore).

quando hai fatto il diorama 'l'ombra del colosso' ti ho espresso il mio apprezzamento per i miglioramenti e una critica che ritenevo costruttiva.

quando invece fai i GUNDAM non è un modellismo che conosco e apprezzo.
quindi se dicessi che è bello sarebbe falso e non competente.

Concludendo se hai (o avete) bisogno di un aiuto potete scrivermi tranquillamente in privato.
Ma non chiedetemi una esposizione mediatica che non sento.

Non abbiatecela con me :-)
grazie,

Pietro Ballarini

Commento di Alby Starkiller [12/11/2018]:
...beh, dalla risposta mi pare chiaro che non mi sono spiegato bene e che hai probabilmente frainteso. Fa NULLA.
BUON proseguimento e buon modellismo ;)
Un saluto.
ALBY.

Commento di Francesco Sbarile [15/11/2018]:
Ciao
la mia prima reazione al tuo articolo è stata "basta PC" ci lavoro tutto il giorno e dargli spazio anche in quell'oasi che è il modellismo mi sembrava un sacrilegio. Detto questo e riflettuto sull'argomento sono arrivato alla conclusione che hai ragione tu su Leonardo e l'aerografo, anche se la manualità (scarsa) a me piace ancora molto. In fondo conta quello che abbiamo nella testa e non gli strumenti che usiamo per renderlo reale.
Francesco


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No