Gli assi dell'aviazione

Giulio Reiner
Giulio Reiner New
Pietro Ballarini


I precedenti...

Mario Visintini
Lydia Litvyak
Richard Bong
Marcel Albert

  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

T34 76 Versione ChTZ
T34/76 Versione ChTZ
Paolo Tarantino

  Amarcord...

Cavaliere Templare XIII Sec.
Cavaliere Templare XIII Sec.
Andrea Negri

  Walkaround

FIAT "Mefistofele"
FIAT "Mefistofele"
Valter Vaudagna

  Un figurino passo passo

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

Savoia Marchetti SM 79 - Enrico Calanchini

Il Regio Sparviero




Spendere parole per descrivere il Savoia Marchetti SM 79 detto "il Gobbo" e le sue imprese belliche e non, credo sia superfluo, gli equipaggi della Regia Aeronautica che lo portarono in volo in imprese sportive per vincere vari primati e quelli che ne fecero un’arma temibile in guerra, ancor oggi sono tra quelli che vengono ricordati con deferenza e rispetto per la loro abnegazione e sacrifici sofferti nell’affrontare in pace le insidie dell’avventura, e in combattimento un nemico agguerrito e meglio armato.




Il vetusto kit di "mamma" Airfix come si sà è stato l’unico per decenni a figurare negli scaffali dei negozi, è naturale quindi che molti sono stati i modellisti in tutto il mondo che lo hanno avuto tra le mani, specialmente chi come me è amante delle Italiche Ali.




Quello illustrato è per me il terzo esemplare realizzato in quasi mezzo secolo di modellismo. I primi due fecero la fine ingloriosa di cavie da sperimentazione, l’ultimo invece in versione da bombardamento anziché silurante come i precedenti, dal 2002 troneggia ancora nella mia collezione, va da se che dopo due esemplari il terzo sia un po’ più decente e ancora resista fino a che io non decida di montarne un altro stavolta dell’Italeri il quale inizia a farmi gli occhi dolci tra le scatole della scorta.






Gli interventi di correzione da apportare al kit britannico per renderlo accettabile sono noti, ma ne riassumo alcuni per chi ancora ne avesse uno da realizzare, così forse deciderà di procurarsi il kit Italeri meno impegnativo (forse).




Iniziando dagli interni bisogna crearli dal nulla, come feci io, (oppure con le fotoincisioni RCR che aiutano parecchio), non posso mostrarli perché wip allora non ne facevo; passando alla fusoliera, occorre accorciarla non ricordo se 3 o 4 mm. tagliandola verso coda, l’incisione delle scarse pannellature è d’obbligo come il creare le due finestrelle sul ventre presso la gondola del mitragliere/osservatore, la quale va anch’essa migliorata, come i portelli della mitragliera sul dorso; anche le ali sono da dettagliare dimensionando gli alettoni un po’ stretti, è poi da modificare sotto le gondole la sagoma dei pozzetti del carrello che va anch’esso corretto e dettagliato sia il sistema per la retrazione, sia sostituendo le ruote o "ingrassandole" perché troppo magre, i motori sono stati sostituiti con altri in resina della Engine & Things, ecc. ecc. ecc.










Quanto esposto di certo non basta per avere un buon Sparviero, ma è abbastanza, e comunque neanche quello Italeri è esente da imperfezioni.




Enrico Calanchini

[Gallery]

15.11.2015



Commento di Roberto [16/11/2015]:
Conoscendo il kit di partenza, avendolo fatto da bambino, tanti, tanti e poi tanti anni fa, devo dire che il risultato supera ogni più rosea aspettativa!

Commento di Vito [16/11/2015]:
Ciao Enrico, anche io ho tra la mia collezione occultata lo stesso kit , più di una volta ho aperto l'ormai ingiallita scatola con quel suo fantastico odore di "vecchio" ma non ho mai avuto il coraggio di affrontarlo
Quindi oltre ai complimenti per tutto ciò che hai dovuto costruire dal nulla ....oltre ai complimenti per la fantastica colorazione, lavoro pulito e impeccabile come sempre ....
Complimenti anche per il coraggio di aver affrontato il vecchio airfix :-)))
A presto Vito

Commento di ezio bottasini [17/11/2015]:
Ciao Enrico, sono commosso,sia per la bellezza delle tua realizzazione, sia perchè questo aereo lo lego a mio papà su cui c'è stato nei tempi bui della guerra. Il kit airfix poi ha per tutti noi ultra cinquantenni, un significato particolare, uno dei tre 72 che ho è un Airfix, non certamente all'altezza del tuo, l'ultimo modello che ho verniciato a pennello e, guardacaso anche lui con "l'omino elettrico"...Sinceri complimenti è veramente superlativo.
Al prossimo Ezio
A presto Vito

Commento di giuseppe giovenco [18/11/2015]:
ehilà, Enri!!!!
questa volta sei andato sul classico!! non potevi tralasciare quest'aereo " gobbo ", icona della Regia - quindi : lode all'ingegnere aeronautico che c'è in te - grazie per questa tua ennesima condivisione azzeccatissima - Giuseppe

Commento di riccardo casati [19/11/2015]:
Ciao Enrico bellissimo modello ben realizzato ...trovo molto belle e di buon impatto visivo anche le foto ..complimenti

Ciao Riccardo

Commento di Francesco Sasso [19/11/2015]:
Ciao Enrico, un altro "gioiello" che va ad arricchire la tua galleria piena di soggetti interessati e davvero ben realizzati.
Tantissimi complimenti!
Francesco

Commento di Lauro Bonfa' [19/11/2015]:
Carissimo Enrico quanta nostalgia nel rivedere il caro Gobbo Maledetto dell'Airfix. Lo costruii nei lontani anni 70 (SIC SIC) dopo aver letto uno splendido libro sulle imprese del Gruppo Buscaglia. Complimenti per il tuo modello lo trovo molto realistico costruito e dipinto ottimamente, e grazie per avermi trasmesso e mosso tanti bei ricordi Lauro

Commento di Enrico Calanchini [19/11/2015]:
Grazie di cuore a tutti, mi fa molto piacere che questo vecchio e amato kit, nonostante le sue pecche attiri ancora consensi così lusinghieri.
Divenuto ormai evocativo meritava un momento di gloria.
Enrico

Commento di Giampaolo Bianchi [20/11/2015]:
ciao Enrico complimenti per la realizzazione ma soprattutto per la colorazione della livrea che e' veramente magistrale.
un caro saluto.
Giampaolo

Commento di Enrico Calanchini [21/11/2015]:
Grazie Giampaolo,litigo con l'aerografo da molto tempo, ma il magistero non l'ho raggiunto...finora.
Salutoni Enrico

Commento di maurizio ugo [21/11/2015]:
...ciao Enrico, in ritardo ma rispondo volentieri con un BRAVISSIMO al tuo Sparviero, mitico kit per noi aeroplanari, con quelle ali con un diedro spaventoso, solo per dirne uno di difetti..comunque hai tirato fuori un bellissimo modello, e con uno stemma simpaticissimo, l'OMINO ELETTRICO.. con tanto di attributi in bella vista....
Complimenti davvero, Enrico!!!!
un salutone maurizio

Commento di Enrico Calanchini [22/11/2015]:
Ciao Maurizio, grazie per il tuo giudizio, anche se posticipato è per me la ciliegina sulla torta.

Salutissimi Enrico

Commento di Mario Bentivoglio [24/11/2015]:
Grande Enrico...un kit classico ...realizzato con maestria!!!!!!!!!!!! Complimenti!!!! Splendido lavoro !
:-)
Un salutone
ciaoo
mario
:-)

Commento di Gianni [30/11/2015]:
Anche io mi accodo ai complimenti, un bellissimo lavoro.
Quando si realizzano lavori del genere nell'ammirarli ,ti parlano comunicano con te che li osservi.
Gianni



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No