Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza New
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Pz.IV ausf. H - Gerardo Quarello




Era da qualche anno che non facevo un dioramino con carro e l’occasione si è presentata quando un mio amico negoziante me ne ha commissionato uno per un suo cliente.
Preso tutto il materiale, mi trovo con un Pz.IV ausf. H late production, della Dragon, uno Smart Kit, e un angolo di casa, Normandy village house, della Miniart, il tutto in scala 1:35.




Essendo io un dioramista incallito, subito mi preoccupo di chiedere al committente come volesse la scena e avute le debite informazioni, comincio subito a mettermi all’opera.
La costruzione del carro scorre abbastanza velocemente, tenuto anche conto della scomposizione e del numero di pezzi, il kit comprende delle fotoincisioni e i cingoli maglia a maglia e solo il treno di rotolamento ha una sessantina di pezzi, e le istruzioni a volte un po’ da... Dragon.
Il kit è stato montato integralmente da scatola ed avendo tanti pezzi, si presta ad eventuali migliorie/aggiunte.






La colorazione va via tranquilla usando i colori Tamiya, che io non amo, ma quelli avevo di pronta reperibilità e quindi...




















Esso ne rappresenta uno della 2°Pz. Div. in Normandia nel 1944.
Ho fatto giusto un po’ di sporcature volendo valorizzare il contesto urbano usando smalti, oli, terre da colorificio a pennello e spugnetta, la parte verde di quelle per piatti.












Passo al kit Miniart e essendo per me il primo che mi ritrovo sottomano, rimango piacevolmente colpito: si tratta di un vacuformed ma con plastica più spessa di quelli classici di una volta, quindi più maneggiabile e solido.
Il kit si monta abbastanza bene anche se ha bisogno di stucco e la cosa che mi sento di raccomandare, è di mettere degli rinforzi negli angoli di giunzione in modo da renderli più spessi così che la colla, quella classica da modellismo, abbia più superfice di contatto, io ho usato la platica dello stampo del kit in eccesso messa a sandwich.




La licenza che mi son preso è stata quella di aggiungere il solaio di divisione tra piano terra e primo piano, usando dei listelli in legno, i vetri alle finestre e al lampione, usando della semplice plastica trasparente usata come divisorio di famosi cioccolatini pralinati, e della carta da parati al piano terra ottenuta scaricando dalla rete un campione d’epoca rimaneggiato poi con un programma di foto ritocco.
I mattoni sono stati colorati a gruppi, a volte anche mattone per mattone, con vari colori, rossi, marroni, aranci, nero, e poi lavorati con filtri e pennello asciutto.








La base è del polistirolo da edilizia che ha un ottimo rapporto solidità/peso tagliato in maniera tondeggiante perché, secondo me, così si dà una visione più ampia a chi guarda rispetto a quelli quadrangolari.
Su di esso ho fatto una colata di scagliola, usata anche per coprire i lati e testurizzata con le dita, miscelata con acqua e colla vinilica in modo da dare un minimo di elasticità che serve anche a non farla scheggiare troppo, il marciapiede è fatto con cartoncino da pizze rivestito con un vecchio cartonato della Verlinden, come anche il pavimento del piano terra.
Il pavé e stato inciso con un piccolo punteruolo sulla scagliola quasi asciutta, non sono stato preciso perché poi sarebbe stato ricoperto quasi del tutto dal carro.




La colorazione è avvenuta come per i mattoni della casa, cioè, dipingendo con colori diversi, grigi, blu e nero, il pavé a pezzi e poi lavorato con filtri di vari colori e pennello asciutto da grigi chiari a carnicino, così da dare "calore" al tutto.
Le macerie sono dei pezzi di scagliola a cui in fase di lavorazione è stato aggiunto del colore acrilico all’impasto, in modo da avere già una base colorata a cui dare luce e ombra, distribuite in base a foto d’epoca.




Alla fine anche lavorando da scatola ci si può divertire, il lavoro è piaciuto e spero piaccia anche a voi.




























"Che la forza modellistica sia sempre con noi!"




Gerardo Quarello

[Gallery]

15.01.2018



Commento di ezio bottasini [18/01/2018]:
Gerardo ciao, che dire, non sono un cararmataro, ma questo è un lavoro superbo.
Ciao al prossimo

Commento di Gerry [18/01/2018]:
Ciao Ezio, grazie, sei gentilissimo :-)

Commento di Riccardo casati [18/01/2018]:
Ciao Gerardo bel lavoro ...ben realizzato ...bello il carro e il contesto ...io avrei solo dato più contrasto sia alla casa che al carro con dei lavaggi mirati scuri ..e magari avrei messo un paio di figurini ....io senza figurini nn so stare ...😁comunque un buon lavoro ...ciao Riccardo

Commento di Gerry [18/01/2018]:
Ciao Riccardo, si, concordo con te, ma come detto all'inizio dell'articolo, era un pezzo su commissione e quindi quello che mi è stato chiesto ho fatto. Anzi, già gli ho fatto cose che non mi erano state chieste, tipo il pavimento intermedio, i vetri, etc. . Se fosse stato mio, ti assicuro che avrei fatto molto di più aggiungendo figurini e altro, ma così lo volevano e quindi... ;-)

Commento di Lauro Bonfà [18/01/2018]:
Complimenti Caro Gerardo, bello il Pz 4° con l'aggiunta dei cingoli del T34, sa proprio di realistico. Interessante e ben realizzato tutto l'insieme del diorama. Ottimo lavoro.

Commento di Gerry [18/01/2018]:
Grazie Lauro, logicamente essendo una richiesta non mi sono preoccupato della parte storica :-)

Commento di giovenco giuseppe [19/01/2018]:
grande dimostrazione di pazienza!!!! ... ottima ricostruzione di edificio danneggiato a seguito evento bellico - dal punto di vista strutturale la porzione di edificio è ben proporzionata - molto bene anche per i rottami e spezzoni sparsi - Giuseppe

Commento di michelangelo galli [19/01/2018]:
Bella finitura, mimetica del carro interessante! se posso permettermi avrei fatto qualche segno di usura o scrostatura di vernice, ma poi sulle scelte del modellista non si discute. Comunque bel modello e bella realizzazione...molto bravo!

Commento di Gerry [18/01/2018]:
Grazie Giuseppe.
Michelangelo, come già detto è un lavoro su commissione, quindi mi sono dovuto attenere ai gusti del committente. Se il diorama fosse stato mio, sarebbe stato tutto molto diverso. Pensa che già quel minimo di sporcature/graffi/macerie è un qualcosa in più, se fosse stato per lui: carro immacolato, strada pulita, casa crollata senza macerie, è cosa risaputa che gli spazzini lavorano bene in Normandia, e così via. Si sa, sui gusti non si discute :-)

Commento di Corrado [20/01/2018]:
Bellissimo, veramente ben fatto questo carroarmato dragon e molto bello il diorama

Commento di Luca Navoni [20/01/2018]:
Ciao Gerry,

arrivo con il trenino della ghiaia ma arrivo.... ;-)

....ho letto tutti i commenti e sono d'accordissimo sulla tua ultima risposta....quando si lavora su commissione "bisogna legare l'asino dove vuole il padrone...."

comunque tutto al suo posto e ben coordinato, buone le tecniche e i metodi che hai impiegato, davvero complimenti, la passione si nota subito...

un saluto, Luca.

Commento di Gerry [22/01/2018]:
Grazie Corrado, si cerca sempre di fare quel che si può.
Si Luca, purtroppo è così, anche se l'ho fatto più per fare un piacere ad un conoscente che per i vili danari, sempre un "lavoro" su commissione era e quindi ci si attiene ai desideri altrui. Grazie anche a te per i complimenti, come detto nella presentazione della mia gallery, mi ritengo un dioramista e quindi cerco di dare coerenza alle scene che creo, logicamente di fesserie ne faccio cmq, ma cerco sempre foto d'epoca, viva Intenet, e in questo caso ho chiesto ad un mio caro amico virtuale notizie sulle zone interessate dall'evento rappresentato visto che lui è andato spessissimo a fare raduni/commemorazioni in loco. Siamo modellisti e la cura dei particolari deve sempre essere tra le nostre priorità. :-)

Commento di Dino Dall'Asta [22/01/2018]:
Condivido i commenti precedenti...
Sinceri complimenti.
Dino

Commento di Gerry [22/01/2018]:
Grazie Dino :-)

Commento di maurizio [25/01/2018]:
....ciao Jerry... ME PIACE...come direbbe Patrizio Dessì, me li sogno diorami così, altri tipi di dio.. quelli son quelli che nomino chiedendo aiuto... ottime le foto in primo piano, meno piacevoli LE FOTO ...non il contenuto, con lo sfondo così chiaro... belin mi scappa da ridere a scriverti queste cose a te che mi hai dato molti consigli sui miei servizi fotografici che fanno .....re, ma non vuole essere una critica ma solo una M.O.P. resta un piacevole e ben bilanciato lavoro!!!
...un abbraccio maurizio

Commento di Gerry [02/02/2018]:
Ciao Grande Maurizio, ma figurati, le critiche fatte per bene sono sempre costruttive. Il fatto è che ho la fortuna di usare lo studio e il materiale fotografico del mio amico Luigi Salsano e uso quello che ha e quel giorno quegli sfondi aveva, quindi...
E se fossimo più vicini, sai quante basette ti farei per i tuoi aerei ;-)


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No