Editoriale

Perche' KitShow?

  Gli assi dell'aviazione

Aldo Buvoli
Aldo Buvoli New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Vittorio Minguzzi
Giulio Reiner
Mario Visintini
Lydia Litvyak

  Quick Articles...

Il bivio (Sd.Kfz. 222)
"Il bivio" (Sd.Kfz. 222)
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cameron Highlanders 79th Rgt
Cameron Highlanders 79th Rgt
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Type 97 Shinoto Chi Ha - Michelangelo Galli




Il Carro realizzato è un Type 97 Shinoto, è appartenuto al 9° reggimento carri dell'Esercito Imperiale Giapponese di stanza all'Isola di Luzon in Malesia nel 1944.
Il kit è un Tamiya in scala 1:35 di semplice assemblamento senza fotoincisioni, unica pecca sono i cingoli in latttice cui personalmente preferisco quelli da assmblare perchè hanno la possibilità di modulazione al treno di rotolamento del carro.
Ho voluto illustrare alcune fasi di realizzazione partendo dal modello precedentemente assemblato e dipinto con il fondo base di colore yellow sand tamiya, preferisco non utilizzare il primer per non stratificare troppo lo spessore della vernice.






Ho dipimto la livrea mimetica a tre toni utilizzando un verde drab e il marrone red sopra la tinta base yellow sand, schiarendo con gli stessi colori allungati con il bianco le pezzature mimetiche per creare l'effetto luce nelle paratie del mezzo.








Con i colori ad olio nero - terra di Siena - giallo Napoli - bianco ho iniziato a puntinare lo scafo e con un pennello a punta quadra bagnato con white spirit (petrolio bianco) ho iniziato a spenellare il colore per creare quella patina particolare per l'invecchiamento.




Una volta asciugato il trattamento ho provveduto a apporre le decals e a passare il trasparente per il fissaggio.














Conseguentemente ho effettuato un lavaggio selettivo con nero avorio ad olio per evidenziaree la bullonatura e le paratie e con i pigmenti ho creato l'impolveratura nelle parti di attrito del mezzo con il terreno per il successivo inserimento nel diorama.















Commento di Massimo M. De Luca [10/05/2018]:
Ciao Michelangelo
Complimenti un bellissimo lavoro: mezzo e ambiente si fondono davvero bene!
Massimo "Pitchup"

Commento di ezio bottasini [10/05/2018]:
Ciao Michelangelo, molto bello e realistico, bellissima la vegetazione, come l'hai fatta??

Commento di michelangelo galli [11/05/2018]:
Ciao Ezio...ho usato la carta da forno incollata sopra il filo di ferro sottile e colorata con i vallejo!

Commento di giampaolo bianchi [11/05/2018]:
grande Michelangelo... lavoro splendido. geniale la realizzazione delle foglie.
un caro saloto
giampaolo

Commento di Lauro BonfÓ [11/05/2018]:
Un ottimo lavoro,mi piace molto la mimetica di questo carro che assieme al Type 97 Chi-Ha costitui la spina dorsale delle forze corazzate del Sol Levante. Bella e realistica l'ambientazione, Complimenti Michelangelo Bravo.

Commento di Dino Dall'Asta [12/05/2018]:
Una bella realizzazione...complimenti.
Dino

Commento di Enrico Calanchini [12/05/2018]:
Indubbiamente un'opera modellistica notevole, in un contesto poco frequentato ma di grande interesse.
Complimenti anche per la base, semplice e realistica.

Ciao Enrico

Commento di bruno [14/05/2018]:
Bel Lavoro! Ma i colori ad olio li hai usati da tubetto o con qualche additivo per la rapida asciugatura? Io uso i colori alchidici perchŔ al contrario degli olii hanno una asciugatura di qualche ora.
Hai dato il trasparente opaco alla fine?
La palma Ŕ autocostruita?

Commento di bruno [14/05/2018]:
Scuasa, ma ho letto solo ora della realizzazione delle foglie..
Il tronco, invece?

Commento di michelangelo galli [14/05/2018]:
Ciao Bruno...
Per il tronco della palma ho usato una pigna di pi o silvestre stagionata, per le foglie ho usato carta da forno dipinta con acrilici poi filo di ferro come anima della foglia inoltre ho incollato della poseidonia in sommitÓ del tronco per simulare la peluria vegetale, i cespugli sempre carta da forno con supporto di filo di ferro sottilissimo e colore acrilico....i colori ad olio per l'antichizzazione direttamente da tubetto e spennellato con acqua ragia White Spirit.

Commento di maurizio ugo [25/06/2018]:
...ciao Michelangelo, bello, ogni tanto i carri giapponesi fanno capolino in giro, non se ne vedono molti, piacevolmente guardo e imparo, non so un nome di carro, e con questo imparo qualcosa, vedo solo strano i baffi del capocarro, inusuale per un giapponese, ma ci pu˛ stare, forse di origine italica @@@
un salutone maurizio


Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No