Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Alvise Scatto
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Bianchi New
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  Quick Articles...

Fort Arcot 1751
Fort Arcot 1751

Il Generale Montcalm - Mauro Rota

La colonizzazione del nuovo mondo, l’America, tra il 1600 ed il 1700, ad opera di Spagna, Portogallo, Francia ed Inghilterra, porta inevitabilmente ad atriti e scontri militari tra coloni, soprattutto tra queste ultime due potenze europee, quasi un prolungamento dei campi di battaglia della guerra dei sette anni in atto nel vecchio continente.
Montcalm La brama di espansione Inglese al di la dei monti Appalacchiani, nella valle del Mississippi, occupate dalle colonie francesi fino ai grandi laghi, (Ontario, Eire e Michigan), ed ancora fino al Canada, territori in cui i francesi avevano disseminato i loro fortilizzi, porta a meta’ del 1700 a quella che verra’ poi conisciuta come la guerra Franco-Indiana, nella quale vennero appunto trascinati a combattere, ora da una parte ora dall’altra, anche le tribu’ locali.
Decisiva la battaglia di Abrahan, (Quebec), tra le truppe francesi comandate dal Marchese di Montcalm e le truppe inglesi comandate dal generale Wolfe.
In questo scontro, che decide a favore degli inglesi la colonizzazione di questi teritori, morirono entrambi i sopracitati comandanti.
Quando Gianfranco Pellegrino, noto collezionista di figurini del periodo inerente le guerre franco indiane, mi contatto’ per realizzare la riproduzione del generale Montcalm, mi mise davanti alla ennesima prova da superare; cercare di rendere somigliante il viso del soldatino all’originale, di cui oltretutto, esistono vari dipinti, non del tutto corrispondenti l’uno all’altro!


Il Generale Montcalm © Mauro Rota


Alla fine, dopo qualche ricerca, trovato il ritratto “giusto” on-line, e grazie all’Osprey relativo al periodo, fornitomi da Gianfranco, ho rimodellato il viso di Montcalm, praticamente del tutto, partendo da una testina base in piombo con dei lineamenti neutri.


Il Generale Montcalm © Mauro Rota
Il Generale Montcalm © Mauro Rota
Il Generale Montcalm © Mauro Rota

Non voglio dilungarmi in spiegazioni tecniche riguardo alla scultura, che per altro è poi stata eseguita come tutte le altre volte, partendo da un manichino in plastica rivestito con stucco bicomponente Tamiya, con alcuni dettagli trovati in comercio, come il tricorno, il fodero della spada, e l’intero cavallo, cui pero’ sella e finimenti, cosi’ come la criniera ed altri piccoli dettagli anatomici, sono stati aggiunti in stucco e piombo, carta ecc..








La spada è stata costruita attorno ad uno spillo appiattito essendo sguainata, (il generale è ritratto mentre passa in rassegna le truppe per l’ultima volta).
La colorazione è interamente ad acrilico; anche gli ori dei ricami della sella e della redingotte sono stati fatti con acrilici nelle varianti dell’ocra e del marrone, con solo una velatura finale di oro vallejo.
Unico appunto vorrei farlo per quanto riguarda il cavallo, sempre ad acrilico, ma che ho voluto finire con vernice satinata, cercando di dare il senso del pelo lucido che è proprio del cavallo ben curato... io odio i cavalli opachi!








Altro non c’è da dire, il terreno è... di terra vera con erba sintetica dipinto ad acrilico anch’esso... ma meglio di quanto possa dilungarmi a scrivere, possono “dire” le foto, spero chiare ed abbastanza esaurienti.

Mauro Rota

[Gallery]

11.03.2004


Nota: questo articolo è stato originariamente pubblicato nel sito superEva.




Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No