Gli assi dell'aviazione

Mario Visintini
Mario Visintini New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert
Saburo Sakai

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Amarcord...

Il Cavaliere del Graal
Il Cavaliere del Graal
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Quick Articles...

Lavochkin La-5
Lavochkin La-5
Michelangelo Galli

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

La casa degli avi - Pietro Ballarini




Già da tempo mio padre mi chiedeva di riprodurre la corte di famiglia dove ha trascorso la giovinezza negli anni ’50.
All’epoca i miei avevano un negozio di alimentari e distribuzione gas in bombole.










Sfruttando le foto d’epoca di famiglia e i suoi ricordi ho imbastito un disegno 3D per fargli notare tutti i particolari del progetto prima della realizzazione.






La scala sarà quella ferroviaria 1/87 (H0) per reperire i figurini e contenere gli ingombri.

Le costruzioni che compongono la corte le ho realizzate in plasticard e forex.

Col plotter taglierino ho ritagliato la facciata della palazzina (del ‘600) con già tutte le aperture.

In seguito ho rinforzato internamente tutta la struttura.




Sempre col plotter ho ritagliato le sagome dei telai delle finestre su adesivo bianco che ho poi incollato all’acetato a simulare i vetri.






Per i tetti ho invece inventato un semplice sistema che consiste nel fresare una sezione di antenna tonda da usare come incisore su un ripiano di DAS a simulare le file di tegole.

Avevo provato anche con la pasta di mais (amido di mais Maizena, succo di limone, vinavil, vaselina) ma è meglio il Das che si ritira di meno.














Per il pavimento in mattoni sotto al portico ho inciso la trama sul plasticard con una punta metallica e col pirografo (nel lato corto) lisciando poi il tutto con carta abrasiva.








Con rod EVERGREEN ho realizzato scala,cancellate e tubi pluviali.

Le inferriate sono invece ritagli di zanzariera.






Un altro soggetto autocostruito è la macchina di mio padre cha all’epoca era la FIAT 500c giardiniera.

Dopo aver reperito disegni in scala e foto ho imbastito la struttura con forex rivestito da Apoxie bicomponente. Le ultime rifiniture le ho fatte col Milliput superfine white.

Ho provato a termoforare l’acetato per avere la carrozzeria trasparente ma non ho avuto i risultati sperati.














Ho quindi dipinto il tutto simulando i finestrini con azzurro sfumato. Le ruote sono ritagliate col Plotter SHILOUETTE e le cromature sono in alluminio adesivo.






Con legnetti ed erba di modellismo ferroviario ho riprodotto il pergolato dell’uva sul retro della palazzina.




I figurini li ho trovati su internet come personaggi per plastico marca KREA in 1/87.








Non ho fatto un invecchiamento marcato. Ho accennato ai mattoni che si vedono nell’intonaco usurato con un pennellino e colore diluito.




























Conclusioni

È stato un lavoro appassionante perché ho rinverdito ricordi e aneddoti di famiglia.

Inoltre, è una testimonianza storica del centro del mio paese dell’epoca in quanto la casa era di fronte alla chiesa (ora c’è la strada).




Spero vi sia piaciuto questo lavoro e che vi stimoli a riprodurre soggetti che sentiate vostri così da poter diffondere nel nostro hobby storie personali e vere anziché ‘confezionate’.


Pietro Ballarini
18.01.2023

[Gallery]


Commento di DINO DALL'ASTA [18/01/2022]:

Magnifico lavoro!!
Complimentissimi.
Dino


Commento di Ezio Bottasini [18/01/2022]:

Grande Pietro, questo non è un modello è un MONUMENTO è qualcosa di grandioso in tutti i sensi.
Al prossimo.

Ezio


Commento di Sergio [19/01/2022]:

sono rimasto incantato, è un lavoro stupendo sei un artista bravissimo
Sergio


Commento di mc.bertuzzi [19/01/2022]:

Pietro permettimi di darti del mostro


Commento di PIETRO [20/01/2022]:

Grazie a tutti per i commenti entusiastici, a ben guardare modellisticamente non è un lavoro eccelso, però per me ha un un contenuto di valore.
Pietro


Commento di Enrico Calanchini [20/01/2022]:

Quando il modellismo è arte e memoria
Molto bello e suggestivo, bravissimo
Enrico


Commento di Giovanni Olivero [22/01/2022]:

Un lavoro strepitoso la cosa che mi ha colpito e la realizzazione della autovettura... è venuta benissimo, anche i figurini così piccoli sono dipinti veramente molto bene.
la prima foto in bianco e nero mostra una Lambretta, mio padre ne ha avute parecchie e anni fa le metteva pure in sesto.
Complimenti Pietro sempre lavori perfetti ed originali
Gianni


Commento di Roberto [06/02/2023]:

Grande Pietro,
Ottimo lavoro come al solito, le tue autocostruzini sono sempre esemplari.
Se posso permettermi, non una critica, ma un consiglio dettato unicamente dal mio gusto personale, secondo me manca un po' un contorno a delimitare l'area del soggetto principale. Almeno sul lato posteriore e ai lati in prossimità di esso, avrei messo degli alberi ad alto fusto, simili a quelli che si vedono nella terza foto in B/N. a fare da sfondo, "chiudendo" un po' la scena principale, e aggiungendo un po di colore sul grigio predominante.
Ciao Roberto.


Commento di PIETRO [09/02/2023]:

Ciao Roberto,
hai colto benissimo il mio cruccio per questo diorama, troppo grigio!
ottima l'idea delle piante.
altri difettini sono le fessure tra la casa e la base.
ho comunque scelto di tenere sgombri i contorni del fabbricato perchè andava in vetrina da mio padre dove 'non è al sicuro'! infatti ho già fatto un intervento di ripristino ..! :-)
Pietro



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No