Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Emanuele Iemma
Enrico Bianchi
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giorgio Perrone
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Johnny Gravina
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marcello d'Andrea
Marco Bracchitta
Marco Fin
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Angonese
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Rino Rufolo
Roberto Colaianni
Roberto Falciola
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sergio Colombo
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Taxi de la Marne
Taxi de la Marne
Sergio Colombo

  Latest arrival...

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

  Latest arrival in the gallery

Marcello d'Andrea Gallery
Marcello d'Andrea Gallery

Col. John Dutton Frost - Giampaolo Bianchi

Arnhem, settembre 1944




Da tempo giacevano nei miei cassetti questi splendidi figurini della Mitchell Military Models, rappresentanti il colonnello Frost e tre Red Devils durante la battaglia di Arnhem del 1944.


John Dutton Frost

Sono realizzati in resina scala 1:16 (120 mm), stupendamente dettagliati.
L’unica grande difficoltà e stata rimuovere i pezzi dagli stampi di colata in resina.
Per questa "operazione" ho usato (sudando un po' per l’incolumità delle mie dita...) una microsega circolare montata sul microtrapano e successivamente una microfresa per regolarizzare le asperità residue.








Purtroppo il distacco talvolta è stato un pò troppo traumatico e ho dovuto utilizzare stucco.

John Dutton Frost.
Il colonnello è rappresentato mentre sembra richiamare l’attenzione intorno a se e impugna il suo corno da caccia.










British Para Officer.
L’ufficiale è armato con un mitra sten Mk V e tiene in mano una cartina; durante il distacco dalle colate di fusione si è verificata una "grave ferita penetrante" alla spalla dx curata con stucco.






British Para Piat Gunner.
Il soldato sembra in attesa; porta in una mano le bombe per il piat e con l’altra sorregge l’arma sulla tracolla, stanco con una sigaretta tra le labbra (che ho posizionato in seguito dopo aver praticato un forellino tra le labbra con il microtrapano).
Dopo aver distaccato le porzioni in eccesso di resina mi sono accorto che le due metà del corpo combaciavano non perfettamente e quindi ho inserito un perno (Chiodo).
Anche in questo caso risultavano evidenti gap tra le parti colmate con stucco.








Bren Gunner.
Il soldato è rappresentato con una espressione imbronciata e da "duro" mentre sembra appoggiarsi al suo mitragliatore Bren.
Sulla mano dx tra tra indice e medio ho praticato un forellino con il microtrapano per posizionare una sigaretta.
Sulla bocca di volata ho dovuto riprodurre il forame di uscita con il microtrapano in quanto riempito da resina.






In tutti i figurini ho posizionato dei chiodi sotto il tacco per fissarli alla base visto il loro peso




Colorazione
I figurini hanno avuto la seguente colorazione:

  • Giacca: Vallejo Model Air Khaki Brown 70 % + Vallejo Model Air Black Brown 30 % (aerografo)
  • Pantaloni: Vallejo Model Air Dark Yellow 80 % + Vallejo Model Air Dark earth 20 % (aerografo)
  • Buffetteria: Vallejo Model Color Khaki- Usa Olive Drab- Burnt Umber (pennello)
  • Camouflage: Vallejo Model Color Us Dark Green – Flat Earth
  • Elmetto: Vallejo Model Color Olive Drab
  • Sten e Bren: Italaerei Flat Gun Metal - Vallejo Model Color Flat Earth
  • Piat: Vallejo Model Color German Uniform
  • Lavaggi: Vallejo Game Color Wash Lavado Sepia, Colori ad Olio Nero Avorio-Marrone Van Dick - Bianco diluiti con petrolio bianco
    Incarnato: Citadel colour Dwarf flesh+ Tallarin flesh
















Ambientazione
Le fotografie in rete sono veramente poche per cui ho dato via libera alla fantasia.
Ho immaginato il Col. Frost e la sua squadra al riparo in una stanza di una casa diroccata mentre studiano il da farsi.
Pavimento: ho utilizzato del legno multistrato delle seguenti dimensioni: cm 26 x 18 x 1,5 su cui ho incollato dei listelli di balsa dello spessore di 3 mm.








Per le pareti ho usato pannelli di forex con cui ho realizzato anche il caminetto. Ho cercato di rendere l’ambiente consono ad una città bombardata. Per le finestre ho usato listelli di balsa e per i vetri PVC trasparente












Riprodurre i mattoncini e i frammenti di parete ha richiesto molto tempo ma alla fine sono rimasto contento.
Ho usato scarti di Forex e stucco avanzato.
Per la polvere ho "polverizzato" stucco bianco indurito, gessetti per la scuola e pigmenti Vallejo.
Ho cercato di riprodurre un secchio (Cappuccio di un medicinale) ed un vaso per fiori (Portaduse).
L‘acqua che fuoriesce dai due recipienti è vinavil; i fiori sono auto costruiti con filo di rame (stelo) e carta (petali).










Ecco alcune foto del diorama completato.
N.B. in alcune foto le divise appaiono lucide... nella realtà sono opache; non so se dipenda da "possessione diabolica" della mia macchina fotografica o dalla mia totale incapacità a gestire le luci... propendo per la seconda...scusatemi in anticipo.
































Grazie per i Vostri eventuali commenti, e buon modellismo a tutti.

Giampaolo Bianchi

[Gallery]

04.06.2016



Commento di giovenco giuseppe [06/06/2016]:
ahi!! mi hai colpito profondamente nel mio intimo di modellista attaccato alle truppe di Sua Maestà ed in special modo ai parà!!! mi piace!!! mi piace!!!! meno male che hai specificato l'opacità dei tuoi figurini - è chiaro che non dipende da te, ma dalle condizioni di luce esistenti nel momento in cui hai scattato - se sono opachi, sono veramente una chicca - meno male che ti sei deciso a farli - Giuseppe p.s. - confermo : mi piace !!!!

Commento di riccardo casati [06/06/2016]:
Caro Gianpaolo un bellissimo lavoro sia sui figurini che sulla basetta che da molto bene l'effetto casa bombardata ....l'unica cosa che nn mi piace molto é la troppa lucidità dei figurini io personalmente avrei usato dei colori opachi ...un buonissimo lavoro ..continua sempre
Un abbraccio Riccardo

Commento di giampaolo bianchi [06/06/2016]:
Grazie Giuseppe e grazie Riccardo..caro Riccardo se leggi l'articolo, mi scusavo preventivamente per l'effetto lucido che non dipende dai colori ma dalle luci e dal "bidone" di fotocamera digitale che mi ritrovo..devo cambiare fotocamera!!!..e devo imparare a fare le foto..il buon Giacomo mi aveva inviato un articolo di tecnica fotografica..ma se non hai il pezzo di base il risultato non puo' essere eccellente!!!cque grazie per gli apprezzamenti.
un abbraccio
giampaolo

Commento di ezio bottasini [07/06/2016]:
Ciao Giampaolo, sai bene che non sono un "soldatinaro", ma questo tuo lavoro mi piace mooolllttto, si vede la mano del grande chirurgo, se dovessi disgraziatamente avere bisogno ti faccio un fischio....tantissimi complimenti.
Ezio

Commento di giampaolo bianchi [07/06/2016]:
Caro Ezio ti ringrazio infinitamente per i tuoi complimenti--lo so so che sei un maestro "aeroplanaro"...per tale motivo attendo con ansia i tuoi commenti sul prossimo lavoro che avra' come protagonista un Hellcat precipitato su una portaerei..
Sempre grazie.
giampaolo.

Commento di Dino Dall'Asta [07/06/2016]:
Bravo Giampaolo, hai "operato" bene...
Complimenti sinceri.
Dino

Commento di Vito [07/06/2016]:
Ciao caro Giampaolo
Intanto complimenti per la tua capacità di abbracciare varie branchie del modellismo !
Nel complesso un gran bel lavoro !
Se mi consentì, come direbbe Silvio, qualche piccolo consiglio ....
Cerca sempre di considerare l'effetto scala sia per l'intensità dei colori "troppi forti" sia nella quantità di elementi che compongono la scena un po "caotica" se riesci a calibrare questi fattori vedrai che tutto risulterà più armonico.
Un esempio che forse può spiegarti meglio per quel po di esperienza che ho...
Tempo fa quando realizzavo l'interno di un aereo con foto alla mano cercavo di riprodurre tutto ciò che vedevo ma alla fine il risultato non era come mi aspettavo poi ho realizzato che in una riproduzione in scala non possono esserci tutti quegli elementi presenti in un velivolo vero ed eliminando parte di essi il risultato era decisamente migliore, meno elementi ma ben distinguibili tra loro che danno un senso di pienezza ma non di caos.
Spero di aver reso l'idea.
Comunque continua così che vai forte per me è sempre un piacere vedere i tuoi progressi ed ammirare i tuoi lavori ricchi di passione.
Vito

Commento di Francesco Sasso [07/06/2016]:
Che bravo il nostro chirurgo! Ottimo pezzo di storia Giampaolo, ottima la pittura e bellissima anche l'ambientazione.. tutto studiato nei minimi dettagli.
BRAVO!!
Francesco

Commento di giampaolo bianchi [08/06/2016]:
Grazie a tutti per i Vs commenti..Caro Vito hai perfettamente ragione..piu' la scala e' grande e chissa' cosa si vorrebbe riprodurre..anche un granello di polvere..sicuramente il tuo consiglio lo terro' bene in mente..e grazie ancora Giampaolo

Commento di lauro bonfà [08/06/2016]:
Complimenti Caro Giampaolo per come hai costruito, dipinto e ambientato questi Diavoli Rossi nell'inferno di Arnhem. Ricordo il film e il libro di Cornelius Rayan (Quell'ultimo ponte) e vedendo il tuo pregiato lavoro posso dirti che mi piace veramente un sacco.
Grazie e a presto Lauro.

Commento di maurizio ugo [24/06/2016]:
....ciao Giampaolo, i famosi Diavoli Rossi... sempre piacere vederli, come i loro colleghi di quasi tutti i contendenti nella seconda guerra per le loro gesta, non da poco anche i nostri della Folgore..... buon lavoro....
un salutone maurizio

Commento di giampaolo bianchi [28/06/2016]:
Grazie a lauro e maurizio per i Vs commenti..sempre ben graditi.
un caro saluto ad entrambi

Commento di Flavio Tribo [17/05/2017]:
Complimenti sono molto ben fatti questi Red Devils!



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No