Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola New
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Come Back
I’ll Come Back
Pietro Ballarini

  New entry...

Rino Rufolo Gallery
Rino Rufolo Gallery

"Liberazione!", Sicilia 1943 - Stefano Lana

Il diorama vuol rappresentare un momento topico durante l'invasione della Sicilia del 1943 quando i contingenti alleati entrarono in Italia e sbaragliarono le armate nazifasciste.



Il modellino rappresentato nel diorama è il Morris Quad (in effetti si tratta di un Ford CMP, trattore canadese che prestò servizio presso l'esercito britannico) con un obice da 25 libbre calibro 88 e rimorchio munizioni.
A prima vista il kit in scala 1/72 della Italeri sembra semplice ma è degnamente dettagliato; i puristi storceranno il naso: a me è sembrato un kit dignitoso, pur trattandosi di un vecchio stampo ESCI, con tutti i pregi e difetti.
Non sono un modellista perfezionista e maniacale, il modellismo è un attività ricreativa da vivere in serenità senza dover soffrire o esasperarsi in ossessive ricerche; non mi piace accettare tutto senza migliorie o altro, ma, a seconda di cosa voglio fare e di ciò che voglio realizzare, mi adeguo ma senza crocifiggermi!!!



I soggetti
Non ho seguito le istruzioni: prima ho realizzato il cannone aggiungendo alcuni particolari realizzati in plasticard, poi mi sono dedicato al carrello ed infine al trattore.
Dopo aver montatoi il kit, ho steso una mano di color sabbia Tamiya, (infatti appena entrati in Italia i mezzi britannici avevano ancora il color sabbia usato in Africa) con le classiche macchie nere.
Araldicamente parlando, questi toni avevano delle loro specifiche, ad esempio il nero non era un classico nero ma i manuali parlano di nero/blu e per realizzar lo schema mimetico mi sono avvalso dei disegni presenti nella scatola Italeri e di alcune tavole che mi aveva procurato il mio amico Bruno (esperto storico e modellista).
Trasparente lucido, varie mani di olio nero e marrone scurissimo, poi, dolcemente, tocchi di pennello asciutto fatti con i colori base schiariti.
Ho applicato poi le decals contenute nel kit; inspiegabilmente, le istruzioni Italeri sono errate, grazie al mio amico Bruno, le ho stese nella giusta posizione.



Figurini
I figurini, si presentano abbastanza bene, dopo aver incollato le braccia e il tronco mi sono aiutato con lo stucco per colmare le fessure degli stampi.
Ho poi dipinto i figurini seguendo le indicazioni per la colorazione dei soldati inglesi.
Per quando concerne i figurini, ho seguito le stesse tecniche di colorazione anche se questa volta ho aggiunto una procedura in più che avevo letto su una rivista specializzata.
Ho steso il colore base, effetuato una colatura con oli, poi, con il colore base molto schiarito e diluito, facendo molta attenzione, ho steso il color diluito sulle parti non ombreggiate; una volta asciugato, ho ripreso a stendere questi veli fino ad assumere il tono desiderato.
A quel punto ho dato qualche colpo di pennello asciutto, infine con il colore schiarito al massimo ho evidenziato spigoli e punti luminosi.
Stesso discorso per gli incarnati.



Diorama
Per ricreare il dioramino, ho scelto una classica rappresentazione di un teatro del sud Italia con la tipica vegetazione.
Prima di tutto ho steso un manto di sughero sul quale ho applicato una buona dose di das, ancora fresco ho fatto cadere alcuni strati di sabbia di differente tipologia, cercando di crear due spazi, uno sopra elevato e una piccola striscia più in basso che avrebbe poi costituito uno scorcio di strada sterrata.
Con la sabbia per la lettiera per i gatti, ho ricreato un piccolo muretto a secco diroccato (tipico del sud Italia e paesi mediterranei), poi, grazie ad un mio amico modellista che mi ha aiutato fornendomi del materiale molto importante, sono riuscito a realizzare i fichi d'india con strisce di polistirolo; l'olivo e' tratto da una radice sulla quale ho intrecciato alcuni fili di rame che ho poi ricoperto di das, ho creato i solchi nella corteccia dipinta di grigio scurissimo, licheni sulla chioma e poi ho fatto cadere le foglioline di olivo triturate (sempre fornite dal mio amico).
Le agavi le ho create con del lastrine di piombo tagliate, per l'erba secca e cespugli ho utilizzato muschi e licheni e le punte dei gusci delle castagne.
Il tutto, debitamente colorato.
Ho poi posizionato "gli attori" nella scena e ho inserito alcuni piccoli particolari come le mappe, stampate al pc, le casse e le munizioni erano già contenute nel kit e il gioco è fatto.



Suonan le trombe, echi nel cielo colonne di mezzi Anglo americane brulicano nelle vie delle città italiane, per il dittatore nazista fu la fine!



Stefano Lana
[Gallery]
05.05.2011


Commento di lobox [12/05/2011]:
bellissimo complimenti - unico appunto il titolo

Commento di stefano [13/05/2011]:
grazie ;)
beh a me è venuto in mente quello per il titolo :)

Commento di lobox [21/06/2011]:
ciao Stefano
posso mettere le tue foto nel sito www.lambadoria.it
grazie ciao e complimenti
lorenzo bovi

Commento di Luca Navoni [16/11/2014]:
Bellissima realizzazione tenendo poi conto della scala ridotta....

Tantissimi i particolari che arricchiscono la scena, mi è piaciuto molto la realizzazione della vegetazione, perché hai utilizzato ciò che ci circonda e tanta fantasia ricreando l'ambientazione giusta dando subito così a chi osserva la zona in cui è ambientata la scena....

Davvero complimenti, Luca


Puoi inserire un commento su questo articolo
    Nome
    E-mail
Visualizza la mia e-mail nel commento Si No
Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No