Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Quick Articles...

Mohawk Warrior 1700
Mohawk Warrior 1700

  Editoriale

Perche' KitShow?

Bull Rider (I Parte) - Pietro Ballarini

Realizzazione Pick Up e toro



Un film ed un libro (La risposta è nelle stelle di Nicholas Sparks) sono l’ispirazione per dare corpo a questa scenetta dedicata ai Bull Rider.
Essendo l’economia americana storicamente pervasa dall’allevamento del bestiame era inevitabile che i cow boy finissero per ‘giocare’ con il loro lavoro.
E così dopo i classici rodei con i cavalli l’asticella si è alzata a cavalcare i tori.
L’attività era conosciuta e diffusa in Messico (oltre che, in altre forme, nell’antica Grecia), ha preso piede negli USA verso la fine del 19° secolo.
La mia scenetta descrive un allenamento di un giovane rancher mentre il padre e la figlia (spaventata) assistono durante il loro giro di foraggiamento bestiame.
Il vecchio e arrugginito furgone della fattoria ha la targa per circolare solo all’interno di essa (FARM USE), essenzialmente viene usato per portare il fieno agli animali sparsi nei campi.
Naturalmente non ho resistito a mettere le mie iniziali nel marchio della fattoria
Le sfida di questo soggetto sono state due: provare la tecnica del sale e scolpire ex-novo degli animali.




Pick Up
Il Pick up Ford del ‘40 è un vecchio modello Monogram in scala 1/24 che ho riciclato da un ‘antica’ scenetta.






Dopo una verniciatura integrale color ruggine con sfumature varie fatta a smalto, ho steso una mano di trasparente opaco Humbrol che opacizza molto e protegge il colore dalle future lavorazioni.
Ho inoltre assottigliato e tagliato alcuni bordi per ricreare i buchi creati dalla ruggine.




Sul furgone ho dato una mano di acqua e sapone affinchè aggrappasse il sale fino, ho poi steso ad aerografo vernice azzurra sul mezzo e bianca sulle portiere con colori acrilici.










Alle gomme ho verniciato una fascia circolare di colore bianco per renderle ‘vintage’; le relative mascherine le ho fatte con il compasso taglierino.






Infine si toglie il sale con spazzolino, stuzzicadenti, carta vetrata e rimane un bell’effetto realistico.






Ho convertito il Pick Up ad uso agricolo costruendogli le sponde in legno atte a contenere le balle di fieno.
I dadi di fissaggio tra i legni sono simulati con rondelle di plasticard punzonato.




Con graffi e colori desaturati ho cercato di dare un forte effetto usurato.




Nel cassone ho evidenziato le nervature metalliche con grafite dopo averle mascherate.
Alla fine comunque si vedrà poco perché farò un intervento di impolvera mento con colore diluito.










Le balle di fieno sono sagome di polistirolo cosparse di vinavil colorato di giallo e rivestite con canapa idraulica che poi ho ‘tosato’ e legato con cordino navale.










Il toro
Una foto in particolare mi ha colpito e l’ho presa a modello perché sembra che il cavaliere stia per essere disarcionato.
Dopo aver fatto ricerche e acquisito immagini dell’anatomia e ossatura dei tori ne ho ricalcato la sagoma sul Forex e ritagliato il contorno.










A queste sagome ho aggiunto ritagli di forex per aumentarne il volume.




Le sfere oculari sono palline di bigiotteria.




Zoccoli, garretti e testa sono stati fatti col Milliput bianco per avere precisione di modellatura e possibilità di rifinitura una volta secco.
Il resto del corpo e delle grandi masse muscolari sono riprodotte col più economico DAS.




























La coda è un filo di ferro con fili sintetici incollati all’estremità ad imitarne il crine; poi è stata rivestita in Milliput, i campanacci sono in plasticard.




Una volta finito il soggetto l’ho ricoperto con stucco bianco Tamiya diluito in acetone per uniformare le superfici.








[vai alla seconda parte]


Pietro Ballarini
11.10.2017

[Gallery]


Commento di Gianluca Giora [11/10/2017]:
Ciao Pietro, non volevo scriverti i soliti banali commenti con i complimenti, quindi sono qui che cerco qualche critica costruttiva, qualcosa da migliorare, ecc...impossibile, ogni tuo lavoro è uno spettacolo sia come originalità che come realizzazione, il toro è meraviglioso.
Diavolo quanto ti invidio

Commento di ezio bottasini [12/10/2017]:
Ciao Grande Pietro......che dire se non cose già dette e ripetute alla visione dei tuoi lavori???
Un caro saluto Ezio

Commento di Enrico Calanchini [13/10/2017]:
Ogni elemento è di gran pregio, il vecchio pickup poi è davvero realistico, il tutto evoca bene il periodo dell'America opulenta degli anni cinquanta che appariva nelle locandine pubblicitarie molto belle e colorate tanto in voga nel periodo.
Bravissimo e di manualità non comune come sempre.

Ciao Enrico

Commento di Dino Dall'Asta [13/10/2017]:
Ennesimo capolavoro...!!
Dino

Commento di Luca Navoni [20/10/2017]:
Ciao Pietro,

mi piace davvero tanto l'usura del mezzo, tanto di cappello..... complimenti davvero e non solo per il pick up.....

un saluto, Luca

Commento di Francesco Sbarile [24/10/2017]:
Ma la smetti di essere così oltraggiosamente bravo !!! Tutto davvero bello e fonte di prurito alle mani ..
Francesco

Commento di maurizio [17/11/2017]:
.....belin Pietro...a parte un po di incertezza nella prima foto della coda....decisamente un po equivoca, non ho nulla da dire....son rimasto a bocca aperta...quando guardo i tuoi lavori, mi viene un po di malinconia... e mi vien voglia di fare il volontario A.V.O. anziché modellismo ....dai che aspettiamo il seguito....
un salutone maurizio



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No