Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Emanuele Iemma
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marcello d'Andrea
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Taxi de la Marne
Taxi de la Marne
Sergio Colombo

  Latest arrival...

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

  Latest arrival in the gallery

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

Admiral Hipper - Olivero Giovanni


Questo è il secondo kit in plastica realizzato dopo la corazzata Roma della Trumpeter in scala 1/350; ho voluto cimentarmi con la Admiral Cruiser Hipper... diciamo colpito dall’immagine della confezione, sicuramente meno famosa e meno imponente delle corazzate come la Bismark o Scharnhorst.


Admiral Hipper

Alcune informazioni storiche:.
La Admiral Hipper era un incrociatore pesante della Kriegsmarinetedesca, attivo durante tutta la seconda guerra mondiale, e prima unità dell'omonima classe di incrociatori.
L'armamento principale era costituito da 8 cannoni da 203 mm in quattro torri binate, mentre quello secondario e contraereo da 12 cannoni contraerei da 105 mm in sei torrette corazzate, 12 cannoni contraerei semiautomatici in sei affusti binati e (inizialmente) da 10 mitragliere antiaeree da 20 mm in affusti singoli.
Completavano l'armamento della nave 12 tubi lanciasiluri da 533 mm sistemati in quattro affusti trinati ai lati della nave.

Maggiori informazioni in merito alle sue attività durante la Seconda Guerra Mondiale si possono trovare in wikipedia.


Admiral Hipper
Admiral Hipper

Desideravo poter rappresentare l’incrociatore in navigazione, ma al tempo stesso mi dispiaceva non poter mostrare l’intero scafo; ho pensato quindi ad una base che potesse ospitare due scenari, uno con l’effetto mare e l’altro con un supporto per sorreggere l’intero scafo.
Il materiale principale l’ho recuperato al Brico: polistirolo ad alta densità, vernice acrilica nero opaco e blu cobalto, colla vinilica, listelli e anche il tessuto adesivo tipo quello da biliardo.
Per l’effetto mare ho utilizzato i prodotti della Vallejo disponibili nel mio negozio; un valido aiuto l'ho ottenuto da un video di Youtube che nostra passo passo il procedimento:



Dopo alcuni tentativi utilizzando una piccola basetta in legno e alcuni tentativi per realizzare una scia realistica, dopo aver trovato l’effetto che più mi piaceva e mi sono dedicato a realizzare lo scanso per ospitare lo scafo sul polistirolo.
Utilizzando l’elemento water line, ho individuarto il profilo di taglio usando il cutter.




Mi sono servito di una basetta in legno auto costruita con due pernetti che sostengono lo scafo ma fungono anche da spingitori per estrarre lo scafo quando è alloggiato nel lato del mare.
Ho provveduto a rendere più stabile lo scafo sul suo supporto forando con punta fine sia lo scafo sia i pernetti in legno; ho poi incollato dei pezzi di graffetta sullo scafo.
Sulla base, in precedenza, avevo applicato il tappetino blu togliendo la pellicola adesiva.


Sul polistirolo ho passato, con un rullo, il colore acrilico Blu di Prussia come colore di fondo; una volta asciutto ho applicato il Blu Atlantico della Vallejo picchiettando con un vecchio pennello da pittura murale cercando di simulare le onde del mare; successivamente ho passato l'effetto schiuma della Vallejo diluito con acqua attorno allo scanso che avrebbe alloggiato lo scafo e realizzato la scia sul lato poppiero; per quest’ultima ho utilizzato un pennellino e poi ho picchiettato utilizzando una spugnetta.
Per finire, ho passato il gel trasparente della Vallejo effetto mare che una volta asciutto accentua l’effetto spuma sulle creste delle onde.


Ho provato più volte l’inserimento dello scafo all’interno del vano, un'azione delicata poiché ho avuto modo di constatare che le eliche di manovra, quelle più esterne, sarebbero saltate ad ogni tentativo di inserimento.
Ho iniziato a fare dei lavaggi sui piccoli pezzi utilizzando il colore ad olio e acquaragia; chiaramente prima ho spruzzato la vernice trasparente lucida (forse era meglio usare l’opaca visto che non dovevo incollare delle decal) non ho una grande esperienza in questo campo mi sono basato su quello che ho letto in giro.


In più occasioni, prima di incollare definitivamente i pezzi, provavo a secco i vari sotto elementi, man mano piegavo ed incollavo le fotoincisioni con molte difficoltà visto le ridottissime dimensioni.
Durante il montaggio le sventure non sono mancate come ad esempio esagerando con la colla ho consumato del tutto un’ancora, l’altra è andata persa, alcuni elementi del fumaiolo consumati per aver lasciato troppo tempo il pezzo immerso nel cleaner per togliere la vernice, sono stato costretto ad utilizzare un altro kit che avevo in magazzino e sacrificarlo per utilizzare gli elementi persi o distrutti.


Come ultima operazione ho realizzato la teca in Plexiglass per evitare che la polvere nel tempo faccia danni.



Ho cercato di terminare il lavoro in un tempo accettabile per poter presentare il modello con il suo diorama, lato mare, alla XIX Modellismo che Passione edizione 2014; diciamo che sono riuscito a consegnare il modello agli organizzatori una settimana prima dell’evento, nella speranza che non sfiguri eccessivamente.



Come considerazione finale potrei dire di essermi divertito, anche in questo caso come per gli altri modelli, ho dovuto faticare per ritagliarmi il tempo necessario per andare avanti e non far arrabbiare nessuno con i “piacevoli odori” della verniciatura; non vi nascondo che ho avuto molte difficolta a maneggiare pezzi così piccoli, spesso mi rimanevano in mano pezzi di fotoincisione o addirittura saltavano come grilli rendendomi la ricerca impossibile.

Giovanni Olivero

[Gallery]

03.10.2014


Ecco alcune foto del modello finale; rimando al mio sito Oliveromodellismo per vedere la fotogallery completa.




Commento di riccardo casati [07/10/2014]:
bellissima realizzazione Giovanni complimenti ...curata nei particolari .. e bella idea quella di poterla mettere sia sul suo supporto che nella base con il mare ...complimenti ancora ..ciao

Riccardo

Commento di Alby Starkiller [12/10/2014]:
...bellisssimissima realizzazione!!! sei riuscito a racchiudere tantissimi ed accurati particolari in una scala davvero ridotta!complimenti davvero! personalmente la base sull'acqua la trovo di maggior impatto visivo :-)
Un caro saluto.
Alby.

Commento di Gianni [12/10/2014]:
Grazie Riccardo ed anche a te Alby oer i complimenti, adesso starò solamente attento al mio gatto....devo trovare un posto sicuro.
Gianni



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No