Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

Pit stop Barrichello Ferrari F1-2000

Mauro Zanchi


Da buon collezionista di modellini della Ferrari, osservo i vari diorami che vengono proposti in rete, in particolare su Ebay e, se veramente interessanti, provo a portarli a casa.
Così è accaduto per un manufatto proposto in asta da un Ebayer di Torino, un diorama interessante, in particolare per gli oggetti contenuti in esso: chi ha realizzato l’opera è riuscito veramente a mettere insieme molti piccoli oggetti, e trovarli già pronti tutti insieme è stata un’occasione unica.




Acquistata l’opera, non potevo certo aspettarmi che il corriere mi recapitasse tutto esattamente com’era partito, e, al ricevimento, dopo l’apertura del pacco questa è stata la sorpresa.




Un vero peccato, anche pensando alla dedizione e alla passione di chi aveva messo insieme originariamente il diorama, credo un signore di Salerno.
Poco male, tanto l’idea era già in partenza quella di ricreare tutto da zero, con dimensioni più adatte al posto dove sistemerò il mio diorama.
Però l’impostazione iniziale era molto interessante, anche se di fantasia. Infatti ho provato a cercare nel web le zone pit stop dei vari circuiti, ma non ne ho trovato alcuno che assomigliasse alla scena proposta dal signore di Salerno.
Quindi per costruire il mio diorama ho lavorato anch’io un po’ di fantasia, pur tentando di proseguire sull’idea del “costruttore” originario.






  Ho creato dal nulla il dispositivo con le pistole per il cambio gomme...




... il distributore di benzina...




... ma anche la nuova telecamera e il bancone dell’intervistatrice con i microfoni e l’arredamento...




... il podio, con tanto di bottiglia di Champagne...




... i PC con la telemetria,




il lecca lecca e i carrellini sollevatori, che mancavano.




Naturalmente, nel frattempo, sono stati sistemati anche i veri protagonisti.




Ecco i dettagli dello scenario...










Ancora qualche “ritocco” in giro, la scelta del tetto (sollevabile per ispezionare l’interno, come sollevabile è l’intero primo piano, per poter, successivamente, installare un piccolo impianto di illuminazione, verso Natale, quando si troveranno più facilmente luci e materiale necessari.

Ecco finalmente (dopo più di un mese) il lavoro terminato.




E il retro.




Per essere stato il mio primo lavoro credo di essermela cavata. Unico neo: la teca in plexiglass mi è venuta una vera schifezza!




Il diorama è in scala 1:43, le sue dimensioni sono di circa 29x17xh18 cm.

Un cordiale saluto.


Mauro Zanchi

[Gallery]

31.08.2014






Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No