Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Full-Track Prime Mover M35 - Lauro Bonfà




Questo interessante e inconsueto trattore fu usato dagli Americani per il traino dell'artiglieria pesante nel 1944/45 e più precisamente dal D-DAY fino alla fine del 2° conflitto mondiale, passando per le Ardenne fino al cuore della Germania.




In pratica era un cannone semovente M10A1 con cannone da 76 MM a cui le officine campali avevano tolto la torretta e aggiungendo nel vano vuoto un compressore e delle tubazioni per l'aria usate per frenare maggiormente durante il traino dei cannoni da 155 MM e da 240 MM.
Oltre a questo vennero modificati con l'aggiunta di centine e teloni per proteggere l'equipaggio dalle intemperie.




Molti furono forniti di ganci per il traino anterioriore di mezzi impantanati nel fango o nella neve nell'ultimo inverno di guerra e riarmati con mitragliatrici da 12,7 per il tiro antiaereo.






Fu un trattore corazzato estremamente versatile e valido, usato anche per il traino di carri armati e automezzi colpiti e trainati nella più vicina officina delle retrovie per riparazioni.




Il modello di partenza fu (e siamo nel lontano 1981) un vecchio modello della Tamiya (anni 70) con ancora il motore a pile e vari fili e filetti che paragonato ai kit odierrni mi fa ricordare che sono un Diversamente Giovane ormai, come sottolinea spesso una mia Cara Amica.
Ma andiamo avanti, nella costruzione del modello in pratica ho fatto come fecero allora le officine campali a cui era stato dato il compito di trasformare il mezzo reale.
Inizialmente ho costruito scafo inferiore completo di carrelli cingoli e tubazioni sotto lo scafo, poi sono passato alla sovrastruttura superiore costruendo al suo interno compressore e riempendo il vano con vari accessori da officina.
Lavoro di cui alla fine si nota ben poco.




Ho coperto poi con un telo rimasto da un autocarro Opel Blitz della allora Italaerei dopo averlo forato per poter alloggiare il supporto sferico per la mitragliatrice antiaerea, poi, lisclato e stuccato con l'aggiunta anteriormente di un parabrezza di una jeep.
Come ogni buon mezzo americano che si rispetti l'ho super accessoriato con bidoni di benzina, taniche casse, teli, zaini e fusti di olio e cassette di munizioni.

Ho volutamente omesso il gancio anteriore di cui da foto almeno un paio erano sprovvisti e l'antenna radio per il medesimo motivo.
Ho infine spruzzato due mani di Olive Green della MoLak e una volta asciutto ho fatto un generale passaggio con il colore di base schiarito con giallo sabbia a pennello quasi asciutto.




Un paio di stelle bianche di Verlinden hanno completato il mio trattorino.
Oggi molti modellisti cestinerebbero un vecchio e obsoleto modello come questo, io allora mi sono divertito e devo confessarvi che questi modelli fatti in un fine settimana senza troppi patemi in fondo li rimpiango.




Al prossimo.

Lauro Bonfà

[Gallery]

Gruppo Herring Mantova

29.11.2016




Commento di Valter vaudagna [28/11/2016]:
Siamo un Po tutti ..diversamente giovani ...perché si sa che il modellista invecchiando ...viene buono ...bel lavoro e interessante spiegazione storica per me che non son carrista

Commento di Giampaolo Bianchi [29/11/2016]:
Complimenti Lauro. modello ben fatto e ottimamente rifinito. grazie per avermi fatto conoscere un veicolo a me completamente sconosciuto.
Un caro saluto.
Giampaolo.

Commento di ezio bottasini [29/11/2016]:
Ciao Lauro, realizzazione impeccabile, bello e realistico; uno dei diversi utilizzi dello scafo dello Sherman (grande carro).
Un caro saluto a te e ai compagni di merenda del tuo gruppo.
Ezio

Commento di Antonio Tallillo [29/11/2016]:
Ciao Lauro..bel lavoro e sopratutto bella idea per uno dei mezzi meno trattati. La categoria dei corazzati 'riciclati' coem trattori poi è più ampi di quel che si pensa...
Complimenti !

Antonio

Commento di giovenco giuseppe [29/11/2016]:
ma quante ne sai!!!!!! il modellismo, quello basato su fonti storiche, è senz'altro l'alternativa a quanto di consueto viene sfornato dalle varie case produttrici, le quali, non di rado, commettono grossolani errori - ma il commercio è fatto così - per fortuna c'è una schiera di diversamente giovani che recupera quello che pochi libri di storia hanno tramandato - è senz'altro il tuo caso; l'unico difetto è che in Italia siamo ancora un movimento non ufficiale e gestito solamente a livello personale e locale e, detto in lingua autoctona, " .... quei ca soga coi suldadin e coi reoplanin " - trad. quelli che giocano con i soldatini e con gli aeroplanini - .....forse è più normale Lapo che frequenta escort!!!!.... o no?

Commento di Sandra [29/11/2016]:
Bravo amico mio carissimo, anche se "diversamente giovane", risulti ancora molto chiaro e istruttivo.
Grazie per le informazioni e per la formazione.
A presto

Sandra

Commento di Vito [30/11/2016]:
Ciao Lauro
Davvero un gran bel lavoro
Come sai io sono un umile aeroplanaro ma se un modello e ben realizzato non mi sfugge.
Ancora complimenti Vito

Commento di alberto gollini [29/11/2016]:
Complimenti Lauro, bella l'idea di presentare un mezzo militare poco conosciuto. Il modellino è ben eseguito e rifinito con la solita impeccabile precisione. Realistico, magari un pò troppo "pulito", visto l'ambiente operativo.
Ancora complimenti. Ciao
Alberto

Commento di Luca Navoni [29/11/2016]:
vai alla grande Lauro.....!!!
Complimenti davvero... ...bel lavoro e sopratutto interessante e bella l'idea e la ricerca storica...

...un saluto e un abbraccio, Luca

Commento di Lauro Bonfà [01/12/2016]:
Un grazie di cuore a tutti voi Cari Amici, vorrei inoltre approfittare dello spazio per augurarvi un sereno Natale a voi e alle vostre famiglie e un Nuovo Anno ricco di Salute e di prosperità. Con affetto Lauro.

Commento di maurizio ugo [12/12/2016]:
...ciao Lauro, interessante cronaca fotografica e storica, visto l'età del modello e immagino del modellista, comuque bello e piacevole per le forme decisamente inconsuete, ma è lo scotto che paghiamo per migliorare, intanto si invecchia ugualmente, quindi meglio mettere da parte l'esperienza per il futuro..
attendendo nuovi tuoi lavori ti saluto calorosamente.
maurizio



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No