Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novitŕ del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

Object-704 - Luigi Cuccaro

Kubinka Museum tribute




Per gli amanti dei mezzi militari russi, è doveroso citare il mitico museo di Kubinka dove, a mio parere, nel settore dei mezzi russi, le due "icone" maggiormente rappresentative sono l’ Object-279 e l’ Object-704.
Entrambi i mezzi meritano un articolo dedicato, in questa prima parte, presento l’Object-704.




L'Object-704è lo sviluppo dell’ISU-152 ed inizialmente prevedeva due varianti che differivano nel cannone principale.




Pare che successivamente la versione a canna lunga fu abbandonata per cui ci si concentrò unicamente sul mezzo a canna corta che fu "battezzato" col nome ISU 152-2.
Ovviamente per ulteriori notizie a riguardo, vi invito a consultate le varie fonti informative.

Il Modellino
E vai con le trasformazioni!
mi avanzavano (ma guarda un po’) un kit ISU-122 dell’Italeri...


Object-704

un IS-2 dell’Altaya...


Object-704

del plasticard da 0,25 e 0,5mm e le utilissime viste principale del mezzo vero.




A questo punto, per un tecnico, la conseguenza è facilmente intuibile ma non occorre essere necessariamente un progettista, basta solo rispolverare un po’ le nozioni imparate alle scuole medie nelle ore di applicazioni tecniche.
Quindi ragionando con i dati alla mano si nota che sostanzialmente cambia solo la casamatta del carro infatti lo scafo, è praticamente lo stesso dell ‘ISU 122/152 .
Di conseguenza le macro fasi della lavorazione sono:

  1. "cannibalizzazione" dello scafo inferiore del modellino Altaya (perché le ruote ed i cingoli sono migliori)
  2. "cannibalizzazione" dello scafo superiore del kit Italeri ed asportazione della casamatta
  3. Realizzazione in plasticard dell’analoga casamatta per l’Object-704.

Realizzazione della casamatta
Innanzitutto ho fotocopiato le immagini delle viste principali del mezzo alle dimensioni adeguate del kit Italeri.
Ho ritagliato solamente le superfici reali delle viste incollandole col vinavil (così si possono facilmente rimuovere le dime di carta) su plasticard di 0,5 mm.
Nota bene:

  • per SUPERFICI REALI, s’intendono quelle superfici ortogonali/complanari alle viste principali che sono dimensionalmente veritiere.
  • le SUPERFICI FITTIZIE, sono le superfici inclinate alle viste principali pertanto dalle dimensioni irreali. Occorre creare lo sviluppo partendo dalle linee/spigoli generatrici.

Esempio




Purtroppo, nella foga di vedere gli effetti della stuccatura, ho dato il colore base senza fare le foto durante la costruzione.
Tuttavia mi sono accorto di una asimmetria delle superfici laterali sinistre ergo una, immagine rappresentativa, mi servì per compensare tale anomalia.


Object-704

Così ho incollato la nuova casamatta sullo scafo superiore del kit Italeri, poi ho modificato le griglie motori ed aggiunto altri dettagli quali mitra, serbatoi, sportelli sulla torretta, particolari vari ed infine il cannone principale.
Ho preferito riprodurre la versione prototipale cioè a canna lunga ma, per chi preferise la versione finale cioè ISU 152-2, occorre ridimensionare il cannone e rifare le griglie motore.
Riguardo ai cingoli ho scelto la configurazione tesa ma si può fare anche nella caratteristica "appesa": per fare ciò è necessario aggiungere altre maglie ma ne sono sprovvisto e non mi andava di spendere altri soldi coi set aftermarket.




















Per la colorazione ho utilizzato il Russian green della Extracolor.
Nota : Anche in questo caso, il colpo d’ occhio del buon Mario, ma faceva notare che il verde russo risultava "scuretto"... eppure il colore è originale, ma allora perché?




Per il semplice motivo che mi ero dimenticato di schiarire il colore base perché, come ben noto, più si rimpicciolisce la scala, più in proporzione diminuiscono le superfici riflettenti.
Vedasi schemino (della AK-Interactive):




Pertanto, come si evince dalle altre immagini, ho dovuto schiarirlo mescolando piccole percentuali di grigio chiaro al colore base.

Diorama
Ho riprodotto l’area recintata all’interno del museo in cui è parcheggiato il carro.


Object-704
Object-704

Alla prossima!

Buon modellismo a tutti.




Commento di Mario Bentivoglio [03/06/2015]:
Splendida realizzazione Luis!!! un bellissimo lavoro di autocostruzione!!!!!! :-) Complimenti! un salutone mario

Commento di Vito [04/06/2015]:
Ciao Luigi,
premetto che sono un aeroplanaro , perň credo che nel mio piccolo so giudicare un bel lavoro come il tuo č se consideriamo la scala "micro" davvero complimenti.
A presto Vito

Commento di Enrico Calanchini [04/06/2015]:
Dalle foto direi che č solo piů piccolo del vero, differisce il materiale di cui č costituito, ma questo lo sappiamo noi di Kitshow....e pochi altri.
Complimenti Luis.

Ciao Enrico

Commento di Luis [05/06/2015]:
Ciao ragazzi, vi ringrazio per i vostri commenti e per il tempo dedicatomi a leggere i miei articoli. Spero di incuriosirvi ancora col mio prox articolo il quale sarŕ dedicato ai "Tirannici" israeliani.
Ciauuuů, Luis

Commento di ezio bottasini [05/06/2015]:
Ciao "Luis", ho riletto due volte l'articolo per ben capire il notevole lavoro di ricostruzione cui sei stato costretto per realizzare questo mezzo corazzato.
Da aeroplanaro abituato a piccole ricostruzioni degli interni (aiutato dalle fotoincisioni) tanto di cappello.
Complimenti al prossimo, Ezio

Commento di maurizio ugo [06/06/2015]:
...ciao "Luis". ottimo lavoro di ricostruzione per un ottimo modello finito, e senza contare la scala, dannatamente piccola nei carri pieni di ammennicoli vari..... bel lavoro!!!!
un salutone maurizio

Commento di Riccardo casati [07/06/2015]:
Bravissimo Luis ...un gran bel lavoro mi piace tantissimo la modifica della torretta che hai eseguito con grande maestria ...anche la verniciatura mi piace molto .....ancora complimenti

Buon modellismo Riccardo

Commento di Luca Navoni [07/06/2015]:
Davvero complimenti Luis....!!! bella e realistica la ricostruzione della casamatta.... un salutone, Luca

Commento di Luis [07/06/2015]:
Grazie egregi,spero di dare ancora a questo magnifico sito come tanto ricevo da esso. Un saluto e tutti voi, buona domenica.



Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No